Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

A Tavola con i Borboni

Ricette, curiosità storiche e vita di corte

Raffaele Riccio



Prezzo: € 14,50

16 visitatori hanno richiesto di essere avvisati

Prodotti simili

30 Novembre 2016 - Il libro, che si intitola A Tavola con i Borboni, realizzato da Raffaele Riccio, si trova nella categoria Alimentazione e cucina, in particolare approfondisce l'argomento L'arte di cucinare. Prodotto dalla casa editrice Atesa Editrice in data Giugno 2002 , è attualmente in "Fuori Catalogo". Il suo prezzo è € 14,50.

16 visitatori hanno richiesto di essere avvisati

Prodotti simili

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

"Dimmi ciò che mangi e ti dirò chi sei" recita uno degli aforismi di Brillat Savarin, autore della Fisiologia del gusto.

Questa massima può servire anche per illustrare la cucina e la gastronomia del Settecento e dell'Ottocento napoletano e per analizzare la società del tempo, la corte e la vita privata dei Borboni, al di là delle maschere imposte loro da una ricerca storica spesso di parte e poco generosa.

Per quasi tutti i viaggiatori che visitarono Napoli nel secolo dei Lumi e nell'Ottocento, la cultura del cibo e la particolarità dei prodotti agricoli erano alcuni degli elementi che rendevano maggiormente piacevole e particolare la permanenza nel Regno delle due Sicilie.

La cucina, quindi, era uno degli ingredienti che sottolineava e dilatava l'insieme di queste impressioni. I sorbetti, i gelati, i dolci napoletani e siciliani non avevano rivali in Italia ed in Europa, e Carême, uno dei padri della gastronomia dell'Ottocento incluse la capitale partenopea nel suo viaggio di studio in Italia, intrapreso per conoscere ed appropriarsi dei segreti della cucina italiana. L'avventura della cucina borbonica merita quindi di essere ripresa in esame ed in questo libro la si è fatta rivivere.

Le ricette descritte in questo volume, che riguardano sia l'epoca di Ferdinando I e Maria Carolina, quindi l'epoca del massimo fulgore di Caserta, che il periodo successivo di Ferdinando II, sono state tutte sperimentate e sono quindi facilmente eseguibili da tutti gli appassionati di cucina.

Per ricostruire le ricette, l'alimentazione e la vita di corte della Napoli borbonica, si è fatto riferimento ai tanti diari dei viaggiatori stranieri che hanno soggiornato a Napoli e nel Regno ed ai libri di cucina dei cuochi, dei gastronomi e dei "monzù" attivi in città e presso le dimore nobiliari tra '700 ed '800.

Sulla corte di Napoli, sulle feste e sui pranzi tenuti a Caserta, a Portici, nei palazzi cittadini o nelle ville dell'area vesuviana, ci sono pervenute relazioni entusiastiche e divertite che permettono di riproporre oggi, e con facilità, molte delle ricette dell'epoca.

Una delle personalità più rappresentative della gastronomia partenopea settecentesca è quella di Vincenzo Corrado. Questo scrittore, frate Benedettino a San Pietro a Maiella e segretario del munifico principe di Francavilia, ritenuto il Lucullo napoletano, ha lasciato diverse opere dedicate alla cucina. Una in particolare Il cuoco galante è stata il punto di riferimento per la preparazione delle ricette contenute in questo libro.

Il Corrado, però, non si occupava solo dei grandi banchetti nobiliari, ed in un altro libro Il cibo pitagorico ha presentato una interessante descrizione dell'alimentazione a base di verdure che, per certi versi, può essere considerata una prima anticipazione della dieta mediterranea.

Altra opera di Corrado presente su questo sito è La cucina napoletana. Anche nell'800 La cucina teorico-pratica di Ippolito Cavalcanti, duca di Buonvicino, ha avuto un ruolo molto significativo nel descrivere e definire la gastronomia napoletana. I sapienti consigli del duca-gastronomo sono stati seguiti nell'elaborare questo libro.

EditoreAtesa Editrice
Data pubblicazioneGiugno 2002
FormatoLibro - Pag 111 - 17x24
Lo trovi in#L'arte di cucinare

Raffaele Riccio è docente di Storia e Filosofìa presso il Liceo Scientifico "Giordano Bruno" di Budrio (BO). Si è occupato in modo particolare della cultura spagnola ed europea del tardo... Leggi di più...


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste