Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Tiroidite di Hashimoto: curiamola con il cibo

  2 anni fa


Tiroidite di Hashimoto: curiamola con il cibo

Una malattia autoimmune: la tiroidite di Hashimoto. Sintomi, diagnosi, cura e dieta!

 

 

La tiroidite di Hashimoto è una forma di infiammazione cronica che può danneggiare la tiroide, inibendo così la sua capacità di produrre ormoni.

Circa il 90% di ipotiroidismo è causato da questa malattia autoimmune.

 

 

I sintomi più comuni sono:

  • stanchezza,
  • aumento di peso o difficoltà a perderlo,
  • capelli secchi e diradamento,
  • costipazione
  • dolori articolari e muscolari.
  • depressione e il pensiero nebbioso

La tiroidite di Hashimoto colpisce un’alta percentuale di persone in Italia, in maggioranza donne. Si pensa sia il risultato di fattori genetici e ambientali. Questa malattia spesso compare in età adulta, e i sintomi si sviluppano gradualmente nel tempo.

Quello che molti non si rendono conto o che non valutano con attenzione è che questa malattia ha una base autoimmune, cioè il sistema immunitario inizia ad attaccare se stesso. Nel caso specifico, il sistema immunitario inizia ad attaccare la tiroide. Se non trattata, può diventare pieno ipotiroidismo, che può comportare maggiori problemi.

A volte è possibile convivere con la tiroidite di Hashimoto e tenerla in remissione senza farmaci. Posso personalmente testimoniare che l'importanza di alimentare il corpo correttamente, il movimento quotidiano e mantenere un ambiente interno ed esterno positivo può decisamente aiutare in questo intento.

Oltre ai test standard per la tiroide che il vostro medico probabilmente gestisce (TSH e T4) è importante richiedere un quadro completo, tra cui: T3, Reverse T3, TPOAb, TgAb, TRAb, TSI, ferro, ferritina, TIBC (ferro capacità legante totale), vitamina D, vitamina B12. Inoltre, un’ottima idea è fare un test della saliva per valutare il cortisolo surrenale, dal momento che le ghiandole surrenali sono parte del sistema endocrino in grande dialogo con la tiroide.

Noi non lavoriamo in pezzi, siamo un unico sistema.

Attraverso un buon stile di vita avrete il potere di invertire questa condizione, sostenendo il sistema immunitario ed endocrino utilizzando il cibo come medicina, mantenendo una mentalità positiva e facendo quotidianamente movimento. Tutto ciò aiuterà a diminuire l'infiammazione e migliorare la vostra salute generale.

Non siete la vostra diagnosi.
I sintomi sono solo il modo di mostrare uno squilibrio.

Per migliorare lo stato di salute nel caso della Tiroidite di Hashimoto, come in molti altri disturbi, è bene modificare la propria alimentazione.

Eliminare alcuni alimenti

Zucchero bianco, latticini e glutine devono essere ridotti drasticamente o addirittura eliminati dalla vostra dieta per medi lunghi periodi, dopo di che sarete voi a non aver voglia di inserirli nuovamente.

Inoltre è importante diminuire la quantità di verdura della famiglia delle crocifere (broccoli, cavolfiori, rape, ecc) in particolare se consumate crude: possono inibire la funzione della tiroide. 

Aumentare la quantità di frutta e verdura

Si consiglia di inserire nella propria alimentazione soprattutto carote, peperone rosso, patate dolci, verdure a foglia, avocado. Sono molto utili anche i semi: di girasole, di sesamo, di zucca, di lino...

Per sostenere le ghiandole surrenali si può assumere alcuni integratori come Rhodiola Rosea, Ashwagandha.

Una centrifuga che vi consiglio di bere giornalmente è questa:

Ingredienti

  • 1 mela verde
  • 3 gambi di sedano
  • ½ cetriolo
  • 1 limone
  • 1 cm di zenzero fresco o curcuma

Naturalmente tutto biologico.

Buona Guarigione

Ti consigliamo...


Ultimi 2 commenti su Tiroidite di Hashimoto: curiamola con il cibo

icona

Lucialba

Mi trovo perfettamente in linea con...

Mi trovo perfettamente in linea con questo articolo. Finalmente se ne parla. L'alimentazione è basilare soprattutto nelle malattie autoimmuni. Personalmente ho notato la forte connessione di questa malattia con il glutine. Nel periodo in cui l'ho completamente evitato, seguendo la dieta senza muco di Ehret, ho avuto dei forti miglioramenti di analisi ed ecografie con temporanea sospensione dell'eutirox. Adesso sto studiando i legami tra tiroide, ipofisi e surrenali per migliorare ancora. Ritengo che dobbiamo riprendere le redini della nostra salute con tutti i mezzi a nostra disposizione.

(0 )

icona

cristina

Finalmente qualcuno che si preoccupa di...

Finalmente qualcuno che si preoccupa di indicare qualche soluzione naturale a un problema così diffuso ma anche misconosciuto. Io, per arrivare alle conclusioni qui presentate, mi sono dovuta documentare non poco partendo comunque dalla convinzione che il problema autoimmunitario derivi da intolleranze alimentari e che il malfunzionamento della ghiandola tiroide sia strettamente connesso a quello delle surrenali. Ricordiamoci tuttavia che il quadro clinico di tale sindrome è molto complesso e soggettivo: non ci illudiamo di poter risolvere tutto bevendo un mix di spezie e vegetali, ma provare a selezionare i cibi per noi nocivi può essere di vantaggio.

(0 )

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste