800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Un caffè sostituivo speciale: lo yannoh

di Dealma Franceschetti 3 mesi fa


Un caffè sostituivo speciale: lo yannoh

Ingredienti, benefici ed usi dello Yannoh, il "caffé" macrobiotico adatto a tutti, grandi e piccini!

Il cosiddetto “caffè” yannoh è una bevanda molto piacevole, senza caffeina, che può sostituire il caffè. Il suo sapore intenso e amarognolo ricorda quello del caffè e può darci grande soddisfazione senza affaticare i reni, stimolare il sistema nervoso e infiammare fegato e intestino.

Ma non è un semplice sostituto del caffè, perché possiede numerose proprietà, tanto da essere considerato una bevanda curativa dalla medicina macrobiotica.

Indice dei contenuti:

Che cos'è lo yannoh?

Lo yannoh originale deriva da un’idea di Georges Ohsawa, il capostipite della macrobiotica.

Dal punto di vista della macrobiotica, sono 3 i cardini fondamentali dell’alimentazione umana: il cereale, il legume e la verdura. Seguendo questa idea, Ohsawa ha creato una miscela composta proprio da queste 3 categorie di cibi.

Lo yannoh originale è infatti composto da questi ingredienti arrostiti: riso integrale, grano integrale, azuki, ceci e cicoria. Oggi lo troviamo in commercio composto da orzo, cicoria, segale e ghiande.

E’ adatto a tutti, grandi e piccini e si può bere anche la sera proprio perché non ha caffeina.

Può essere utilizzato anche da chi soffre di gastrite, cardiopatie, colite e ipertensione perché non presenta nessuno dei problemi tipici del caffè vero e proprio.

Ma lo yannoh non è solo buono….

Proprietà

  • tonifica (è leggermente yang)
  • allevia il mal di testa
  • favorisce la digestione
  • aiuta in caso di acidità di stomaco e gonfiori addominali
  • allevia la stitichezza
  • aumenta la concentrazione

Utilizzo

Si usa tipicamente come bevanda per sostituire il caffè, ma è ottimo anche per preparare dei dolci, come budini, torte, biscotti, ecc.

E’ molto buono così com’è, ma chi sente il bisogno di dolcificarlo può aggiungere un po’ di malto di riso.

Lo troviamo in commercio in 2 versioni:

  • Solubile: basta scioglierlo in acqua calda o altro liquido, come del latte vegetale.
  • Per moka: si segue la procedura classica con la moka

Di quello solubile se ne usa solitamente un cucchiaino per tazza, ma le dosi sono molto personali. C’è chi lo ama più leggero e chi più forte.

E se volessimo prepararlo in casa?

Nel libro “Il libro dei rimedi macrobiotici” di Michio Kushi, troviamo la ricetta per la preparazione casalinga della miscela di yannoh, con proporzioni e procedura:

  • 2 parti di riso integrale
  • 2 parti di grano integrale
  • 2 parti di fagioli azuki
  • 2 parti di ceci
  • 1 parte di radice di cicoria

Lavare bene tutti gli ingredienti, poi farli arrostire separatamente, uno per uno, in padella, finché diventano marroni.

Riunire tutti gli ingredienti arrostiti e rimetterli in padella (questa volta tutti insieme) con un cucchiaio di olio e far arrostire ancora.

Lasciar raffreddare e macinare bene o ridurre in polvere.

Per preparare lo yannoh con questa ricetta casalinga: bollire 1 cucchiaio della miscela preparata in 1 tazza d’acqua per 5-10 minuti, poi filtrare.


Dealma Franceschetti

Dealma Franceschetti è foodblogger, autrice, insegnante di cucina e consulente macrobiotica. Diplomata a La Sana Gola di Milano, tiene corsi di cucina macrobiotica vegana, conferenze, seminari e consulenze personalizzate. Il suo blog "La via macrobiotica" è diventato il...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Un caffè sostituivo speciale: lo yannoh

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste