+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-18:00

7 consigli per non soffrire il freddo eccessivo in inverno

di Romina Rossi 1 mese fa


7 consigli per non soffrire il freddo eccessivo in inverno

Rimedi naturali e consigli della nonna

L’arrivo del freddo per alcune persone può essere un vero disagio: quelle più freddolose – vi capita mai di vedere persone che girano a mezze maniche anche a dicembre e altre che invece sentono freddo pur con due maglioni e la sciarpa di lana? - mal sopportano le temperature dei mesi invernali che possono, in alcune circostanze, anche peggiorare alcuni disturbi di salute.

Vediamo quali sono i consigli per tentare di combattere il freddo e vivere un inverno senza soffrire eccessivamente.

In questo articolo ti consigliamo...

Indice dei contenuti:

Le cause del freddo

Da ipotiroidea con costituzione fredda ho sofferto per anni il freddo in inverno: mani e piedi erano costantemente freddi e tendevo ad avere i brividi anche quando gli altri stavano bene. Oggi ho parzialmente risolto, grazie a uno stile di vita e a rimedi che permettono di scaldare l’organismo senza disperdere calore inutilmente e di non sentire eccessivo disagio.

A parte la percezione personale, ci possono essere diversi fattori che contribuiscono a farci diventare più sensibili alle basse temperature:

  • costituzione: secondo la Medicina Cinese, così come quella Ayurvedica e ippocratica, ogni persona ha una propria costituzione energetica che influenza il temperamento ma anche il livello di energia, il metabolismo, oltre ad aspetti psichici ed emozionali. A seconda dell’elemento predominante, le costituzioni possono essere calde (in medicina cinese sono quelle che appartengono alla loggia Fuoco e Legno) e fredde (di cui fanno parte le persone che rientrano nella loggia Acqua, Terra e Metallo). Queste ultime hanno la tendenza a stare meglio al caldo (secco) piuttosto che al freddo-umido invernale;
  • disfunzioni della tiroide e ormonali: le persone che soffrono di ipotirodismo hanno una maggiore predisposizione al freddo, poiché le funzioni metaboliche sono rallentate, per cui è più facile che soffrano di stanchezza costante, freddo e affaticamento;
  • problemi di digestione: anche una digestione difficile con transito intestinale rallentato contribuisce ad aumentare la sensazione di freddo, soprattutto se si soffre di congestione e infiammazione intestinale (come nel caso della colite). Queste condizioni non fanno che convogliare maggiori quantità di flusso sanguigno nell’intestino, al fine di aiutare gli organi in difficoltà, lasciando “scoperte” le parti in periferia come mani e piedi, che tendono a diventare fredde;
  • problemi di circolazione: chi soffre di difficoltà circolatoria ha spesso mani e piedi freddi anche in estate, perché il sangue circola con difficoltà nei distretti periferici;
  • anemia: la carenza di globuli rossi nel sangue può contribuire ad aumentare la sensazione di freddo;
  • stress: nemmeno lo stress aiuta a superare i mesi invernali senza disagio, soprattutto quando diventa cronico. Tale condizione, infatti, provoca una produzione costante di adrenalina e cortisolo, due ormoni che non fanno che aumentare la vasocostrizione, impedendo al sangue di fluire liberamente in tutti i distretti corporei,
  • carenze vitaminiche: quando l’intestino non è in grado di assorbire correttamente le vitamine e i nutrienti, l’organismo va incontro a malassorbimento con la conseguenza che siamo più propensi a soffrire il freddo,
  • uso di alcol e fumo: sul momento non fanno che aumentare la sensazione di calore, perché producono vasodilatazione, ma è una sensazione che dura molto poco e, anzi, passato l’effetto si sente più freddo di prima.

I rimedi per combattere il freddo eccessivo

Combattere il freddo eccessivo non è impossibile, ci sono delle strategie e delle accortezze che si possono mettere in atto che aiutano a gestire meglio le basse temperature. Vediamo i più efficaci.

1. L’alimentazione

Un grande alleato per scaldare l'organismo in questi mesi è l’alimentazione: per la medicina cinese ci sono alimenti che hanno un’energia yang, quindi riscaldante e altri energia yin, raffreddante.

Fra quelli che riescono ad avere un’azione riscaldante troviamo le spezie, ma attenzione, perché non tutte vanno bene. Quelle indicate in inverno sono: la cannella, i chiodi di garofano, lo zenzero, il timo, il cumino e il pepe (da usare però con moderazione).

La frutta secca e la frutta a guscio hanno effetto scaldante: la si può mangiare ad esempio come spuntino, per contribuire a scaldare l’organismo.

Da evitare invece il peperoncino, che al contrario di quanto si crede, ha un effetto raffreddante: convoglia infatti calore, per poi disperderlo molto rapidamente e raffreddare. Non a caso viene usato nei paesi caldi.

Sarebbe inoltre opportuno non mangiare cibi freddi di frigo, così come sono da evitare i cibi che tendono a raffreddare come i latticini (solo i formaggi stagionati sono riscaldanti), gli agrumi, i prodotti farinacei. Anche uso di sale e caffè sono da limitare.

Anche i metodi di cottura sono nostri alleati in inverno: cotture prolungate al forno, alla brace e in padella portano calore al cibo e quindi all’organismo.

Allo stesso modo non si dovrebbero bere bevande fredde, ma calde o al massimo a temperatura ambiente.

2. Calma ansia e stress

Se la sensazione di freddo eccessivo è aumentata dalla presenza di stress cronico è bene tentare di alleviarlo in modo da non incorrere in disturbi di salute più seri.

Si possono usare, a questo proposito, piante adattogene che aiutano l’organismo ad affrontare e adattarsi agli eventi stressanti che viviamo quotidianamente.

Possono andare bene, ad esempio, la rodhiola rosea, l’ashwagandha e anche la maca che non hanno un’azione troppo forte e sono, in genere, ben tollerate, senza creare eccessiva eccitazione come possono fare alcuni adattogeni.

3. Migliora la circolazione

Se le estremità fredde sono date da problemi di circolazione, si possono usare rimedi che aiutano a migliorare la funzionalità circolatoria e che, allo stesso tempo, permettono di rinforzare le pareti di vene e capillari, rendendo la circolazione più efficiente.

A questo scopo vanno bene il mirtillo nero, la vite rossa e l’ippocastano.

4. Alterna doccia con acqua calda e fredda

Anche se può sembrare un paradosso, fare docce o bagni con acqua troppo calda non aiuta a combattere il freddo.

L’ideale sarebbe alternare acqua calda ad acqua fredda che ha anche il vantaggio di agire in maniera benefica sulla circolazione.

Inoltre, le docce fredde aiutano a trasformare il grasso bianco, quello dannoso per i nostri organi, in grasso bruno che invece è benefico, usato dal nostro organismo per le proprie funzioni metaboliche e che contribuisce a diminuire la sensazione di freddo.

5. Fai attività fisica

Il muscolo aiuta a sentire meno gli sbalzi termici, mentre le persone molto magre e prive di massa muscolare ne soffrono maggiormente.

Inoltre l’attività fisica permette anche di migliorare la circolazione e anche di avere una migliore ossigenazione dell’organismo, anche nelle estremità.

6. Allevia l’anemia

Anche ne casi di anemia si può intervenire con un integratore che possa colmare questa carenza e migliorare, di conseguenza, la resistenza alle temperature più basse. Allo stesso tempo è bene controllare i valori della vitamina B12, perché oltre ad essere indispensabile per produrre i globuli rossi e quindi evitare la mancanza di ferro, permette anche di contrastare la sensazione di freddo eccessivo.

7. Vestiti in modo adeguato

Può sembrare scontato ma l’abbigliamento adeguato è indispensabile per tenere il corpo al caldo. Se si tende ad avere le estremità fredde può essere utile mettere calzini pesanti oppure doppi e scarpe adeguate. Si può tenere anche il collo al riparo, con una sciarpa o un maglione a collo alto, così da evitare infiltrazioni al resto del corpo.

La naturopata consiglia: anche il sonno è un alleato contro il freddo

Che il sonno sia importante per la salute ormai è noto: quando è poco o di cattiva qualità contribuisce a creare disturbi di salute più o meno gravi. E sai che può incidere anche creando una maggiore sensazione di freddo? I disturbi del sonno infatti alterano la naturale omeostasi dell’organismo, aumentando i disagi e i malesseri.

Se hai problemi legati al sonno, prova ad assumere del magnesio, della passiflora o del tiglio che aiutano a conciliare il sonno. E non tenere la temperatura troppo alta in camera da letto, di notte, perché non aiuta affatto il buon sonno.

Disclaimer

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun modo il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire in manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.


Non ci sono ancora commenti su 7 consigli per non soffrire il freddo eccessivo in inverno

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.