800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Stanchezza estiva: 3 tonici naturali

di Romina Rossi 2 mesi fa


Stanchezza estiva: 3 tonici naturali

Come ritrovare le energie in maniera naturale

Caldo e stanchezza vanno spesso a braccetto. In estate, pur godendoci le giornate più lunghe, all’aria aperta, in cui si possono fare più attività, molti di noi accusano un drastico calo di energie.

Soprattutto quando il caldo diventa intenso, si ha la sensazione di andare a rallentatore, di non rendere quanto dovremmo e di avere la testa altrove. Stanchezza e spossatezza sono, infatti, due delle conseguenze più tipiche della stagione estiva. Ma perché ci sentiamo così scarichi di energia?

Indice dei contenuti:

Le cause della stanchezza in estate

I motivi per cui d’estate rimaniamo a corto di energie sono svariati.

Il caldo e l’umidità sono fra i principali responsabili, che causano un surriscaldamento anche dell’organismo.

Per rinfrescare il tessuto cutaneo e abbassare la temperatura, il nostro corpo elimina le tossine che abbiamo immagazzinato attraverso la produzione del sudore.

Questa sostanza secreta dalle ghiandole sudoripare è formata da acqua e sali minerali, tra cui magnesio, potassio, cloruro e sodio.

D’estate l’organismo può arrivare a produrre fino a 10 litri di sudore. Se sudiamo molto, quindi, saremo più inclini a perdere anche grandi quantità di questi preziosi sali minerali. E ad accentuare la disidratazione. E di conseguenza, siamo colti da una sensazione di stanchezza eccessiva. Che, se trascurata, può causare dolori articolari e debolezza muscolare, cefalee, difficoltà di concentrazione, insonnia, irritabilità.

Se durante il periodo estivo si praticano anche sport e attività fisica, la disidratazione può accentuarsi ancora di più. Inoltre, possono diventare comuni il senso di stanchezza alle gambe e anche i crampi muscolari.

Se proprio non vuoi rinunciare all’attività fisica, cerca di farla al mattino, quando le temperature sono meno proibitive.

Anche la pressione si abbassa: per permettere all’organismo di disperdere il calore, i vasi sanguigni si dilatano. In questo modo però la pressione si riduce. La conseguenza più immediata è uno stato di stanchezza e sonnolenza. Nei casi più gravi ci possono essere anche svenimenti. Fai attenzione, se hai già problemi di pressione, perché anche l’esposizione al sole la abbassa.

È importante, quindi, tenersi ben idratati e reintegrare i sali minerali, soprattutto magnesio e potassio. Il primo ha infatti un ruolo da protagonista fra le tante attività metaboliche. Per questo magnesio e stanchezza potrebbero essere dipendenti l'uno dall'altro, proprio perché se ne abbiamo eliminato troppo, l’organismo ha meno energie da spendere.

Se vuoi approfondire l’importanza del magnesio per il nostro organismo e capire i segni che indicano una sua carenza, leggi lo speciale che trovi qui.

Combatti la stanchezza a tavola

Per avere una buona idratazione, nonostante il sudore e il caldo, bisogna bere molto. Sembra scontato dirlo, ma spesso ci si dimentica, e non solo in tarda età. Gli anziani tendono a non sentire più lo stimolo della sete. Ma anche fra la popolazione più giovane si tende a dimenticarsi di bere, magari perché troppo presi dal lavoro o dalle faccende quotidiane. L’acqua è la miglior bevanda; ma possono fare al caso anche centrifugati e succhi di frutta o verdura.

L’alimentazione può dare una grande mano per combattere la spossatezza estiva.

I cibi devono essere nutrienti ma leggeri, ricchi di vitamine e sali minerali. Privilegia sempre frutta e verdura. Fra le proteine, quelle di origine vegetale sono più indicate: in questo caso puoi scegliere fra una vasta scelta di legumi. Preferisci il pesce alla carne. Anche la frutta a guscio è benefica: contiene i cosiddetti grassi buoni e sono una ricca fonte di nutrienti.

Il cioccolato contiene buone dosi di magnesio. Per sfruttare a pieno i suoi benefici, però, dev’essere nero e fondente almeno al 70%.

A volte, però, nonostante l’impegno, solo l’alimentazione non è sufficiente. Per questo dobbiamo ricorrere a dei rimedi per la stanchezza, oltre al magnesio e al potassio che, come detto, sono fondamentali in questo periodo.

L'integratore di potassio più acquistato dai nostri clienti:

Potassio Gluconato

Integratore alimentare a base di potassio - 90 compresse

Il potassio costituisce il 5% del contenuto totale di minerali nell'organismo ed è alla base del funzionamento cellulare. Esso è necessario per una crescita normale, per stimolare gli impulsi nervosi, per la contrazione...

€ 9,80

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Gli integratori per la stanchezza estiva

1. Il baobab

Questo frutto tropicale è un ottimo superfood. Contiene grandi quantità di acido ascorbico e vitamine del gruppo B. Vanta anche la presenza di tutti gli amminoacidi essenziali. Per questi motivi è considerato un ricostituente naturale, ottimo sia in estate che in inverno, quando l’organismo è più debilitato.

Le proprietà di questo frutto non si esauriscono qui. È infatti un alleato dell’intestino, dato che facilita la digestione.

2. Il guaranà

Il guaranà ha un’azione adattogena. Significa che interviene sui processi fisiologici, e permette di aumentare la resistenza fisica contro gli stress ambientali. In questo modo l’organismo si adatta meglio alle condizioni di stress.

È indicato sia per affaticamento mentale che fisico. I semi del guaranà hanno, infatti, azione neurotonica sul sistema nervoso: contengono caffeina, teobromina e teofillina. Sono in grado di stimolare l’attenzione e la memoria.

Il guaranà è indicato nei casi di astenia e di pressione bassa. Attenzione a non abusarne. L’alto contenuto di caffeina può provocare effetti collaterali. Meglio assumerlo per un periodo limitato e solo in casi di affaticamento estremo.


3. La rodiola

Conosciuta come radice d’oro, questa pianta è nota come tonico in grado di rinforzare l’energia vitale.

Anch’essa pianta adattogena, è in grado di migliorare la le attività metaboliche. Non a caso fu largamente usata, in passato, in Unione Sovietica per dare forza e resistenza ai militari e agli astronauti. Fu anche usata come tonico adattogeno per aiutare gli atleti russi nelle varie competizioni sportive.

La rodiola è ottima anche per combattere stati di stress, ansia e depressione


Disclaimer

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire la manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.

Ti potrebbe interessare anche: 

Ginseng e guaranà: benefici e controindicazioni ›


Non ci sono ancora commenti su Stanchezza estiva: 3 tonici naturali

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste