800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Sindrome premestruale: 4 rimedi naturali

di Romina Rossi 2 mesi fa


Sindrome premestruale: 4 rimedi naturali

Le piante in grado di agire positivamente sui dolorosi sintomi

La sindrome premestruale colpisce, in forma più o meno grave, il 75% delle donne in età fertile. Questo vuol dire che si tratta di un disturbo molto frequente.

Che però non dovrebbe essere normale, perché il ciclo mestruale, facendo parte di un ciclo naturale, non dovrebbe presentare sintomi negativi o controindicazioni. Vediamo come risolvere questo fastidio quando si presenta.

Indice dei contenuti:

Cause della sindrome premestruale

I dolori mestruali sono ben noti a una nutrita schiera di donne in età fertile. In alcuni casi possono essere talmente forti da impedire il normale svolgimento delle attività quotidiane.

Le più sfortunate lamentano addirittura dolori mestruali 10 giorni prima del ciclo, ma anche durante e dopo. I giorni di sollievo, di conseguenza, sono ben pochi. È il caso in cui la sindrome premestruale si accompagna alla dismenorrea. Mentre nel primo caso i disturbi compaiono prima del ciclo e con il suo arrivo svaniscono, nel secondo compaiono durante il ciclo.

Poche sono le donne che possono dire di non soffrire di variazioni legate al ciclo. Queste comprendono una gamma molto vasta che spazia da quelli fisici, come crampi, dolore al seno, gonfiore, cefalea, dolori muscolari o articolari. Ma ci sono anche quelli emotivi, fra cui ansia, depressione, sbalzi d’umore, irritabilità, insonnia, aggressività.

Se compaiono sintomi sia fisici che psichici la medicina ufficiale lo classifica come disturbo disforico premestruale.

Se vuoi approfondire tutti i sintomi premestruali, puoi leggere lo speciale che trovi qui.

Avendo così tante sfaccettature, anche le cause della sindrome premestruale sono varie e spesso correlate fra di loro. Le più frequenti possono essere:

  • squilibri ormonali: secondo alcuni studi sarebbe una predominanza estrogenica contro una carenza progestinica a causare questi problemi. Ma non sono gli unici ormoni che possono creare problemi: la sindrome premestruale può essere causata anche da una carenza di serotonina e da un eccesso di prolattina e aldosterone nonché da ipo attività degli ormoni tiroidei;
  • una dieta squilibrata con conseguenti carenze nutrizionali: alcune ricerche hanno messo in evidenza che le donne che consumano alti livelli di zuccheri sono più soggette ad avere un ciclo problematico e doloroso. L’eccesso di zucchero è anche responsabile di una probabile carenza nutrizionale, perché tende a depauperare le riserve dell’organismo;
  • allergie alimentari;
  • depressione;
  • ipoglicemia;
  • inquinamento ambientale;
  • ridotta funzionalità epatica;
  • stress.

L'integratore  per la sindrome premestruale preferito dai nostri clienti: 

Olio di Borragine - 100 Perle

Confezione 100 Perle

L'olio di borragine, si estrae dai semi della pianta Borrago officinalis. Grazie al suo naturale contenuto in acidi grassi essenziali della serie omega 3, quali l’acido gammalinolenico (GLA) e della serie omega 6 quali...

€ 18,60

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

La lettura psicosomatica

Come per i sintomi anche le cause ci possono essere di tipo psicologico, meno indagate, per la verità, perché più complesse da poter legare con certezza a questi disturbi. E più personali, legati al vissuto di ognuna di noi.

La lettura psicosomatica più accreditata è che la sindrome premestruale sia causata da uno scollamento con il nostro essere. Chi ne soffre fatica a conciliare la propria natura femminile con l’esigenza di mostrarsi più maschile, come richiede la società contemporanea.

La donna è per sua natura yin, è creatrice, concepita per accogliere e accudire. Oggi invece le viene richiesto di mostrare un aspetto decisamente yang, tipico maschile. Dev’essere in grado di prendere decisioni veloci, agire a sangue freddo, e anche essere rigorosa e autoritaria.

I ritmi frenetici non aiutano a migliorare la condizione femminile. Ma in questo modo saltano anche i ritmi che scandiscono la sua vita. Non c’è più tempo per riposare, per fermarsi ad ascoltare il proprio corpo e per vivere la femminilità.

Il ciclo mestruale dovrebbe invece essere considerato una fonte di energia alla quale noi donne possiamo attingere e utilizzare a nostro vantaggio. E dovrebbe essere vissuto, di conseguenza, come un periodo di realizzazione.

4 piante officinali per eliminare la sindrome premestruale

Combattere la sindrome premestruale a tavola

Al di là delle implicazioni psicosomatiche, possiamo provare a liberarci dei dolori mestruali con l’alimentazione.

Da evitare, o per lo meno limitare, sono: carne rossa, zucchero e grassi “cattivi”. Questi infatti non fanno che aumentare i sintomi fisici.

Anche i prodotti che contengono caffeina, dal caffè, alle bibite gassate, al cioccolato, vanno limitati. Essa è in grado di esacerbare alcuni sintomi, come il dolore al seno, l’irritabilità, l’ansia e la depressione.

Gli alimenti di origine vegetale, per contro, tendono a regolarizzare la quantità di estrogeni, in modo che non siano in eccesso. Quindi meglio abbondare di legumi, verdure e anche frutta.

I cereali integrali aiutano a controllare i tassi di zucchero nel sangue, facilitano la digestione e non appesantiscono il fegato. Se il fegato ha difficoltà a svolgere il proprio lavoro, le verdure amare sono benefiche per aiutarlo a depurarlo e a non appesantirlo.

La naturopata ti consiglia:

Uno dei sintomi più fastidiosi legati al ciclo può essere il mal di testa o la cefalea. Una pianta molto efficace contro questo problema è il partenio, pianta dedicata alla dea Minerva, molto usata in passato per le problematiche femminili. 

Alcuni studi hanno dimostrato che il partenio, i cui fiori sono simili alla camomilla, è in grado di ridurre significativamente il mal di testa. E di contenerne anche la gravità oltre che di mitigare gli effetti secondari come nausea e vomito. 

Contiene quercitina che ha azione spasmolitica ed è in grado di rilassare la muscolatura liscia, compresa quella uterina affetta da crampi durante il ciclo. Il partenolide, un sesquiterpene con proprietà antinfiammatorie, sarebbe in grado di agire sul mal di testa. 

Cefalstop - Integratore a Base di Zenzero

Zenzero e partenio - contrasta gli stati di tensione localizzati e disturbi del ciclo mestruale

Cafalstop è un integratore a base di Zenzero, Partenio, Escolzia, Ginko Biloba e caffeina. Formulazione a rapido assorbimento che interviene sulle cause che determinano cefalea ed emicrania, apportando un rapido sollievo:...

€ 12,90

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Dolori mestruali: i rimedi naturali

I rimedi per i dolori del ciclo sono tanti, noi ci concentreremo su 4 integratori a base di piante officinali la cui influenza positiva sui disturbi mestruali è ben nota.

1. Agnocasto

Diversi studi dimostrano l’efficacia dell’agnocasto nei confronti della sindrome premestruale. È così potente che è in grado di apportare dei sensibili miglioramenti già dopo 2 cicli.
Ricco di flavonoidi, glucosidi e sesquiterpeni, l’agnocasto agisce positivamente su tutte le problematiche femminili. Questa pianta è in grado di regolare la produzione di progesterone. D’altro canto, riesce anche ad abbassare i livelli di prolattina, grazie a un legame diretto con i recettori della dopamina.

L’assunzione di agnocasto è sconsigliata se si fa uso di contraccettivi orali o di terapie ormonali sostitutive.

Può interagire anche con i farmaci anticoagulanti e antiepilettici. Se state assumendo questi farmaci, consultate un medico prima dell’assunzione.

2. Lampone

Pianta sacra a Venere, il Rubus idaeus fa parte della famiglia delle rosacee.

Pare che il suo nome derivi dalla ninfa Ida la quale, trovando Giove bambino in lacrime, gli offrì un lampone per consolarlo. Nel coglierlo, si punse un dito e il suo sangue colò sui frutti allora bianchi. Che da quel momento in poi si colorarono di rosso.

Questa straordinaria pianta contiene flavonoidi, tannini e vitamina C, la cui sinergia crea un potente effetto antinfiammatorio.

Le foglie hanno una spiccata azione spasmolitica, in grado di agire positivamente sui crampi e sui dolori mestruali. Secondo diversi studi la pianta è in grado di stimolare l’asse ipotalamo-ipofisi-gonadi. E riuscirebbe a regolare la funzione ovarica. Da sempre il lampone è usato come rilassante uterino, sia durante i disturbi del ciclo mestruale che della gravidanza.

3. Dioscorea

La dioscorea villosa è una pianta che cresce nel continente americano. Conosciuta anche con il nome di igname selvatico o wild yam, vanta la presenza di tannini, fitosteroidi e diosgenina. Proprio la diosgenina, una saponina, è considerata un progesterone naturale. Ed è in grado di indurre una maggiore secrezione di DHEA, l’ormone che rallenta l’invecchiamento. Questo, avendo effetto antispasmodico e antinfiammatorio, ha effetti positivi anche sui fastidi della sindrome premestruale.

La dioscorea è particolarmente indicata in caso in cui la sindrome premestruale si presenti con ritenzione idrica e conseguente aumento di peso.

Wild Yam 100

(7)

€ 13,40

Wild Yam 300

(23)

€ 14,00

4. Enotera

L’olio ricavato dai semi dell’Oenothera biennis, la primula nordamericana, è ricco di acidi grassi essenziali. Questi sono anche precursori delle prostaglandine, sostanze molto importanti ma che causano i disturbi tipici della sindrome premestruale.

L’enotera agisce principalmente come riequilibratore degli ormoni femminili ed è in grado di contrastare gli effetti della prolattina. Per questo il suo olio attenua la tensione mammaria e riduce il gonfiore addominale. Combatte anche la ritenzione idrica e il mal di testa.

A livello psichico è in grado di mitigare l’ansia, gli sbalzi d’umore e l’irritabilità.

È bene non superare le dosi indicate, perché può provocare effetti collaterali.

Olio di Enotera - Enagra

Aiuta durante la sindrome premestruale, attenuando irritabilità, depressione, tensione mammaria, dolori addominali, ritenzione idrica e cefalea.

Olio di Enotera - Enagra Evening primrose oil L'olio di enotera, o Epo (Evening primrose oil), è molto ricco di acidi grassi essenziali; contiene infatti circa il 72% di acido linoleico e il 10% di acido linolenico. Essi...

€ 12,80

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Disclaimer 

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire la manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.

Ti potrebbero interessare anche: 

> Via i problemi mestruali con gemmoderivati e oligoelementi

> I dolori del ciclo sono normali?


Non ci sono ancora commenti su Sindrome premestruale: 4 rimedi naturali

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste