Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

I fiori australiani per i disturbi del ciclo mestruale

di Romina Rossi 4 mesi fa


I fiori australiani per i disturbi del ciclo mestruale

Ecco i rimedi della floriterapia australiana per i giorni più delicati di una donna

Alzi la mano chi non ha mai sofferto di disturbi più o meno fastidiosi durante il ciclo mestruale, quella delicata fase di rigenerazione e purificazione nella vita di una donna: si tratta di un momento che dovremmo dedicare a noi stesse, prendendoci una pausa da ciò che stiamo facendo.

Lo sapevano bene le nostre antenate che durante i giorni del ciclo si “allontanavano” dal resto della comunità per rallentare i ritmi e dedicarsi alla rigenerazione del proprio corpo.

Il ciclo mestruale era associato alla luna, ai suoi cicli e alle sue divinità, simboli di vita e fertilità.

Oggi, invece, ci hanno abituate a considerare il ciclo come un tabù, qualcosa di sporco di cui vergognarci e da nascondere o addirittura una malattia. Ma in questo modo, spesso e volentieri, ci costringono a nascondere o, peggio, a rinnegare la nostra femminilità e il nostro essere madre creatrice.

La società odierna vuole donne sempre più maschili e sempre meno legate ai cicli naturali: nasce qui il conflitto con la nostra femminilità, che si traduce a un livello inconscio molto profondo con i fastidiosi problemi legati al ciclo, aggravati da sintomi fisici ed emotivi. 

Indice dei contenuti:

Il ciclo mestruale naturale

Ogni donna ha il suo ciclo, che si conta partendo dal primo giorno della mestruazione fino al primo giorno del ciclo successivo; è regolare sia che sia di 28, 29 o 30 giorni. Di solito diventa regolare con il passare dell'età: è normale che nei primi anni dopo il menarca (la prima mestruazione) il ciclo sia più lungo e irregolare.

Quando invece il ciclo non segue questi ritmi è irregolare e le cause fisiche sono diverse: dalla presenza di fibromi uterini allo stress, dall'alimentazione alle carenze alimentari e vitaminiche.

La sindrome premestruale: quando il ciclo fa male

Sebbene il ciclo mestruale sia un evento fisiologico naturale, si calcola che il 75% delle donne in età fertile oggi soffra di sindrome premestruale, che di solito si presenta circa una settimana prima dell'inizio del ciclo e si manifesta con i sintomi più svariati, sia fisici che psicologici.

I più frequenti a livello psicologico sono:

  • irritabilità,
  • ansia,
  • tensione,
  • sbalzi di umore,
  • aggressività,
  • perdita della concentrazione,
  • depressione,
  • confusione e affaticamento mentale,
  • insonnia,
  • crisi di pianto,
  • alterazioni della libido.

Mentre a livello fisico si possono manifestare:

  • gonfiore,
  • aumento di peso dovuto a ritenzione idrica,
  • cefalea,
  • indolenzimento del seno,
  • ritmo intestinale alterato,
  • aumento dell'appetito con preferenza per cibi a base di zucchero,
  • stanchezza fisica,
  • debolezza.

In qualche caso i sintomi possono essere così forti e persistenti da diventare invalidanti, tanto da dover interrompere le attività quotidiane.

La medicina allopatica occidentale ha considerato per lungo tempo questi sintomi come normali eventi legati alla natura femminile, proprio perché ne soffre un così alto numero di donne. Ti è mai capitato di andare dal medico o dal ginecologo e lamentare disturbi e dolori legati al ciclo e di essere ignorata, o di non avere ricevuto alcun tipo di aiuto in questo senso?

In realtà la sindrome mestruale di normale non ha proprio nulla: nonostante ne soffra un numero così elevato di donne, si tratta di una vera e propria malattia che ha origini sia psicologiche che fisiche – la causa primaria è legata allo squilibrio ormonale – che si può trattare con successo.

Quando il ciclo si interrompe

In altri casi potresti aver sofferto di amenorrea, cioè di interruzione del ciclo pur essendo ancora in età fertile. Di solito si parla di amenorrea quando si verifica l'assenza di 3 cicli mestruali.

La condizione normale di amenorrea si verifica quando c'è una gravidanza in atto. In tutti gli altri casi invece la mancanza del ciclo nasconde diverse cause fisiche: squilibri del sistema endocrino (soprattutto un forte squilibrio della tiroide), obesità oppure anoressia, grave denutrizione con carenze vitaminiche e forti anemie. Anche i fattori psichici, come un forte trauma o stress (associato spesso a una pratica sportiva troppo estrema), emozioni violente e improvvise, così come forti cambiamenti climatici possono portare all'interruzione del ciclo.

Oltre a questi sintomi, ci possono essere cause legate alla conflittualità con la propria femminilità.

La floriterapia australiana offre un valido aiuto, permettendo di lavorare sui disagi psicologici che si manifestano prima o durante il ciclo o in mancanza del ciclo stesso. Per una migliore efficacia, i fiori dovrebbero essere associati a uno stile di vita corretto e a norme igienico sanitarie adeguate.

Ricorda anche che questi rimedi non sostituiscono eventuali cure mediche in atto o terapie prescritte da un medico professionista.

I fiori per ritrovare la serenità durante il ciclo

Per combattere gli squilibri femminili che ti rendono la vita impossibile durante quei giorni è utile She Oak, il rimedio ricavato dai fiori della Casuarina, uno dei primi alberi ad essersi diffuso sulla terra.

Questo rimedio è ottimo per riequilibrare la produzione degli ormoni riproduttivi femminili (estrogeni e progesterone), soprattutto nel caso in cui le ovaie funzionino in modo spasmodico, provocando il ciclo mestruale irregolare. È ottimo anche come rimedio per trattare la tensione premestruale e per combattere la ritenzione dei liquidi legata appunto al ciclo mestruale, così come è un valido supporto per l'amenorrea.

She Oak lavora in ottima sinergia con Crowea che combatte la tensione e l'ansia che possono manifestarsi durante il ciclo o nei giorni che lo precedono. È utile nei giorni in cui hai la sensazione di “non essere a posto” o di essere “fuori fase”. Il rimedio ti aiuta a ritrovare il centro. È indicato anche se durante la fase premestruale hai disturbi di stomaco.

Se durante i giorni del ciclo hai la sensazione che il corpo sia sporco e quindi vivi il ciclo mestruale come un qualcosa che crea disgusto, da nascondere, il rimedio indicato è Billy Goat Plum che ti aiuta ad accettare il tuo corpo e a scorgere la bellezza più vera e nascosta del corpo. Aiuta inoltre a prendere contatto con le sensazioni del tuo corpo. Questo rimedio è indicato sia in caso di sindrome premestruale che di amenorrea.

Wisteria è un altro rimedio che può essere usato nella sindrome premestruale, soprattutto se hai difficoltà a sentirti a tuo agio nell'intimità e nei confronti della sessualità in generale.

Spesso infatti i disturbi dell'apparato riproduttivo riflettono problemi emotivi legati alla sessualità. Potresti non sentirti sessualmente rilassata e ciò potrebbe essere dovuto alle convinzioni che hai sviluppato nella vita intrauterina o nei primi anni di vita, spesso come riflesso dell'atteggiamento dei genitori nei confronti del sesso.

Wisteria agisce proprio bloccando queste considerazioni negative e donando maggiore rilassatezza nell'intimità. Puoi usare questo rimedio sia in caso di dolori premestruali che di amenorrea.

In caso di amenorrea un buon rimedio da associare agli altri è Five Corners, il delicato fiore rosa, che prende il nome dal frutto pentagonale, che è utile per aiutarti a sentirti sicura della tua bellezza interiore ed esteriore. È il fiore che ti aiuta ad accettarti per quello che sei, e ad accettare la tua bellezza a tutti i livelli.

Five Corners accresce l'amore per te stessa, che è la condizione fondamentale per essere in grado di amare gli altri. E accresce anche la vitalità perché quando stai bene con te stessa, fiorisci proprio come un fiore, spargendo la tua bellezza intorno a te.

I fiori per il ciclo irregolare

In caso di irregolarità del ciclo mestruale e di squilibri ormonali è indicato Goddess Grasstree, il rimedio ricavato dalla Kingia argenta che aiuta a far emergere la componente femminile, la Madre Universale che serba l'energia vitale che nutre tutto il creato. Il rimedio ti aiuta a cambiare e ad acquisire la forza interiore e la sensibilità.

In caso di ciclo irregolare che si presenta con ristagno dei liquidi è indicato Macrozamia, che agisce sugli squilibri connessi agli organi sessuali e alle loro funzioni. Il rimedio ristabilisce l'equilibrio fra maschile e femminile e tra i flussi di energia Yin e Yang, dissolvendo eventuali blocchi creati dal fluire non scorrevole di questa energia. 

Ti consigliamo...


Romina Rossi, giornalista pubblicista, fa parte della redazione della rivista “Vivi Consapevole”. L’amore per la Natura e la curiosità di capire i complicati e delicati meccanismi di funzionamento dell’uomo, la portano a intraprendere studi di Naturopatia all’Istituto di Medicina...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su I fiori australiani per i disturbi del ciclo mestruale

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste