800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Mal di schiena e alimentazione

di Dealma Franceschetti 4 mesi fa


Mal di schiena e alimentazione

La strategia vincente: decontrarre e disinfiammare

Il mal di schiena è il disturbo più diffuso dopo il mal di testa. Riguarda circa 15 milioni di persone in Italia ed è la prima causa di assenteismo dal lavoro e la seconda di invalidità permanente.

Solo in casi rari il mal di schiena è causato da patologie gravi o da malattie che indirettamente provocano il dolore come il reflusso o i calcoli. Nella maggior parte dei casi è scatenato da tensione, posture scorrette (di giorno e/o di notte), discopatie, artrosi, ecc.

In questi casi l’alimentazione può essere davvero determinante, potendo migliorare o peggiorare la situazione.

Se la situazione non è seria e il medico è d’accordo, prima di iniziare a prendere antidolorifici o anti infiammatori, proviamo a correggere l’alimentazione per qualche giorno e vediamo se otteniamo dei benefici.

L’attenzione all’alimentazione può essere anche affiancata da trattamenti quali fisioterapia, tecarterapia, ultrasuoni, ecc.

Per chi invece decide di tentare strade alternative come agopuntura, shiatzu, yoga, ecc, un’alimentazione naturale e di base vegetale, sarà di grande aiuto per velocizzare l’efficacia di questi trattamenti, perché le energie sottili si muovono meglio in un corpo alleggerito dal cibo animale.

 

Indice dei contenuti:

Perché l’alimentazione può essere utile?

Decontrarre e disinfiammare sono i due fattori chiave per qualsiasi tipo di dolore.

L’alimentazione, da questo punto vista, ha un grande impatto, perché può creare infiammazione e contrazione oppure il contrario. Attraverso l’alimentazione possiamo quindi scegliere cibi con effetto anti infiammatorio e rilassante.

Il segreto: decontrarre e disinfiammare

La maggior parte dei dolori alla schiena traggono beneficio da trattamenti che rilassano i muscoli, sciogliendo le tensioni. Persino il dolore al nervo sciatico può migliorare rilassando i muscoli.

Il fatto che per questi dolori ci vengano prescritti degli anti infiammatori e a volte dei miorilassanti, ci dice che l’infiammazione e il rilassamento sono due cardini importanti su cui lavorare.

Se utilizziamo spesso cibi che infiammano e creano contrazione e tensione nel corpo, avremo sicuramente un peggioramento dei sintomi dolorosi. Vediamo quali cibi evitare o ridurre.

Cibi che creano tensione e irrigidiscono muscoli, tendini e articolazioni:

  • Salumi
  • Uova
  • Carni rosse e bianche
  • Prodotti da forno (pane, pizza, focacce, crackers, fette biscottate, biscotti, ecc.)
  • Eccesso di sale
  • Eccessivo consumo di gallette

Cibi che creano infiammazione:

  • Salumi
  • Carni rosse e bianche (il pesce in misura minore, se poi è azzurro ha grassi polinsaturi antinfiammatori)
  • Farine raffinate
  • Zuccheri raffinati
  • Caffè
  • Alcol
  • Bevande zuccherate
  • Solanacee (melanzane, pomodori, peperoni, patate)
  • Glutine (l’eccesso!)
  • Tutti i cibi acidificanti

Cibi che rilassano il corpo, alleviando la tensione muscolare:

Cibi che riducono l’infiammazione:

  • Riso integrale
  • Verdure (soprattutto quelle a foglia verde scuro e cipolle)
  • Legumi
  • Alghe
  • Pesce azzurro (per via dei grassi polinsaturi)
  • Kuzu
  • Mirtilli e ribes
  • Zenzero fresco
  • Semi oleosi
  • Oli ricchi di omega 3
  • Tè verde
  • Tutti i cibi alcalinizzanti

Ultime considerazioni su dolore e alimentazione

Nel libro Il cibo dell’uomo, il Prof. Berrino spiega come la consistenza morbida e cremosa, abbinata al sapore dolce, abbia un effetto positivo sul dolore, riducendone l’intensità.

Quindi è meglio scegliere dolci morbidi e cremosi, piuttosto che quelli secchi e duri come torte, biscotti, ecc.

E’ bene preferire quindi creme e budini. Ottimi i cosiddetti Kanten, utilizzati nella cucina macrobiotica per soddisfare la voglia di dolce in modo sano e leggero. Il kanten è una gelatina di frutta a base di agar agar, che possiamo frullare per ottenere una crema o mousse...morbida e cremosa!

Infine sembra che le solanacee peggiorino il dolore, soprattutto quello articolare. Quindi usiamole raramente.

E’ importante capire che non esiste un singolo alimento in grado di risolvere il problema (e nessun altro problema di salute), ma è la sinergia dei vari cibi che avrà l’effetto benefico. E’ l’alimentazione nel suo complesso, naturale, integrale e principalmente vegetale, che aiuterà il corpo a rimettersi in equilibrio.

Bevanda di kuzu e malto di riso

Questo è un rimedio macrobiotico per rilassare il corpo e i muscoli 

Sciogliere 1 cucchiaino di kuzu in 1 bicchiere d’acqua fredda, mettere sul fuoco e portare a bollore mescolando. Quando inizia a bollire togliere dal fuoco e aggiungere 1 cucchiaino di malto di riso.

Bere caldo.

Ti consigliamo...


Dealma Franceschetti è foodblogger, autrice, insegnante di cucina e consulente macrobiotica. Diplomata a La Sana Gola di Milano, tiene corsi di cucina macrobiotica vegana, conferenze, seminari e consulenze personalizzate. Il suo blog "La via macrobiotica" è diventato il...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Ultimo commento su Mal di schiena e alimentazione

icona

vanessa illuminato

Illuminante

Non si smette mai di imparare.Alcune informazioni del presente articolo però già le conoscevo e per esperienza personale, posso affermare che mangiando vegano si migliora se afflitti da dolori di schiena o reumatici. Consiglio a tutti di mangiare in modo sano e pulito.

Recensione utile? (0 )

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste