+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-19, Sab 08-12

Il futuro nel Transumanesimo

di Dea (Shazarahel) 9 mesi fa


Il futuro nel Transumanesimo

Quinta e ultima parte di 5 puntate

Concludiamo il nostro percorso all'interno del Transumanesimo, volgendo uno sguardo al futuro, e in particolare all'immortalità che ci promettono i robot. Siamo pronti per essere immortali?

Vai alla Prima Parte

Vai alla Seconda Parte

Vai alla Terza Parte

Vai alla Quarta Parte

In questo articolo parliamo di...

Quasi Umani — Libro

€ 7,13 € 7,50 (5%)

Evoluzione non Autorizzata — Libro

(5)

€ 15,11 € 15,90 (5%)

Io, Robot — Libro

€ 13,30 € 14,00 (5%)

Indice dei contenuti:

Esplorazione di nuovi mondi

Un altro tema caro alla tradizione ebraica che emerge nei romanzi di fantascienza di Asimov, è quello dell'esplorazione e della colonizzazione di nuovi mondi: l'uomo è sempre alla ricerca di una nuova “terra promessa”. Potremmo ironicamente dire che l'ideale “sionista” allora non riguarderà più la ristretta terra d'Israele ma verrà esteso all'intera galassia!

I Terrestri si stanno espandendo su nuovi mondi, con l'intenzione di occupare tutta la Galassia. L'umanità deve espandersi, in qualche modo, se vuole continuare a svilupparsi. Una delle vie di espansione è nello spazio, attraverso una costante esplorazione di nuovi mondi.

“Mio figlio, spero, sbarcherà un giorno o l'altro su un altro mondo.”

Nei romanzi di Asimov troviamo due diverse tendenze ideologiche: quella degli Umanisti, i quali credono che siano gli uomini a dover colonizzare nuovi pianeti, e quella dei Globalisti, i quali credono che siano i robot a dover colonizzare nuovi pianeti a vantaggio degli esseri umani. I robot-coloni dovrebbero ricostruire l'equivalente di un mondo terrestre su altri pianeti.

[I robot-coloni] dovranno essere ancora più umani. Dovranno esistere nei due sessi, e dovranno avere l'equivalente di bambini […] Saranno bambini artificiali, che non cresceranno mai, non diventeranno mai adulti.

Immortalità

Appartengo ad una generazione alla quale modelli di immortalità alternativi a quelli tradizionali sono stati proposti.

Ricorderò sempre una puntata del cartone animato di fantascienza Galaxy Epress 999 che mi turbò fortemente e che mi rimase fortemente impresso per il resto della mia vita. Si tratta di quando Masai, il giovane protagonista della storia scritta da Leiji Matsumoto, in una tappa del suo viaggio intergalattico sbarca sul pianeta Andromeda, dove gli abitanti vivono eternamente, in quanto possiedono un corpo meccanico che può essere continuamente riparato o sostituito.

Plutone è un'immensa tomba planetaria dove i corpi umani, rimpiazzati dai corpi artificiali, sono incastonati nel ghiaccio. Masai è un ragazzo terrestre, appartenente alla casta dei poveri, i quali non avendo i mezzi per potersi permettere un corpo meccanico, sono mortali. Masai viaggia per l'universo alla ricerca di un trapianto in un corpo meccanico, per poter diventare immortale.

Sbarcato su Andromeda, vedrà gli effetti negativi dell'immortalità: le persone muoiono di noia, ciondolano per le strade inerti, non lavorano e non studiano, vittime del tedio e dell'apatia. L'incontro con diversi androidi i quali rimpiangono la rinuncia alla loro umanità, lo convincono a voler restare mortale.

Effettivamente le conseguenze che l'applicazione di queste tecnologie potrebbero avere sull'equilibrio degli interi ecosistemi, potrebbero essere catastrofiche se, parallelamente a questo progresso tecnico, non avverrà anche un progresso della coscienza umana.


Se la scienza si occupa del corpo e della materia che lo compone, le antiche dottrine spirituali, veicolate all'interno delle diverse religioni, mostrano di avere una conoscenza della sfera intima e spirituale dell'essere umano, della sua natura divina.


Solamente quando questi due tipi di conoscenza viaggeranno insieme e saranno reciprocamente integrati, restituendo una visione globale dell'uomo, troveremo la strada dell'autentica immortalità fisica e spirituale.

Rendere immortale il corpo di un essere umano infelice o perverso, significherebbe soltanto prolungare indefinitamente la sua agonia. Non siamo ancora pronti per affrontare un cambiamento di questo tipo.

La morte è programmata nelle nostre cellule. Fa parte del progetto. Ha dunque un senso ed una funzione all'interno del processo evolutivo.

L'universo intero si fonda sulla legge del continuo e perpetuo mutamento, cambiamento. Dobbiamo varcare tappe fondamentali, prima di poter gestire l'immortalità fisica.

E fintanto la nostra coscienza collettiva non avrà compiuto un salto evolutivo, la morte ci sarà ancora necessaria.

Queste nuove tecnologie che promettono di rallentare l'invecchiamento fanno gola, in quanto annunciano ingenti guadagni ed una vera industria dell'eterna giovinezza che potrebbe fruttar fior di quattrini e, se l'immortalità sarà in potere di pochi ricchi e potenti, presto si instaurerebbero delle caste, fra immortali e mortali.

E se a detenere il dominio dell'immortalità fossero persone malvagie, saremmo dominati da eterni tiranni da cui neppure la morte ci libererà. I suicidi diventerebbero una forma di scelta libera della morte, in quanto non tutti saprebbero gestire la noia.


Avendo a disposizione l'eternità, non avremmo più la morsa del tempo ristretto a spronarci ad agire.


Se diventassimo immortali, le conseguenze sull'intero pianeta sarebbero immediate, gli ecosistemi sarebbero compromessi, la sovrappopolazione sarebbe tale da rendere immediatamente scarse le risorse alimentari. La procreazione diventerebbe sempre più rara. La scarsità di riproduzione porterebbe inevitabilmente ad un minor uso della sessualità.

Avremmo bisogno dunque di persone capaci di alimentarsi in modo diverso, di ricaricarsi dell'energia necessaria al proprio metabolismo non attraverso il cibo, ingerendo altri esseri viventi.  Persone evolute, persone che abbiano integrato il meglio delle virtù umane, persone di alto livello spirituale che sappiano rinnovarsi continuamente, flessibili ai cambiamenti, capaci di permanere in un costante stato di dinamico mutamento, senza aver bisogno dell'agente mutante per eccellenza costituito dalla morte.

Conclusione

Quale differenza ci sarà fra una macchina intelligente ed autocosciente ed un umano, qualora entrambi siano programmati?

A partire da tutte le considerazioni fatte sinora, potremmo ritrovarci nello scenario paradossale in cui gli uomini-robot vengano soggiogati da robot-consapevoli. La libertà sarà l'unico elemento discriminante. L'unico modo per non esser sopraffatti dalla tecnologia è di coltivare e custodire la libertà consapevole degli individui.

Cos'è la Libertà? La libertà è la capacità di determinare azioni consapevoli, la capacità di generare da sé il contenuto del proprio operare, scevro da ogni condizionamento esterno culturale e sociale.

Potremmo dire che la misura della Libertà di un individuo è proporzionale al suo grado di deprogrammazione e al grado di libera espressione della propria unicità, peculiarità, singolarità, esclusività.

Per questa ragione, la sfida transumanista possiamo gestirla solamente salvaguardando la libertà dell'individuo e preservando questa libertà da ogni deriva autoritaria, totalitaria e dittatoriale. Libertà anche di disobbedire e di errare.

Si dice “errare” è umano. Errare nel senso di dare spazio all'errore e di perdersi errando per sentieri sconosciuti ed inesplorati. Dubbio ed errore sono l'ambito delle infinite probabilità dentro cui si generano le idee creative, dove nasce ogni novità.

La salvaguardia della Libertà è il baluardo della nostra umanità. 

Di qui l'urgenza di sviluppare la coscienza umana parallelamente al progresso scientifico, nel contesto di una scienza etica che sia solo a servizio del bene dell'uomo, compito ambizioso che il Progetto Madaat da me fondato persegue ormai da anni.

Per approfondire puoi leggere...

1984 — Libro

(24)

€ 11,40 € 12,00 (5%)

Quasi Umani — Libro

€ 7,13 € 7,50 (5%)

Evoluzione non Autorizzata — Libro

(5)

€ 15,11 € 15,90 (5%)

Io, Robot — Libro

€ 13,30 € 14,00 (5%)

Cyberuomo — Libro

(2)

€ 17,67 € 18,60 (5%)

Tecnoschiavi — Libro

€ 14,16 € 14,90 (5%)


Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi novità, sconti, promozioni speciali riservate e un premio di 50 punti spendibili sul sito.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Non ci sono ancora commenti su Il futuro nel Transumanesimo

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI NSIIURR
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.