+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

I molteplici benefici del Kefir Fai-Da-Te

  23 giorni fa


I molteplici benefici del Kefir Fai-Da-Te

Tutti i vantaggi del kefir preparato a casa con un’occhio di riguardo all’ambiente

Quante volte ci sarà capitato di avere la sensazione di pienezza, pesantezza, di non aver digerito bene, di soffrire di irritazioni intestinali.

La vita frenetica di tutti i giorni, la cattiva alimentazione, la sedentarietà, sono tutti fattori che possono alterare il corretto funzionamento del nostro intestino, creando un senso di malessere generale.

Per uscire da queste situazioni, a volte anche molto fastidiose, possiamo intervenire sia migliorando il nostro stile di vita, sia utilizzando degli alimenti detti probiotici che possono aiutare il nostro organismo a ricostituire il giusto equilibrio della flora batterica intestinale.

Il probiotico naturale più utilizzato è lo yogurt, ma ancora più potente è il kefir, una bevanda originaria della regione del Caucaso, dove tradizionalmente veniva preparata facendo fermentare i granuli di kefir con il latte di mucca o di capra all’interno di una borsa di pelle di capra che veniva appesa alla porta di casa e ogni volta che si entrava si batteva sulla borsa, facendo mescolare il contenuto al suo interno.

In questo articolo parliamo di...

Indice dei contenuti:

Il kefir e le sue proprietà

Il kefir è una bevanda ricca di probiotici che si ottiene lasciando fermentare per circa 24 ore nel latte o nell’acqua delle colture vive, chiamate granuli di kefir.

I granuli sono costituiti da ceppi di batteri probiotici (fino a 40 ceppi diversi), da colture di lievito e da carboidrati complessi idrosolubili. Durante il processo di fermentazione, i microorganismi convertono gli zuccheri presenti nel latte (il lattosio) o aggiunti all’acqua trasformandoli in acidi organici, gas e alcol.

Il risultato è una bevanda acidula (kefir di latte) o leggermente frizzante (kefir di acqua), che può essere arricchita con aromi o frutta per adattarla ai propri gusti personali.

Una volta ottenuto il kefir, i granuli potranno essere utilizzati per una nuova preparazione.

Nel tempo i granuli si moltiplicano e si accrescono. La parte eccedente può essere conservata o donata ad altre persone.

I benefici del kefir sul nostro organismo sono numerosi. I microorganismi vivi del kefir si depositano nell’intestino e aiutano a mantenere l’equilibrio della flora intestinale.

Il kefir di latte, grazie all’apporto di calcio e vitamine, contribuisce al mantenimento della salute delle ossa; presenta un ricco contenuto di amminoacidi, quindi è adatto per i bambini, gli sportivi, per le donne in gravidanza e in allattamento.

Inoltre, in conseguenza della conversione degli zuccheri del latte, il kefir di latte può essere consumato anche da chi è intollerante al lattosio, seppur in quantità non troppo elevate. Il kefir è molto usato anche in diete vegane, perché le colonie batteriche e i lieviti presenti nei granuli (di latte) sono in grado di fermentare anche nel latte vegetale come il latte di soia o il latte di cocco.

Il kefir d’acqua, ottenuto da granuli chiamati tibicos, possiede tutte le qualità del kefir di latte, pur contenendo al suo interno un numero di microorganismi inferiore rispetto al kefir di latte. Può essere assunto da tutti, anche da chi è allergico al latte e suoi derivati, può essere arricchito con spremute o succhi di frutta per ottenere una bevanda ancora più gradevole.

I granuli di Kefir

Granuli di kefir di latte

Preparare il kefir a casa

Da tempo nei supermercati si trovano in vendita nel banco frigo bevande a base di latte di kefir, che possono essere consumate in più giorni avendo una scadenza piuttosto lunga.

E allora perché preparare il kefir a casa? Perché spendere il nostro tempo nella misurazione dei granuli, nella scelta del latte migliore o dello zucchero da aggiungere all’acqua?

La risposta è semplice: preparare il kefir a casa dà l’opportunità di raggiungere le condizioni ottimali del processo di fermentazione, dando la possibilità di adattarla ai propri gusti personali.

Inoltre il kefir preparato a casa è molto più ricco di probiotici rispetto a quello industriale, in quanto quest’ultimo subisce un processo di pastorizzazione prima della messa in commercio con conseguente eliminazione di una parte dei batteri vivi. Nei prodotti industriali la fermentazione è arrestata per evitare la proliferazione di altri microorganismi che, continuando a produrre gas, potrebbero provocare l’esplosione delle bottigliette.

Un altro fattore molto importante da considerare, oltre alla maggior varietà di batteri presenti nel kefir fatto in casa, è anche che le colture dei batteri possono cambiare nel tempo, arricchendosi di alcuni ceppi e variando le quantità di altri; in questo modo, a seconda delle condizioni ambientali o dei periodi di fermentazione, si otterrà un kefir mai uguale in tutto e per tutto a quello precedente.

Per questi motivi preparare il kefir a casa utilizzando i granuli risulta il modo migliore per ottenere una varietà più ampia possibile di probiotici adattando il sapore, il grado di acidità o di frizzantezza ai propri gusti personali.

Per fare il kefir di latte ad esempio si può lasciar fermentare i granuli per 12, 24 o 36 ore, saremo noi a decidere il grado di fermentazione che più ci si addice, in base alla densità, al gusto o al livello di acidità. Potremo poi decidere di arricchire il nostro kefir con del succo di frutta o con del limone oppure trasformare il kefir in un buon formaggio probiotico.

Per preparare il kefir a casa sono necessari solo pochi strumenti:

  • un contenitore di vetro che si possa chiudere lasciando passare un po' di aria,
  • un colino,
  • un bastoncino per mescolare i granuli.

Ci viene in aiuto il Kefir Maker di Kefirko, uno strumento innovativo che riesce a facilitare tutto il procedimento di preparazione del kefir e risulta anche molto igienico da utilizzare.  Gli accessori come lo spremiagrumi, il bastoncino per mescolare e il raschietto, realizzati in materiale plastico BPA free, danno la possibilità di migliorare la qualità del nostro kefir, facilitando anche il processo di separazione dei granuli dal kefir.

Preparare il kefir a casa quindi risulta estremamente facile: basta versare nel contenitore di vetro i granuli, aggiungere il latte o l’acqua zuccherata, chiudere con il coperchio realizzato appositamente per far passare la giusta quantità di aria e lasciar fermentare per 24 – 48 ore.

Al termine della fermentazione e una volta filtrato, si potrà bere subito il kefir, utilizzarlo per preparare altre pietanze oppure riporlo in frigorifero per altre 24 ore nell’apposito contenitore di vetro per la fermentazione secondaria di Kefirko, ottenendo così una ulteriore riduzione degli zuccheri e ampliando lo spettro di probiotici all’interno della bevanda.

Kefir d'acqua autoprodotto

Un aiuto per l’ambiente

Fare il kefir a casa non dà solo la possibilità di adattare il kefir ai nostri gusti personali e ottenere il massimo dei probiotici, ma è anche un’ottima soluzione per risparmiare e dare una mano all’ambiente in quanto:

  • Si producono meno rifiuti perché vengono eliminati tutti gli imballaggi dei kefir industriali venduti nei supermercati
  • I granuli possono essere riutilizzati infinite volte portando quindi ad un risparmio di denaro (si acquista solo il latte o lo zucchero per preparare il kefir)
  • Si utilizzano materiali riciclabili al 100% come il vetro, che non rilascia sostanze tossiche

Tutte queste caratteristiche rendono il Kefir Maker di Kefirko un prodotto ecosostenibile e amico dell’ambiente.

Vai ai prodotti Kefirko ›


L’idea del Kefirko è nata dalla consapevolezza che fare il kefir a casa talvolta è complicato: poche sono le persone che riescono a dedicarvisi ogni giorno. Ecco il perché di questo strumento unico, facile da usare e che rende il procedimento semplice ed efficiente.Alla...
Leggi di più...

Dello stesso editore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su I molteplici benefici del Kefir Fai-Da-Te

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.