800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Depurazione autunnale: tutte le piante e i rimedi per ritrovare la bellezza e il benessere

di Romina Rossi 1 mese fa


Depurazione autunnale: tutte le piante e i rimedi per ritrovare la bellezza e il benessere

L'autunno è la stagione ideale per disintossicare l'organismo dalle tossine, e prepararsi ad affrontare l'inverno aumentando le difese immunitarie!

L'autunno è la stagione di passaggio fra l'estate e l'inverno. Durante questa fase la natura si libera di ciò che non serve più per affrontare nel modo migliore la stagione più fredda.

Anche il nostro fisico nei periodi di passaggio si modifica. Perché risente del cambio di energia generale.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, in questa fase siamo sotto il governo di Polmone e Intestino Crasso. Sono gli organi che formano la loggia Metallo. Una delle funzioni di questi due organi è regolare i rapporti fra interno ed esterno attraverso la pelle. La loro funzione è di conservare ciò che serve e di liberarsi del superfluo. Allo stesso modo di quanto fa Madre natura!

Ciò significa che l'organismo tende a liberarsi dalle tossine e dai liquidi in eccesso accumulati durante l'anno. Ed è fondamentale che ciò avvenga, così da poter aumentare le potenzialità del sistema immunitario.

C'è un altro vantaggio nel fare pulizia interna. Ripulendo l'organismo, abbiamo la possibilità di fare spazio al nuovo anche a livello psichico. Come avviene in natura, anche per noi l'autunno è il periodo più indicato per lasciare andare tutto ciò che emotivamente non serve più. E fare tesoro delle nuove esperienze vissute per la nostra crescita personale.

Indice dei contenuti:

Come depurare l'organismo

Per aiutare la depurazione del nostro organismo possiamo ricorrere a diverse piante. Sono quelle che agiscono come drenante di organo, tramite cioè una pulizia profonda.

In autunno sono indicate quelle con il sapore amaro, proprio perché la loggia Metallo predilige questo sapore.

Fra le piante amare che ci aiutano a depurarci, ci sono:

  • il tarassaco, forse il depurativo stagionale per eccellenza. Favorisce la produzione e la stimolazione della bile. E agisce sul fegato, il principale organo deputato alla depurazione. È qui infatti che convogliano le tossine che accumuliamo con l'assunzione di farmaci, alcol, additivi contenuti nei cibi industriali e sostanze tossiche ambientali. Liberandosi del carico di tossine che lo intasa, il fegato espleta meglio le proprie funzioni e rende il sistema immunitario più reattivo. La presenza di inulina nelle radici aiuta a mantenere attiva la flora batterica intestinale. Agisce quindi anche come ottimo prebiotico. Attenzione ad assumerlo se ci sono occlusioni alle vie biliari o calcoli;
  • il carciofo ha proprietà depurative e decongestionanti. Aiuta l'attività epatica e depura l'organo dalle tossine. Favorisce anche la normalizzazione dei tassi di colesterolo. La maggiore secrezione di acidi biliari permette l'eliminazione del colesterolo attraverso le feci, andando ad abbassarne i livelli nel sangue;
  • la bardana ha un alto contenuto di inulina. Pur essendo un polisaccaride, che dà il fruttosio, l'inulina non ha molta influenza sulla glicemia. Quindi può essere utile nei casi di diabete e di turbe del metabolismo glucidico. Questa pianta ha una interessante azione diuretica, sudorifera e stimolante del fegato e dei reni. La sua azione antimicrobica, depurativa e drenante la rende un ottimo prodotto contro l'acne. Questa è infatti spesso associata a una situazione di intossicazione, all'alterazione della flora batterica intestinale e a disordini ormonali;
  • il cardo mariano combatte le intossicazioni epatiche. E rigenera le cellule del fegato. Il contenuto di silimarina, un insieme di principi attivi, ha infatti proprietà epatoprotettiva e antiossidante. Utile per contrastare l'azione nociva dei radicali liberi, grazie a una maggiore rigenerazione cellulare.

Possiamo assumere queste piante, singolarmente oppure combinate fra loro, in forma di tisana, tintura madre o compresse.

Altre piante che aiutano a rigenerare l'organismo

A parte le piante amare che agiscono specificatamente sulla depurazione del fegato, possiamo ricorrere a tante altre piante per la nostra depurazione. Eccone alcune:

  • l'aloe vera, il cui succo ha importanti proprietà disintossicanti. Ha anche azione antinfiammatoria e lenitiva soprattutto della mucosa gastrica ed enterica. Attenua quindi le malattie infiammatorie gastrointestinali. La presenza di antrachinoni la rende un ottimo lassativo naturale, in grado di stimolare la peristalsi intestinale;
  • la linfa di betulla agisce soprattutto sul sistema linfatico, andandolo a depurare dalle tossine che qui si accumulano. Ricca di minerali come fosforo, calcio e magnesio è un ottimo drenante. Contribuisce anche ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue;
  • l'ortica, che fin dall'antichità vanta famose virtù depurative. Pulisce il tubo digerente dai ristagni e dai catarri che qui possono stazionare creando raffreddore e muco in inverno. Stimola la digestione e il metabolismo attraverso la rivitalizzazione di stomaco, intestino, pancreas, fegato e cistifellea. È un buon mineralizzante dell'organismo, indicato per chi è più predisposto a rachitismo, carie dentarie, fragilità delle unghie e decalcificazione ossea. In commercio si trova sia in forma di tisane sia di succo;
  • l'equiseto è una pianta molto ricca di sali minerali. Fra questi vi è il silicio, noto per la sua capacità di rigenerazione dell'osso e di deposito di calcio nelle ossa. Oltre a ciò il pregio dell'equiseto è di migliorare gli inestetismi causati da cellulite e ritenzione idrica. È infatti un diuretico volumetrico, grazie al quale viene eliminata molta acqua senza intaccare l'equilibrio degli elettroliti. In tisana, insieme all'ortica, contrasta la caduta dei capelli e rinforza il tessuto connettivo. Fatto a cicli stagionali, l'equiseto aiuta a prevenire l'osteoporosi post menopausa;
  • lo zenzero è anch'esso un valido depurativo. Digestivo, favorisce la flora batterica intestinale e contrasta colite, diarrea e stipsi. Utile contro i raffreddori, poiché è in grado di sciogliere il muco e liberare i bronchi.

Aiutiamoci anche con l'alimentazione

Oltre all'assunzione di tisane, capsule o tinture madri, la depurazione passa anche dalla tavola. In questo particolare periodo dell'anno, prepariamoci all'inverno portando sulla nostra tavola alimenti che non appesantiscano il carico di tossine. Sì quindi a frutta e verdura di stagione. Contenendo antiossidanti, hanno azione depurativa e rinforzante. E contrastano la formazione dei radicali liberi.

Possiamo fare zuppe usando i cereali integrali, ma anche miglio, quinoa e amaranto.

In genere con l'arrivo dell'autunno è preferibile usare metodi di cottura che "scaldano". Sì, quindi, a cotture più prolungate rispetto all'estate, in forno o in padella.

Cerchiamo invece di limitare l'assunzione degli zuccheri e dei carboidrati semplici, come pasta, pane o pizza. Questi, insieme ai cibi di natura fredda - latticini e cibi fritti - causano umidità e, di conseguenza, ristagni di muco e catarro.

Ti consigliamo...


Romina Rossi, giornalista pubblicista, fa parte della redazione della rivista “Vivi Consapevole”. L’amore per la Natura e la curiosità di capire i complicati e delicati meccanismi di funzionamento dell’uomo, la portano a intraprendere studi di Naturopatia all’Istituto di Medicina...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Depurazione autunnale: tutte le piante e i rimedi per ritrovare la bellezza e il benessere

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste