+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Vitamina C per l’inverno: 3 piante che la contengono naturalmente

di Romina Rossi 8 giorni fa


Vitamina C per l’inverno: 3 piante che la contengono naturalmente

Come prevenire raffreddore, influenza e malattie da raffreddamento

Fra i rimedi più efficaci per proteggere e sostenere l'organismo e prevenire malattie da raffreddamento e influenza c'è la vitamina C.

Si tratta di una sostanza naturale in grado di proteggere l'organismo e rinforzare le difese, in modo da renderlo più resistente ai periodi in cui è più facile ammalarsi.

Vediamo perché è utile per fare prevenzione e dove possiamo trovare quella naturale, meglio assimilabile dal nostro organismo.

In questo articolo ti consigliamo...

Indice dei contenuti:

Prevenire è meglio che curare

Vi siete mai chiesti come mai è più facile ammalarsi in inverno che in altre stagioni? La causa principale è nella differenza di temperature fra interno ed esterno. In questi casi, però, a fare la differenza è il nostro sistema immunitario: se è forte, non importa con quanti virus veniamo a contatto, il nostro organismo sarà in grado di debellarli. Al contrario, se l’organismo è indebolito da fattori differenti (flora batterica debole, stress e così via) è più facile che virus abbiano la meglio e noi finiamo con l’ammalarci.

Per aiutare il sistema immunitario a rimanere forte e prevenire le malattie invernali possiamo ricorrere a dei rimedi che lo sostengono naturalmente perché agiscono sulle sue componenti, rendendolo più resiliente. Fra questi la vitamina C, o acido ascorbico, è senz’altro uno dei rimedi più usati fin dai tempi antichi.

Vitamina C: a cosa serve

Come tutte le vitamine anche la C ha uno spettro d'azione molto ampio, e ricopre un ruolo fondamentale per il nostro organismo.

Fra questi, oltre all'influenza sul sistema immunitario, va segnalata la sua azione:

  • sul metabolismo del ferro: il suo ruolo è quello di rendere assorbibile il ferro che assumiamo con l’alimentazione, così che l’organismo lo possa utilizzare per i propri processi metabolici;
  • sull'apparato digerente: dove ha un’azione protettiva, poiché impedisce che i nitriti, sostanze contenute in molti alimenti come additivi alimentari, vengano trasformati in nitrosamine, che sono delle molecole che sono pericolose per la nostra salute;
  • protettiva contro il diabete: secondo diversi studi l’acido ascorbico è in grado di ridurre la glicemia postprandiale. I ricercatori concludono lo studio affermando che i diabetici possono utilizzare vitamina C come terapia di supporto ai farmaci per un migliore controllo del diabete. Inoltre, lo stesso studio ha messo in evidenza che anche i livelli di pressione sanguigna vengono notevolmente migliorati, soprattutto in chi tende ad averla alta;
  • contro i disturbi cardiovascolari: avendo azione antiossidante, la vitamina C protegge l’organismo dai danni dell’ossidazione. Allo stesso modo, ostacola la trasformazione del colesterolo buono in colesterolo cattivo: così facendo, aiuta a proteggere il cuore dal rischio di malattie cardiovascolari anche grazie al fatto che rinforza le pareti de vasi sanguigni.

L'integratore di vitamina C preferito dai nostri clienti

Vitamina C 500

Integratore alimetare a base di Vitamina C

(76)

Vitamina C 500 Integratore alimentare a base di Vitamina C utile per colmare le carenze alimentari o gli aumentati fabbisogni organici di tale nutriente. La vitamina C è utile per rinforzare le difese immunitarie e prevenire malattie da...

€ 15,50 € 13,18 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

I segni che indicano una carenza di acido ascorbico

Come ci si accorge se i livelli di vitamina C sono bassi? L’organismo ci manda dei segnali che spesso, non sono collegati alla carenza vitaminica. Se l’evidenza più comune è la comparsa di scorbuto, una malattia che per fortuna oggi non è più diffusa (che si presenta con anemia, emorragie e iper-pigmentazione cutanea) ci sono altri segnali che possono indicare che le scorte di questa vitamina idrosolubile sono basse. Eccone alcuni:

  • stanchezza,
  • affaticamento,
  • inappetenza,
  • dolori muscolari,
  • aumento sensibilità alle infezioni,
  • capelli secchi e fragili.

Alcuni studi mettono in relazione bassi livelli di vitamina C con una maggiore predisposizione all'aterosclerosi, a causa del maggiore stato ossidativo generale dell’organismo e per la maggiore lesione dei vasi.

Vitamina C naturale: 3 rimedi naturali

In natura ci sono molte piante e frutti che contengono naturalmente vitamina C.

Ve ne segnalo 3 che contengono vitamina C in quantità elevate.

1. Camu camu

Pare che questo frutto tropicale, il cui nome botanico è Myrciairia Dubia, sia quello con la più alta concentrazione di vitamina C: ne vanta 2145 milligrammi per 100 g.

Cresce spontaneo nella foresta amazzonica e forma dei frutti dal colore che variano dal giallo al rosso, che hanno un sapore aspro, ma che è molto apprezzato dalle comunità locali, sia come alimento, consumato una volta essiccato, che come rimedio terapeutico, in grado di curare infezioni, febbre e disturbi della vista.

Gli estratti del camu camu sono efficaci sia da utilizzare come rimedio di prevenzione che in fase di acuto, per aiutare l'organismo a liberarsi più in fretta di influenza, mal di gola, raffreddore o malanni di stagione.

Ha inoltre proprietà antivirali e antinfiammatorie, ed è considerato un antiallergico naturale, utile per coloro che soffrono di allergie stagionali.

Alcuni studi mettono in evidenza che è in grado di prevenire la degenerazione della macula, la zona centrale della retina, che quando non è più funzionale, che può portare a perdita della vista. Secondo questi studi, la degenerazione maculare sarebbe legata a una carenza vitaminica, fra cui anche la C.

Aiuta anche a prevenire la formazione delle placche aterosclerotiche e riequilibra il tono dell'umore.

2. Acerola

Al secondo posto per contenuto di vitamina C si trova l'acerola (Malpighia glabra), o ciliegia delle Barbados. Si tratta di una ciliegia che cresce in Sud America, dal sapore acidulo, che in passato era utilizzata dai marinai, durante i lunghi viaggi in mare, per proteggersi dallo scorbuto.

L'acerola è utile per rinforzare il sistema immunitario e anche per prevenire i malanni di stagione, come raffreddore e influenza: stimola la produzione di globuli bianchi, che rappresentano la barriera difensiva del nostro organismo, in grado di combattere l’azione dannosa degli agenti patogeni.

Grazie alla presenza della vitamina A, l'acerola è utile anche per alleviare i disturbi della vista, aiutando a prevenire le malattie degenerative.

Contenendo anche potassio, può aiutare a tenere in salute il cuore. Il potassio infatti è un vasodilatatore, che permette di mantenere l’elasticità delle vene e dei vasi sanguigni, così che il sangue possa fluire senza ostacoli. In altre parole, l’acerola può aiutare nella prevenzione di aterosclerosi e impedire conseguenti malattie cardiache.

Acerola C

(15)

€ 17,60

Succo di Acerola 500ml – Puro al 100%

(16)

€ 18,90 € 21,00 (10%)

3. Rosa canina

Fra le piante di casa nostra ad alto contenuto di vitamina C, spicca la rosa canina, una pianta selvatica le cui bacche sono da sempre usate come fonte naturale di vitamina C ma anche di vitamina A, che insieme permettono di prevenire le infezioni da batteri e virus.

Questa pianta ha proprietà immunomodulante, cioè in grado di regolare la risposta immunitaria dell’organismo, in base alle necessità e alle condizioni generali.

Le bacche di rosa canina aiutano il sistema immunitario a combattere eventuali infezioni anche recidivanti.

Contenendo sostanze antiossidanti e avendo anche effetti antinfiammatori, alcuni studi hanno messo in evidenza che la rosa canina ha azione benefica anche per alleviare i sintomi dell’artrosi.

La naturopata consiglia: la vitamina C per bambini

L’acido ascorbico è molto importante per la crescita e lo sviluppo dei bambini, che aiuta a mantenere un normale stato di salute.

Se il bambino non mangia tanta frutta e verdura potrebbe essere necessario fare una integrazione in modo che non vada incontro a carenze.

Il suo fabbisogno varia in base all’età: fino ai 3 anni sono necessari 35 mg al giorno, dai 4 ai 6 anni invece 45 mg, mentre dai 7 ai 10 anno sono necessari 60 mg giornalieri.

Disclaimer

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun modo il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire in manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.


Non ci sono ancora commenti su Vitamina C per l’inverno: 3 piante che la contengono naturalmente

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.