+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

Stipsi: come risolvere con i rimedi naturali

di Romina Rossi 11 mesi fa


Stipsi: come risolvere con i rimedi naturali

Le cause, i rimedi e i consigli per ritrovare il giusto ritmo intestinale negli adulti e nei bambini

L’irregolarità intestinale è uno dei problemi più comuni in adulti e bambini e, secondo gli studi clinici, fra questi, la stipsi è una condizione parecchio diffusa: interessa, infatti, fino al 25-30% della popolazione, in Italia riguarda circa 13 milioni di persone.

Vediamo in che modo si può ritrovare la regolarità intestinale.

Potrebbero interessarti...

Cento Regolarità - Compresse

(10)

€ 12,09 € 13,00 (7%)

I Granelli di Monelli

(12)

€ 10,00

Mirral Barbadensis

(1)

€ 33,90

Polvere di Inulina da Cicoria

(259)

€ 7,65 € 9,00 (15%)

Indice dei contenuti:

Stipsi: cos’è

Andare al bagno è una delle attività fisiologiche più importanti perché è attraverso urine e feci che eliminiamo le sostanze di scarto dal nostro organismo. La digestione, a seconda di quello che si mangia, può impiegare dalle sei alle ventiquattro ore: il bolo che si forma attraverso la masticazione viene spinto, con dei movimenti della peristalsi, lungo l’apparato digerente fino ad essere espulso in forma di feci.

Quando però questo movimento viene rallentato, per motivi diversi, l’evacuazione diventa più difficile, provocando un allungamento dei tempi, un disturbo che prende il nome di stipsi o stitichezza, una condizione che si verifica quando: 

  • la persona riesce ad andare in bagno meno di 3 volte a settimana,
  • l’evacuazione richiede sforzo, e molte persone riferiscono la sensazione di avere un “tappo”,
  • dopo l’evacuazione c’è sensazione di svuotamento incompleto,
  • le feci sono troppo dure, secche o hanno la consistenza di palline piccole (feci caprine).

Questo disturbo può essere transitorio, tipica ad esempio durante la gravidanza o quando si va in vacanza o in viaggio, oppure cronico che ha cause in altre malattie come il diabete, il morbo di Parkinson o le infiammazioni croniche intestinali.

Non è raro che le feci, in presenza di stipsi, siano con sangue: lo sforzo di dover espellere le feci e la loro consistenza dura può provocare il prolasso delle emorroidi oltre che un aumento della pressione sanguigna. Allo stresso modo, è frequente la stipsi con dolori addominali, anche se può presentarsi senza sintomi.

Stipsi: le cause

Cosa porta a soffrire di intestino pigro? Difficile dare un’unica risposta, perché fra i fattori che contribuiscono a un suo rallentamento sono tanti e completamente diversi: da quelli psicologici, a quelli alimentari, allo stile di vita troppo sedentario, allo stress, fino alla presenza di altre malattie, come l’ipotiroidismo. E chi soffre di stipsi può avere uno o più di questi fattori in contemporanea.

L'integratore per la stipsi preferito dai nostri clienti

I Granelli di Monelli

Può agire favorevolmente sulla regolarità del transito intestinale

(12)

I Granelli di Monelli vengono considerati un regolatore intestinale perchè la loro azione comincia nello stomaco e finisce nell'intestino. La senna, l'aloe e il rabarbaro contribuiscono alla regolarità del transito intestinale; la genziana, la...

€ 10,00

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Le conseguenze della stipsi

A parte il disagio e i dolori, ci possono essere altre conseguenze provocate dal transito rallentato. La massa fecale contiene infatti tossine e altro materiale di scarto, che rimanendo all’interno del nostro organismo, non fanno che “inquinarlo”. Il corpo cerca quindi di eliminare queste sostanze in altri modi, utilizzando altre vie (come ad esempio la pelle), ma quando questo non è possibile, si possono manifestare segni dovuti a questo accumulo di tossine. Ecco i principali:

  • affezioni della pelle,
  • artrite,
  • sovrappeso,
  • malassorbimento intestinale,
  • alitosi,
  • mal di testa,
  • insonnia,
  • stanchezza cronica,
  • sbalzi dell’umore.

Ricordati i fermenti lattici

Per un buon funzionamento del nostro intestino è fondamentale che la flora batterica, la grande colonia di batteri buoni presente in gran parte nel colon, sia in equilibrio. Questi batteri, però, sono facilmente danneggiabili e il rallentamento del transito intestinale è una delle cause. Uno squilibrio della flora batterica si traduce anche in un indebolimento generale delle nostre difese: nonostante ancora non si conoscano tutte le funzioni di questo organo, sappiamo che tenerlo in equilibrio contribuisce a farci restare in salute il più a lungo possibile.

Fermenti lattici e probiotici dovrebbero quindi essere assunti quando l’intestino fa i capricci.

Stipsi: i rimedi naturali

Per alleviare la stitichezza e ritrovare il giusto ritmo si può ricorrere a molti rimedi naturali: sono tante le piante che aiutano l’intestino a ritrovare la propria regolarità. Insieme a questi è sempre bene adottare un'adeguata alimentazione anti-stitichezza, bere molto e fare un po’ di attività fisica, che è sempre un toccasana.

1. Magnesio

Uno dei rimedi più efficaci è il magnesio. In caso di stitichezza, quello più adatto è il citrato di magnesio, o magnesio supremo. Questo minerale, infatti, agisce sulla stitichezza soprattutto quando questa è causata dallo stress e dalle tensioni eccessive. Aiutando a rilassare la muscolatura, sciogliendo le tensioni sia muscolari che emotive, il magnesio facilita anche il transito intestinale.

2. Triphala

La medicina ayurvedica può venire in aiuto in caso di stitichezza con la triphala, una combinazione di tre erbe indiane (Amalaki, Haritaki e Bibhitaki), che agiscono in sinergia per alleviare molti disturbi di salute.

In caso di stitichezza la si può assumere al mattino con un bicchiere d’acqua o in un’altra bevanda naturale: ha infatti effetto lassativo, grazie al naturale contenuto di antrachinoni, che aiutano la peristalsi intestinale, attraverso la stimolazione della bile e la contrazione della muscolatura liscia intestinale.

3. Manna

Ottenuta dalla linfa del frassino da manna, ha un effetto lassativo ma senza controindicazioni. Può quindi essere indicata per la stipsi nei bambini o nelle persone anziane. La linfa è infatti ricca di mannite e mucillagini che da un lato stimolano la peristalsi e, dall’altra, svolgono funzione antinfiammatoria della mucosa intestinale.

4. Senna (o cassia)

Gli estratti di questa pianta possono essere indicati per la stipsi ostinata.

Molto usata dagli Arabi nei secoli passati, si estrae dalla Cassia angustifolia, pianta originaria dell’Africa orientale, India e anche Arabia.

Contiene sostanze antrachinoniche, mucillagini e flavonoidi. Viene definita lassativo da contatto, poiché stimola la secrezione di acqua nel lume intestinale e facilita la motilità dell’intestino.

Si tratta di un rimedio che dovrebbe essere usato con cautela: il modo migliore è di usarlo in sinergia con altre piante che possono modulare il suo effetto e non assumerla per un tempo troppo prolungato, perché può creare assuefazione oltre che irritazione della mucosa intestinale.

È sconsigliata, inoltre, in caso di diverticoli e colon irritabile, nei bambini e in gravidanza.

Fai attenzione alla postura

Secondo gli studi, la nostra postura, quando siamo in bagno, non aiuta l’evacuazione: per un corretto svuotamento la posizione migliore è quella da accovacciati, come facevano i nostri nonni un tempo. In questo modo il colon si apre e le feci defluiscono meglio.

L’uso dello squatty potty permette di adottare una postura il più naturale possibile, simile a quella accovacciata, perché tiene sollevati i piedi così di svuotare completamente l’intestino.

Squatty Potty ® Ecco 7"

Panchetto ergonomico "Ecco 18 cm" per l'evacuazione delle feci

Non riesci ad evacuare completamente quando vai in bagno? Non è colpa tua. Gli esseri umani sono progettati per Accovacciarsi. "La posizione accovacciata è fin dalle origini dell'uomo la più naturale.. Il muscolo intestinale si raddrizza e...

€ 34,99 € 29,74 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

La naturopata consiglia: il punto di vista psicosomatico

Da un punto di vista psicosomatico la stitichezza può indicare un conflitto fra noi e il resto del mondo. Chi soffre di stipsi può avere maggiori difficoltà a lasciare andare – idee o credenze – trattiene emozioni o ha difficoltà ad accettare i cambiamenti o anche le novità. Si tratta di una persona che spesso si chiude nel proprio guscio, ha una personalità introversa, e fatica a mostrare apertamente i propri sentimenti.

Imparare a lasciare andare e ad aprirsi agli altri e accettare ciò che la vita ci presenta può essere d’aiuto per riequilibrare l’intestino.

Transition - Essenze Floreali Australiane

Per aiutare ad accettare i cambiamenti

(1)

Transition è un'essenza di fiori australiani combinati pensata per chi fa fatica ad accettare i cambiamenti, anche quelli naturali della vita. Condizioni negative: Difficoltà ad affrontare i maggiori cambiamenti nella vita Paura della morte...

€ 21,80

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Disclaimer

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl, sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie, e/ o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire la manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Non ci sono ancora commenti su Stipsi: come risolvere con i rimedi naturali

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.