+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

Sindrome metabolica: i rimedi naturali

di Romina Rossi 1 mese fa


Sindrome metabolica: i rimedi naturali

Come ritrovare la propria omeostasi, e prevenire una condizione che rischia di avere serie conseguenze sulla salute

Si parla sempre più spesso di sindrome metabolica che, dicono gli esperti, rischia di essere l’emergenza dei prossimi anni, per le complicazioni sulla salute che può provocare. Le ricerche dicono che ne soffre almeno il 50% degli adulti compresi nella fascia fra i 45 e i 60 anni, e che tale dato è destinato a salire.

Causata spesso da uno stile di vita errato, non è impossibile migliorare la condizione e i valori dei fattori che dovrebbero essere tenuti sotto controllo.

Scopriamo che cos’è, come si riconosce e che cosa si può fare per prevenirla o migliorarla.

In questo articolo ti consigliamo...

Indice dei contenuti:

Che cos’è la sindrome metabolica

Si parla di sindrome metabolica, detta anche Sindrome da insulino-resistenza, quando sono presenti due o più di questi fattori e disturbi che, insieme, possono peggiorare lo stato di salute della persona, fino a provocare malattie cardiovascolari:

  • sovrappeso o obesità, con presenza di grasso soprattutto addominale (o grasso viscerale),
  • pressione alta,
  • colesterolo e trigliceridi alti, soprattutto con colesterolo HDL (quello buono) basso,
  • iperglicemia,
  • iperuricemia, cioè elevata concentrazione di acidi urici nel sangue.

La presenza di 3 di questi fattori viene ritenuto un pericolo grave per la salute della persona.


È sopratutto lo stile di vita che causa l’insorgenza di queste malattie: una dieta squilibrata, ricca di zuccheri semplici e grassi e povera di nutrienti e fibre come quelle contenute nei vegetali o nei cereali integrali in chicco, l’abuso di alcol e la sedentarietà determinano un peggioramento di questi valori. Contribuiscono anche l’insulino-resistenza, la presenza di fegato grasso e le infiammazioni croniche.


Secondo le ricerche possono essere più inclini a sviluppare questa sindrome anche chi soffre di:

  • apnee nel sonno,
  • calcoli renali,
  • sindrome dell’ovaio policistico.

Le conseguenze sulla salute

Purtroppo spesso questa condizione viene trascurata, anche per il fatto che non si manifesta con sintomi o dolori che rischiano di peggiorare o limitare le normali attività quotidiane. La persona si sente bene, pur avendo valori alti o non nei parametri considerati normali.

Invece, sarebbe bene non sottovalutarla, perché le persone che ne soffrono sono più a rischio di sviluppare:

  • malattie cardiovascolari, ma anche renali ed epatiche, (il rischio è 4 volte più elevato rispetto a chi non ne soffre),
  • infarto e ictus,
  • diabete di tipo 2,
  • diversi tipi di tumore, fra cui quello alla mammella nelle donne e alla prostata nell’uomo.

Il sovrappeso è il fattore di rischio da tenere maggiormente in considerazione e la preoccupazione del mondo scientifico è rivolta ai bambini che sempre più spesso soffrono di obesità infantile e possono sviluppare la sindrome metabolica già molto prima dei 40 anni se lo stile di vita non viene corretto.

Curare lo stile di vita e l’alimentazione

Si tratta di due fattori fondamentali per poter vincere la sindrome metabolica: avere uno stile di vita sano, che includa dell’attività fisica quotidiana e un’alimentazione equilibrata sono alleati indispensabili che aiutano a tenere sotto controllo i valori alterati. Insieme, infatti, permettono di perdere peso e di ritrovare il proprio peso forma, ma anche di:

  • gestire meglio l’insulina,
  • ridurre i valori di grassi e zuccheri nel sangue,
  • ridurre la pressione arteriosa,
  • ridurre il grasso corporeo,
  • prevenire il diabete,
  • prevenire le malattie cardiovascolari.

Che tipo di alimentazione adottare? L’ideale è seguirne una a basso indice glicemico, che privilegia i grassi buoni, i vegetali e i cereali integrali in chicco, evitando invece farinacei e zuccheri raffinati, carni rosse o processate e troppo lavorate. Da consumare con moderazione sia zucchero che sale.

Se fai fatica a gestire un regime alimentare diverso, chiedi aiuto a un nutrizionista o a un dietista, così che possa aiutarti con una dieta quotidiana sana, bilanciata e adatta alle tue esigenze.

Anche per quanto riguarda l’attività fisica, non ce n’è una che va meglio delle altre, l’importante è muoversi. Evita però di strafare o di eccedere, perché l’attività fisica in eccesso può avere conseguenze negative. Meglio cominciare un po’ alla volta (mezzora al giorno di camminata, ad esempio) e aumentare gradualmente.

Un altro fattore da tenere in considerazione è il sonno: secondo gli studi, le persone che dormono meno di 6 ore a notte, hanno più probabilità di andare incontro a sindrome metabolica. Se soffri di insonnia, prova a migliorare o a cambiare le abitudini notturne.

E lo stress? Altro male del secolo, ne soffriamo talmente tanto che ormai è scontato che siamo stressati. Anche questo fattore però andrebbe tenuto sotto controllo: è accertato infatti che quando diventa cronico facilita l’innalzamento di colesterolo, l’insulino-resistenza e l’aumento di peso.

L'integratore per contrastare la sindrome metabolica preferito dai nostri clienti

Zinopin® Daily

Un contributo significativo per una sana circolazione sanguigna - con nuovo ingrediente Delphinol® (estratto standardizzato del Maqui titolato in antociani e delfidine)

(16)

COS'E' ZINOPIN® DAILY? Zinopin® Daily è un integratore alimentare naturale formulato in Svizzera, indicato per favorire il mantenimento fisiologico della salute cardio-vascolare e per contrastare la Sindrome Metabolica (conseguenza di scompensi...

€ 29,90

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

I rimedi naturali per la sindrome metabolica

Anche integratori e rimedi naturali possono aiutare a tenere i valori sotto controllo, ovviamente se abbinati all’alimentazione e all’attività fisica.

Vediamo quelli più adatti.

1. Antiossidanti

Secondo uno studio del 2009 a cui presero parte 374 adulti, il consumo di antiossidanti, in particolar modo i carotenoidi (i pigmenti che dannoil colore dal rosso al violetto  ai vegetali e che comprendono anche le xantofille) migliora alcuni degli aspetti legati alla sindrome metabolica.

Lo studio ha messo in evidenza che aiutano a ridurre il girovita, eliminando anche il grasso addominale, e a ridurre i valori dei trigliceridi.

2. Kuzu

Secondo alcune ricerche di laboratorio il consumo di kuzu può aiutare in caso di sindrome metabolica: grazie al contenuto di isoflavoni, permette infatti di controllare l’aumento di peso, e di migliorare i valori della pressione, dell’insulina e del colesterolo in pochi mesi.

Inoltre agisce anche riducendo le infiammazioni, che possono contribuire a sviluppare la sindrome metabolica.

Se vuoi approfondire i benefici del kuzo, ti invito a leggere l’articolo che trovi qui.

3. Gymnema

Questa pianta agisce soprattutto sul controllo degli zuccheri, dato che vanta proprietà ipoglicemizzanti. Viene usata anche in caso di diabete di tipo 2 per migliorarne i valori.

Contiene, infatti, acido gimnemico, che contiene una molecola simile a quella dello zucchero, che agisce, nello stomaco, bloccando i recettori per il glucosio: contribuisce così a ridurre anche l’assorbimento degli zuccheri introdotti con l’alimentazione. Può arrivare ad assorbire fino al 50% degli zuccheri, che comporta anche una maggior facilità di perdere peso.

Inoltre, è nota anche per il suo effetto definito anti-dolce, che contribuisce a spegnere la voglia di dolci.

4. Riso rosso fermentato

Noto per la sua capacità di tenere sotto controllo i valori di colesterolo, questo prodotto è utile anche nel caso di sindrome metabolica. Si tratta di un rimedio usato dalla Medicina Cinese ottenuto dalla fermentazione del riso con un determinato tipo di lievito, il Monascus purpureus.

Fra le sostanze che contiene spicca la monacolina K, che ha effetti benefici sul sistema cardiovascolare, poiché è in grado di contribuire alla riduzione dei lipidi nel sangue, in particolar modo del colesterolo LDL (o cattivo).

Gli studi mostrano che questa sostanza può anche contribuire a ridurre il rischio di insorgenza di malattie cardiache, come l’infarto, poiché aiuta a tenere sotto controllo anche i livelli degli zuccheri e dell’insulina.

5. Foglie di olivo

Anche l’estratto delle foglie di olivo può aiutare nella gestione di alcuni degli aspetti della sindrome metabolica. Grazie al contenuto di acido oleico, questo rimedio aiuta a:

  • prevenire l’aumento di peso, contrastando in particolar modo l’accumulo di grasso a livello addominale,
  • tenere sotto controllo i valori della pressione arteriosa, grazie alle proprietà diuretiche,
  • regolare glicemia e colesterolo, aiutando sia ad abbassare i valori dell’insulina, sia quelli del colesterolo cattivo.

La naturopata consiglia: i funghi medicinali

Anche i funghi medicinali possono essere alleati naturali contro la sindrome metabolica e quelli più indicati in questi casi sono:

  • Reishi, è uno dei funghi antinfiammatori per eccellenza, utile in caso di sovrappeso o obesità, che aiuta anche il controllo dei lipidi,
  • Coprinus, che aiuta a migliorare la glicemia tramite il controllo del rilascio di insulina, e anche la chelazione del vanadio, una sostanza che agisce attivando le cellule beta del pancreas,
  • Maitake, oltre ad aiutare la perdita di peso, aiuta anche a tenere sotto controllo la pressione sanguigna, e a gestire meglio la metabolizzazione del glucosio, migliorando la sensibilità delle cellule all’insulina,
  • Shiitake, ha effetti benefici sul colesterolo, poiché contribuisce ad abbassarne i valori, alzando quelli dell’HDL,
  • Polyporus, che aiuta a gestire meglio la pressione arteriosa grazie alle proprietà diuretiche.

Disclaimer

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire la manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Romina Rossi

Romina Rossi

Romina Rossi, giornalista pubblicista e naturopata, fa parte della redazione della rivista “Vivi Consapevole”. L’amore per la Natura e la curiosità di capire i complicati e delicati meccanismi di funzionamento dell’uomo, la portano a intraprendere studi di...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Sindrome metabolica: i rimedi naturali

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.