800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Lo yoga e la salute: le allergie

  2 anni fa


Lo yoga e la salute: le allergie

Lo yoga è una disciplina antica di oltre 5000 anni, nata in India; come indica la radice stessa del suo nome, che significa “legame, unione”, il fine dello yoga è unire gli opposti, metterli in equilibrio e sviluppare un’integrazione tra il corpo, la mente e lo spirito.

Per questo scopo lo yoga propone varie tecniche: posizioni fisiche (chiamate asana), pratiche respiratorie e purificatorie (pranayama), meditazione.

In questo, lo yoga è un vero percorso di crescita personale, che sviluppa la consapevolezza di sé e mette in armonia con noi stessi, con gli altri e con il mondo che ci circonda.

Lo yoga è adatto a tutte le età e sono molteplici i benefici che può portare: a livello emotivo e spirituale, per la concentrazione e la chiarezza mentale e, naturalmente, anche per la salute fisica. Grazie alla connessione mente-corpo che cerca di ottenere, lo yoga può essere utile per alleviare o prevenire numerosi disturbi fisici.

Un esempio?

Primavera: tornano le allergie

Quando sopraggiunge la primavera con i suoi pollini, per molte persone un atto essenziale come respirare si fa una “nota dolente”: in questa stagione tornano l’asma, la congiuntivite, il naso chiuso e la rinite (starnuti e gocciolamenti continui del naso, per cui l’allergia prende anche il nome di “raffreddore da fieno”).

Lo yoga può venirci in aiuto in caso di allergie: migliorando la respirazione e alleviando così i sintomi della rinite, o della sinusite che spesso l’accompagna.

È noto che lo stress incide sulla qualità della risposta immunitaria dell’organismo e lo yoga insegna il rilassamento profondo, allena alla concentrazione, aiuta nel raggiungimento dell’equilibrio psico-fisico, conduce al controllo della respirazione.

Certo non dobbiamo pensare che eseguendo una posizione yoga ci passerà l’allergia, e non dobbiamo pensare allo yoga come sostitutivo della terapia; bisogna piuttosto intendere lo yoga come un percorso teso a migliorare vari aspetti di noi – inclusa la nostra salute.

La meditazione

Lo yoga e la meditazione riequilibrano il sistema immunitario e stimolano la produzione di anticorpi. Inoltre la meditazione agisce sulla mente allontanando le energie psico-emotive negative, che col tempo hanno un’azione distruttiva anche sul corpo, e riveste un ruolo molto importante nei processi di guarigione.

Come scrive Timothy McCall in Lo yoga che ti cura:
“Molte sono le pratiche efficaci in questo campo, ma quella che finora ha ricevuto più sostegno dal punto di vista scientifico è la meditazione. Questa non solo rafforza il sistema immunitario, quando è necessario, ma lo inibisce se è lui la causa del problema, come nel caso delle malattie autoimmuni.”

Le allergie sono strettamente legate proprio al sistema immunitario e a una sua reazione “disequilibrata”: si verificano quando, a causa di una ipersensibilità, la reazione del sistema immunitario diventa eccessivamente intensa. Possono essere scatenate dai pollini e da altri agenti, come la polvere degli ambienti domestici, o anche da fattori psicologici. In questi casi lo yoga può contribuire ad aumentare il livello di tolleranza delle mucose nasali nei confronti degli agenti irritanti, attraverso esercizi di respirazione, asana (posizioni yoga) e con il lavaggio nasale.

Cos’è Jala Neti, il lavaggio nasale?

Jala Neti, il lavaggio nasale, è da eseguirsi prima di praticare yoga e fino a 3 volte al giorno se avete il naso chiuso o che “cola” eccessivamente. Occorre una lota, sorta di “teiera” da riempire con acqua tiepida (sufficiente per 2 volte) e un cucchiaino di sale da sciogliere bene.

Si posiziona l’ingresso del beccuccio sulla narice destra, a chiuderla completamente. Si piega la testa a sinistra, inclinando un po’ anche il busto; si apre la bocca – pronunciando il suono aaaaaahh, così l’acqua non va in gola. L’acqua uscirà dall’altra narice, pulendo tutto il passaggio dal muco in eccesso.

Quando l’acqua è finita, si riempie nuovamente la lota e si ripete dall’altro lato.
Poi si sta un po’ a testa in giù, senza soffiare mai il naso (attenzione!), ma lasciandone colare fuori l’acqua residua.

Le asana contro le allergie

Il sistema immunitario è costituito dalla ghiandola chiamata timo, dalla milza, dai linfonodi e da altri organi che producono e fanno circolare cellule immunitarie e anticorpi. Possiamo aiutare l’azione di questi organi praticando posizioni di torsione e di flessione.

Alcune asana che aiutano il sistema immunitario sono:

  • la tartaruga (Kurmasana), che aiuta a stimolare il timo; 
  • il cane (Adho-Mukha Svanasana), che aiuta a drenare i seni nasali; 
  • il cobra (Bhujangasana), che favorisce l’apertura dei polmoni; 
  • la posizione del cadavere (Shavasana), che contribuisce a calmare il sistema nervoso, rafforzando la risposta immunitaria del corpo.

Illustrazione di Lucia Zani 

Il pranayama contro le allergie

Le pratiche di respirazione yoga (pranayama) non solo aiutano a stimolare la ghiandola timo, ma inducono un senso di calma e rilassamento, riducendo lo stress e portando ulteriore beneficio al sistema immunitario.

Una di queste tecniche è Anuloma Viloma, il respiro a narici alternate.

Si pratica seduti a gambe incrociate, o anche su una sedia; è una respirazione a narici alternate, occorre usare la mano destra per manipolare il naso: l’indice e il medio sono ripiegati sul palmo, mentre il pollice serve per chiudere la narice destra e l’anulare e il mignolo chiudono la sinistra. Chiudendo alternativamente ora una ora l’altra narice, si inspira da sinistra, si espira da destra, si inspira da destra e si espira da sinistra. Un ciclo inizia e finisce a sinistra. Respirando normalmente si praticano 4 cicli, riposando tra l’uno e l’altro. Se il naso fosse chiuso (e con le allergie è molto probabile!) fare respiri più piccoli e brevi.

Altre utili tecniche di pranayama sono Kapalbahti, il respiro Ujjayi e la respirazione in quattro fasi.

Non è semplice imparare a praticare il pranayama da soli e per iniziare è sempre meglio essere seguiti da un insegnante di yoga qualificato: per sapere di più su come il respiro profondo e controllato può aiutarti con le allergie, parlane con il tuo maestro di yoga!

La prevenzione

Concludiamo questa panoramica dei benefici dello yoga per chi soffre di allergie stagionali con un consiglio: un celebre slogan recitava “prevenire è meglio che curare”, questa affermazione è vera anche per lo yoga, proviamo a ripetercela come un mantra. Non aspettiamo aprile, quando l’aria è piena di pollini, per imparare una tecnica che aiuta la respirazione o aumenta il lavoro del sistema immunitario. Cominciamo piuttosto a settembre - come d’altra parte si dovrebbe fare anche con le cure mediche tradizionali per le allergie.

La maestra di yoga Gabriella Cella nel suo libro Yoga e Salute propone una sequenza particolarmente adatta proprio come prevenzione, ma da non usarsi durante le riacutizzazioni delle allergie.

  • Jala Neti (ottimo per prevenire e curare le allergie respiratorie (irrobustisce le vie respiratorie, rendendole refrattarie alle infiammazioni)
  • Uttanasana (stimola l’ipofisi, tonifica gli organi addominali)
  • Garbha Padasana (riscalda il corpo, previene e cura influenze, raffreddori, mal di gola)
  • Marichyasana (corregge le posizioni sbagliate delle spalle, aumenta il volume della cassa toracica migliorando la respirazione
  • Trataka (previene e cura raffreddori, riniti, sinusiti)
  • Kapalabhati (purifica le vie respiratorie agendo contro il raffreddore e il mal di testa, prosciuga i seni nasali)
  • Ardha bhujanghasana (rafforza il corpo e la mente aumentando il senso dell’equilibrio)
  • Gomukhasana (sviluppa il torace migliorando la respirazione, purifica i bronchi)
  • Anuloma Viloma (ristabilisce il giusto equilibrio tra acidi e alcali, ossigenando il sangue, migliora la normale respirazione)

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Lo yoga e la salute: le allergie

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste