+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

I petrolati nei cosmetici

di La Redazione di Macrolibrarsi 4 anni fa


I petrolati nei cosmetici

Scopri quali sono queste sostanze presenti in creme, shampoo e detergenti, perché sono dannose per la pelle e per l'ambiente e quali sono dei sostituti eco-bio

 

I petrolati sono sostanze che derivano dalla produzione del petrolio e vengono utilizzate in moltissimi prodotti, in cosmesi e nell'igiene del corpo.

Hanno però molte controindicazioni sia per la pelle che per l'ambiente.

Scopriamo insieme quali sono e perché sono da evitare.

 

 

 

Indice dei contenuti:

Una pelle vellutata che non respira

I petrolati sono degli idrocarburi, sostanze che derivano dagli scarti di raffinazione del petrolio. Nella cosmesi vengono utilizzati i cosiddetti "petrolati bianchi", raffinati e liberi dalle impurità della lavorazione.

Al pari dei siliconi, vengono utilizzati soprattutto nelle creme, nei bagnoschiuma, negli shampoo e nei trucchi come agenti protettivi per evitare la disidratazione della pelle.

Come agiscono? Creano sulla pelle una vera e propria pellicola protettiva, che evita la disidratazione impedendo all'acqua presente nelle cellule di evaporare. Inoltre la loro consistenza fa sì che la pelle si presenti liscia e setosa.

Questa sensazione, però, è soltanto momentanea: infatti non nutrono la pelle, ma si limitano semplicemente a ricoprirla con uno strato oleoso.

La loro caratteristica filmante è però anche uno dei loro più grossi difetti: infatti impediscono non solo all'acqua di uscire, ma anche all'ossigeno di entrare, andando a interferire con la normale respirazione cutanea e permettendo a microorganismi e batteri di proliferare al di sotto del loro film protettivo.

Si tratta inoltre di sostanze comedogene: chiudendo i pori, favoriscono la formazione di punti neri, brufoli e altre imperfezioni.

Evitarli per la propria salute e quella dell'ambiente

I petrolati sarebbero dunque da evitare non soltanto per i problemi che possono creare alla pelle, ma anche per l'impatto negativo che possono avere sulla salute e sull'ambiente.

Alcune di queste sostanze, infatti, sono state catalogate come cancerogene di tipo 2, come la vaselina, tanto è vero che chi le produce per uso cosmetico deve certificare che non contengano più del 3% di impurità pericolose.

Inoltre, essendo derivati chimici dal petrolio, sono altamente inquinanti in quanto non biodegradabili. Essendo utilizzati anche in shampoo e bagnoschiuma, quando questi prodotti vengono risciacquati finiscono nelle fogne e da lì nei fiumi e nei mari.

INCI: come riconoscerli e alternative eco-bio

I petrolati più conosciuti sono sicuramente la vaselina e la paraffina, ma in commercio ne esistono di molti altri tipi (se vuoi saperne di più su come si legge un INCI, leggi qui)

Ecco i nomi di alcuni dei più diffusi e che potete trovare nell'INCI dei cosmetici tradizionali:

  • Paraffinum liquiduum / Paraffina
  • Cera microcristallina / Microcrystalline Wax
  • Vaselina
  • Mineral oil (oli minerali)
  • Petrolatum

Negli ultimi anni la cosmesi eco-bio ha cercato di trovare dei sostituti più sani per l'uomo e per l'ambiente, che non necessitino di sperimentazioni animali e che apportino reali benefici duraturi alla pelle. Queste alternative sono burri e oli vegetali.

Queste sostanze, a differenza dei petrolati, evitano la disidratazione e nutrono la pelle, ma non occludono i pori, perché penetrano nella cute attraverso il cemento che lega tra loro le cellule. Questo cemento è formato da sostanze grasse, esattamente come gli oli o i burri.

La scelta della sostanza più adatta noi deve essere fatta in base al nostro tipo di pelle. Ad esempio per le pelli grasse è indicato quello di jojoba, mentre per le pelli secche e disidratate sono perfetti quello di mandorle o di cocco.

 

Scopri i nostri prodotti SENZA PETROLATI >

Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

La Redazione di Macrolibrarsi

Tanti sono gli autori che scrivono per Macrolibrarsi e tutti sono uniti dalla curiosità e il desiderio di conoscere il più possibile di questo nostro bellissimo mondo. Avidi lettori, attraverso gli articoli che scrivono per Macrolibrarsi, condividono ciò che scoprono nelle...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su I petrolati nei cosmetici

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.