+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

Fondotinta: guida pratica alla scelta e all’uso

di Rachele Giorgetti 1 anno fa


Fondotinta: guida pratica alla scelta e all’uso

Consigli su come scegliere il colore più adatto e come stenderlo per un effetto da star

Questo articolo profuma di donna, di make-up, di fondotinta.

Se anche tu desideri un trucco impeccabile ti pongo subito una domanda: sai applicare correttamente il fondotinta? Te lo chiedo perché è proprio da qui che dovremmo partire: ci concentriamo sugli occhi o sulle labbra ma sottovalutiamo l’importanza di un incarnato uniforme.

I primissimi passi da fare sono due: selezionare il fondotinta adatto al tuo tipo di pelle ed imparare ad applicarlo correttamente.

So che confondersi è facile, le proposte sul mercato sono tantissime, ma basta poco per riuscire ad orientarsi verso la scelta migliore.

Qui di seguito troverai una breve guida sulle varie tipologie di fondotinta, qualche consiglio pratico sulla scelta del colore e le sue rispettive modalità di applicazione.

Indice dei contenuti:

Le tipologie di fondotinta

Il fondotinta fluido è certamente il più diffuso, lo trovi confezionato in un tubetto o in una boccetta di plastica o di vetro.

Si tratta del cosmetico più versatile in commercio, adatto a tutti i tipi di pelle (secca, normale o grassa) grazie alla sua texture morbida e leggera.

Il fondotinta compatto in crema si presenta in vasetti o in stick, è meno diffuso del precedente ma molto apprezzato per la sua consistenza cremosa. Questa tipologia assicura una coprenza maggiore e risulta quindi più adatto in presenza di irregolarità della pelle. Tuttavia, per la sua formulazione lipidica non è la scelta migliore in caso di pelle grassa o con eccesso di sebo.

Il fondotinta compatto in polvere (o pancake) è contenuto nella cosiddetta “cialda”. Per una coprenza leggera utilizzalo da asciutto con l’ausilio di un maxi pennello; per un effetto più coprente prova ad applicarlo con una spugnetta leggermente inumidita. Proprio perché è in polvere lo sconsiglio in caso di pelle secca, screpolata o matura: gli eccessi di prodotto potrebbero accumularsi nelle pieghette del viso.

Il fondotinta minerale è composto esclusivamente da polveri naturali finissime, non occlude i pori e crea un effetto molto naturale. Anche questo non è particolarmente indicato per le pelli secche. Si applica con un apposito pennello chiamato kabuki a setole morbide e molto fitte che eventualmente puoi inumidire per un effetto più coprente.

La scelta del colore

Il fondotinta ha un unico scopo: far apparire l’incarnato il più uniforme possibile. Per scegliere il colore giusto è necessario testarlo sempre prima dell’acquisto. Basterà applicare una piccola quantità di prodotto nella zona fra la mascella e il collo e sfumare picchiettandolo con il polpastrello: se il fondotinta si fonde perfettamente con il colore della nostra pelle avremo fatto centro!

Ma quante volte nella realtà dei fatti ci troviamo indecise su due colori (di solito uno leggermente più chiaro e uno leggermente più scuro!)? Ecco in questo caso le opzioni sono due: acquistarli entrambi e mischiarli insieme oppure accontentarci solo di quello più chiaro per poi andare a vivacizzarlo con un velo di terra o di fard.

Modalità di applicazione

I fondotinta fluidi o cremosi possono essere applicati in maniera pressoché simile e con i medesimi strumenti: una spugnetta in lattice triangolare, meglio se umida, o un pennello da fondotinta.

Si inizia applicando una piccola quantità di prodotto sulle zone principali del viso (la fronte, il naso, il mento e le guance) e si sfuma verso l’esterno fino ad ottenere un colorito uniforme. Se non sei soddisfatta del risultato, aggiungi una piccola quantità di prodotto direttamente sulla spugnetta o sul pennello e picchiettalo delicatamente sul punto critico. Suggerisco anche di sfumare il fondotinta dalla mascella verso il collo per evitare ogni stacco di colore.

Il fondotinta in polvere richiede un altro metodo di applicazione: il maxi pennello, da intingere nel fondotinta affinché la polvere penetri bene fra le setole. Ricordiamoci di scuoterlo leggermente per evitare gli eccessi e passiamolo sul viso con movimenti circolari dall’interno verso l’esterno. Può essere usato anche da umido.

E ora guardiamoci attentamente allo specchio. Se ti accorgi di qualche piccola imperfezione, prova ad amalgamare una piccola quantità di correttore con una goccia di fondotinta da sfumare con il polpastrello. Manca il tocco finale per fissare il tutto, la cipria!

Sono certa che il risultato sarà una pelle luminosa, compatta e uniforme, non è forse quello che desideravi?

> Scopri le ultime novità nella sezione Make up di Macrolibrarsi

Ti potrebbero interessare anche:

> Rossetti: come scegliere quello perfetto?

> Gli ombretti: quali scegliere e come usarli?

> Le matite nel make up

> I pennelli da trucco: quale scegliere?


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Non ci sono ancora commenti su Fondotinta: guida pratica alla scelta e all’uso

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.