+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-18:00

Rimedi naturali per il colesterolo alto

di Romina Rossi 1 mese fa


Rimedi naturali per il colesterolo alto

Come abbassare i valori dei grassi cattivi nel sangue

Fra le malattie più diffuse oggi c’è il colesterolo, una condizione che non va sottovalutata perché alti livelli di lipidi nel sangue favoriscono l’insorgenza delle malattie cardiovascolari: possono ostruire le pareti venose creando degli accumuli di grasso – le placche aterosclerotiche – che impediscono il normale flusso del sangue nell’organismo.

Il colesterolo però non è una malattia incurabile: uno stile di vita corretto e rimedi naturali che agiscono sul metabolismo lipidico possono aiutare a normalizzarne i valori.

Vediamo insieme quali rimedi per il colesterolo sono più indicati.

In questo articolo ti suggeriamo...

Indice dei contenuti:

Un grasso utile

Siamo abituati a demonizzare il colesterolo, pensando solo all’aspetto negativo: se è vero che quando è in eccesso, con una predominanza di quello cattivo, è dannoso, è anche vero che si tratta di una sostanza benefica – un lipide – per il nostro organismo.

Solo un 20% del colesterolo viene prodotto con l’alimentazione, mentre il restante 80% è di origine endogena, cioè secreto dal nostro fegato come sostanza che è indispensabile per:

  • sintetizzare la vitamina D nell’organismo,
  • sintetizzare i nutrienti durante la digestione,
  • la formazione delle pareti delle cellule del sistema nervoso,
  • favorire la sintesi di ormoni, fra i quali il testosterone.

Colesterolo buono e colesterolo cattivo

Generalmente distinguiamo fra colesterolo buono e colesterolo cattivo, anche se in realtà esistono 3 tipi di grassi, che si distinguono a seconda delle lipoproteine che vengono utilizzate per trasportare le molecole lipidiche all’interno dell’organismo ai vari organi e tessuti dove vengono utilizzate per i diversi scopi.

Le lipoproteine sono di 3 diversi tipi:

  1. a bassissima densità, o VLDL: vengono impiegate principalmente per il trasporto dei trigliceridi ma contribuiscono anche ad accumulare grasso nelle pareti delle arterie. Diventano negative quando i livelli di colesterolo sono troppo elevati;
  2. a bassa densità, o LDL: è quello cattivo poiché tende ad accumularsi e a ossidarsi formando delle placche che ostruiscono le pareti di vene e arterie, impedendo il normale fluire del sangue. Se le placche sono tante, la salute del cuore viene messa in serio pericolo, perché possono insorgere anche ictus o infarti;
  3. ad alta densità, o HDL: è noto come colesterolo buono, perché è quello usato dall’organismo per gli scopi citati sopra. Ma fa di più, perché aiuta a eliminare il colesterolo VLDL e LDL dalle arterie, proteggendo, quindi, anche il cuore.

Tutti e tre questi valori danno come risultato il colesterolo totale, che è indicato nelle analisi del sangue, insieme alla specifica di quello LDL e HDL. 

Non avendo sintomi associati, l’unico modo per tenere i valori monitorati è attraverso analisi del sangue periodiche, in modo da non mettere a rischio la propria salute.

Colesterolo: le cause principali

Fra le cause principali che portano a un accumulo di lipidi – o ipercolesterolemia – troviamo:

  • alimentazione scorretta, ricca di grassi saturi e di origine animali e mancanza di adeguato apporto di fibre e nutrienti,
  • sovrappeso o obesità,
  • stress,
  • predisposizione genetica,
  • mancanza di attività fisica adeguata,
  • ipotiroidismo,
  • età: il colesterolo tende ad alzarsi con il fisiologico calo ormonale che si verifica con il passare dell’età. Bassi livelli di estrogeni nella donna e alti valori di estradiolo nell’uomo tendono ad abbassarne i livelli; tali variazioni ormonali sono più comuni dopo i 50 anni;
  • diabete,
  • fumo, alcol.

Il rimedio preferito dai nostri clienti per il controllo del colesterolo

Omegor Vitality 1000 - Integratore di Omega 3 EPA/DHA e Vitamina E - 30 Perle

NOVITÀ! Formula con 85% di omega-3 e 75% di EPA e DHA.

Gli omega 3 aiutano a proteggere le funzionalità dei vari organi. Ideale perché Aiutano a mantenere la funzionalità cardiaca Sono ideali in ogni fase della vita Proteggono dai danni dell'invecchiamento Descrizione Gli Omega 3 Omegor® sono un...

€ 11,90

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

6 rimedi per il colesterolo

A parte una sana alimentazione e un’adeguata attività fisica (è sufficiente una passeggiata di mezzora al giorno) ci sono dei rimedi naturali che possono aiutare ad abbassare i valori dei grassi.

1. Monacolina K da riso rosso fermentato

Dalla fermentazione, tramite un lievito, del riso si ottiene il riso fermentato dal colore rosso, che si arricchisce di sostanze che aiutano il controllo del colesterolo. Fra queste c’è la monacolina K, una statina vegetale che aiuta a tenere sotto controllo i valori dei grassi. Secondo l’EFSA – l’Autorità per la Sicurezza Alimentare – il quantitativo giornaliero, affinché l’estratto del riso rosso sia efficace, è di 10 mg; il suo effetto è benefico soprattutto sul colesterolo LDL.

Sebbene gli effetti collaterali delle statine vegetali e quindi anche della monacolina K siano nulli, non sono indicate per coloro che soffrono di patologie al fegato o a chi fa largo uso di alcolici.

2. Foglie di olivo

Le foglie dell’olivo contengono flavonoidi e una sostanza particolare, l’oleuropina, che è un glucoside amaro, che ha diverse proprietà benefiche, fra le quali quelle ipoglicemizzanti, ipotensive, ipoglicemiche.

Ha inoltre proprietà antiossidanti e contribuisce a proteggere il sistema cardiovascolare. L’estratto di foglie di olivo aiuta infatti a ripulire le pareti delle arterie dalle placche aterosclerotiche, permettendo quindi alle vene a ritrovare la propria elasticità.

3. Omega 3

Gli acidi grassi essenziali, soprattutto omega 3 ricchi di EPA, acido eicosapentaenoico, e DHA, acido docosaesaenico, aiutano a mantenere l’efficienza del sistema cardiovascolare, poiché contribuiscono a ridurre i valori di colesterolo e trigliceridi. Agiscono, in particolare, abbassando i valori di trigliceridi e di LDL e aumentando, invece, l’HDL.

Secondo gli studi, il consumo quotidiano di 3-4 grammi di EPA e DHA aiuta a ridurre i trigliceridi del 25% fino al 45%.

Gli omega 3 sono particolarmente benefici per le donne in menopausa, poiché possono aiutare a ridurre i valori dei trigliceridi del 26%, e del 28% il rapporto tra trigliceridi e colesterolo HDL.

4. Tarassaco

Questa pianta molto usata in erboristeria ha azione soprattutto sul fegato e sul pancreas. Grazie alle proprietà digestive dei suoi sesquiterpeni, facilita l’eliminazione della bile, aiutando, in questo modo, l’attività dei due organi. I grassi in eccesso sono infatti eliminati attraverso la bile, in modo che l’organismo ne assorba in quantità minori.

Avendo proprietà diuretiche questa pianta aiuta anche la depurazione dell’organismo da eventuali tossine e accumuli in eccesso.

5. Guggul

Il guggul è una resina ricavata dall’incisione della corteccia dell’albero della mirra, che viene usata in medicina ayurvedica per le sue proprietà ipocolesterolemizzanti e ipolipidemizzanti soprattutto causate da un regime alimentare scorretto, ricco di grassi saturi. Agisce a livello intestinale, dove riesce a catturare i lipidi, che vengono poi eliminati attraverso la bile.

Sembra che questa azione derivi dalla capacità di aumentare il numero di recettori per il colesterolo buono, che si trovano sulla superficie del fegato.

6. Garcinia

La garcinia cambogia è un frutto tropicale ricco di calcio, carboidrati e pectine oltre a contenere una particolare sostanza, l’acido idrossicitrico, che è in grado di influenzare in maniera positiva il metabolismo lipidico. Questo principio attivo agisce bloccando la sintesi dell’acetil coenzima A che viene prodotto per la sintesi dei lipidi, aiutando quindi a controllarne i valori. Favorisce anche la produzione della bile, così che i grassi vengono mobilizzati e poi espulsi con le feci.

Velocizzando anche il metabolismo, l’estratto di questo frutto permette di bruciare le riserve di grasso più in fretta. Infine, agendo anche in maniera benefica sui livelli di glicemia nel sangue, è indicata per quanti devono perdere peso.

La naturopata consiglia: il tè bancha aiuta ad abbassare il colesterolo

Fra i tè verdi giapponesi molto apprezzati dalla macrobiotica c’è il kukicha o bancha, ottenuto dai rametti essiccati di Camelia sinensis per 3 anni e poi tostato.

Anche se viene considerato il tè meno pregiato fra tutti quelli prodotti, le sue proprietà benefiche sono innumerevoli. Contiene infatti sali minerali, vitamine e altre sostanze benefiche che conferiscono a questa bevanda attività alcalinizzanti, rinvigorenti, digestive e antiossidanti. Bevuto abitualmente aiuta anche a normalizzare i livelli di colesterolo, glicemia e della pressione arteriosa, migliorando nel complesso la salute del sistema cardiovascolare.

Può essere bevuto ai pasti o durante la giornata.

Disclaimer

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun modo il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire in manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.


Non ci sono ancora commenti su Rimedi naturali per il colesterolo alto

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.