Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Le costituzioni ayurvediche: ad ognuno la sua

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 1 anno fa


Le costituzioni ayurvediche: ad ognuno la sua

Scopriamo le caratteristiche di ogni costituzione ayurvedica

Indice dei contenuti:

Cos’è una costituzione ayurvedica

Per la medicina ayurvedica, è possibile attribuire ad ogni persona una costituzione – spesso anche due – che aiuti a delineare delle linee guida utili per la persona stessa. Queste linee guida saranno utili per scoprire l’alimentazione più indicata, lo stile di vita più idoneo e ad imparare a gestire l’emotività.

La stessa analisi può essere svolta dalla medicina tradizionale cinese o dalla medicina mediterranea.

La costituzione identificata dalla medicina ayurvedica rimane stabile e uguale per tutta la vita senza subire variazioni: ciò che si modifica col tempo non è la costituzione ma la condizione. Per condizione si intende lo stato attuale di salute, eventuali disturbi o malattie, sintomi diffusi o frequenti.

Per determinare a quale costituzione ayurvedica si appartiene, si considerano i segni caratteristici fisici e fisiologici. Non esiste una costituzione ayurvedica migliore di altre, ogni tipologia costituzionale ha pregi e difetti: con tendenze diverse a seconda della tipologia, ogni costituzione ayurvedica può e deve godere di buona salute e di un buon equilibrio psicofisico.

Le tipologie di costituzione ayurvedica

Le costituzioni ayurvediche conosciute anche come dosha sono tre:

  • vata: chi rientra in questa costituzione, presenta un corpo longilineo e snello, con tendenza a rimanere tale per tutta la durata della vita. La persona che appartiene alla costituzione vata difficilmente accumula grasso e allo stesso tempo ha difficoltà anche nel sviluppare i muscoli.
  • pitta: la persona con costituzione pitta ha una figura più squadrata, con spalle larghe e vita stretta, muscoli più sviluppati o facilmente sviluppabili. Le ossa sono più robuste rispetto alla costituzione vata e così anche la dimensione di gambe e braccia.
  • kapha: la costituzione kapha rende la persona più morbida sui fianchi, leggermente più larghi, con spalle larghe, collo corto e tendenza a trattenere i liquidi corporei.

Le caratteristiche delle tre costituzioni ayurvediche

Ogni costituzione è legata ad alcune caratteristiche di base, con precise indicazioni su quali sono le strutture da salvaguardare e quelle che caratterizzano la persona.

  • Vata: si è più predisposti a sviluppare disequilibri legati al sistema nervoso, la pelle, i polmoni, l’intestino crasso e le orecchie.
  • Pitta: l’apparato digerente è quello da salvaguardare di più, il metabolismo e l’assorbimento delle sostanze. Da salvaguardare lo stomaco, il fegato e il cuore.
  • Kapha: tutto il sistema dei liquidi lo coinvolge direttamente, c’è tendenza ad accumularli. Si possono presentare problemi a carico delle articolazioni o dei tessuti che a causa dei liquidi in eccesso possono infiammarsi. Va prestata attenzione alla zona della gola e della bocca, al naso e alla testa.

 

 

 

 

 

 

Ti consigliamo...


Dietro Lo Staff di Macrolibrarsi si nascondono in realtà ben tre nomi: Claudia, Francesca e Valeria. Tre ragazze che hanno in comune la passione per la scrittura e la curiosità e il desiderio di conoscere il più possibile di questo nostro bellissimo mondo.  Avide...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Le costituzioni ayurvediche: ad ognuno la sua

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste