+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

La curcuma fa male?

di Romina Rossi, Rachele Giorgetti 11 mesi fa


La curcuma fa male?

Le proprietà, i benefici e i possibili effetti collaterali della spezia d'oro

Avrete seguito le vicende di qualche mese fa relativa agli integratori di curcuma ritirata dal mercato da parte del Ministero della Salute. Il livello di attenzione verso questo fatto è stato, giustamente, alto, poiché quando c’è di mezzo la salute è sempre bene essere informati e sapere se ci sono eventuali effetti collaterali.

Molte persone però si sono convinte che la curcuma fa male, a prescindere. In questo articolo cerchiamo di fare il punto e di capire quando dev’essere evitata e quando invece può essere assunta.

Indice dei contenuti:

La notizia che ha destato scalpore durante l’estate è stato il ritiro da parte del Ministero della Salute di alcune forniture di curcuma in seguito a oltre 20 casi di epatite colecastica acuta, riconducibile al consumo di questa spezia.

La colestasi è una malattia che interessa il fegato e che si manifesta con la riduzione o l’arresto del flusso della bile e genera ittero, prurito generalizzato, feci chiare e difficoltà digestive.

Inizialmente si è pensato a una partita di curcuma mal conservata o contaminata da una sostanza tossica. Le indagini svolte dal personale medico ha messo in evidenza che la causa non era negli integratori in sé, poiché questi non contenevano sostanze tossiche. Quindi a cosa si deve la comparsa dell’epatite nelle persone che facevano uso di questi integratori?

Secondo le ricerche le cause sono sostanzialmente tre:

  • una sensibilità individuale verso i componenti della curcuma,
  • la presenza di alterazioni della funzionalità epato-biliare,
  • possibili interazioni con altri farmaci.

Questo d’altra parte, conferma gli studi che erano stati condotti ad esempio negli Stati Uniti, secondo i quali l’assunzione di curcuma e curcumina può interagire con l’assunzione di alcuni farmaci e può peggiorare le condizioni in quelle persone che hanno già problemi epatici.

Una piccola percentuale di chi utilizza la curcuma in maniera abituale, soprattutto over 60, riporta problemi al fegato, probabilmente, spiegano gli esperti, dovuto alla interazione della curcumina con altri farmaci.

La spezia d’oro dovrebbe quindi essere assunta, in questi casi, sotto stretto controllo medico.

Ma allora la curcuma è sicura o no? E se si stanno assumendo farmaci bisogna evitare di assumere l’integratore?

In generale, l’integratore di curcuma è considerato sicuro, ma se avete problemi al fegato e state assumendo farmaci, meglio evitare. 

Se non ci sono problemi, la curcuma ha talmente tante proprietà benefiche, che sarebbe un peccato dovervi rinunciare. 

La curcuma preferita dai nostri clienti

Curcuma in Polvere

Integratore alimentare Bio con Curcumina da Curcuma

(336)

La curcuma viene utilizzata da millenni nella cucina indiana, tailandese e di altre aree dell'Asia. È apprezzata anche in Occidente per le sue proprietà terapeutiche, in grado di favorire il benessere generale dell'organismo, che è racchiusa in...

€ 10,00

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Le proprietà della curcuma 

Dal punto di vista alimentare, la polvere di curcuma è molto diffusa nella cucina occidentale, uno dei simboli per eccellenza di alimentazione sana e naturale.

Questa polvere, di color giallo vivo e dal sapore molto intenso, vanta tantissime proprietà antinfiammatorie, immunostimolanti e antiossidanti. Il suo rizoma, infatti, combatte le malattie infiammatorie croniche a carico dell’intestino e delle articolazioni e riequilibria l’apparato digerente disintossicando in profondità stomaco, fegato e intestino.

La curcumina, il principio attivo di questa spezia (responsabile anche del colore), è un fantastico antiossidante che sembrerebbe migliorare la resistenza insulinica: ecco perché è spesso consigliata in caso di diabete, intolleranza al glucosio, sindrome metabolica o in presenza di alti livelli di zuccheri, trigliceridi e colesterolo nel sangue.

Non ci dimentichiamo, inoltre, che la curcumina contrasta la depressione perché aumenta i livelli di serotonina e dopamina, i due neurotrasmettitori che regolano l’umore.

La sua azione antibatterica e antinfiammatoria la rende invece utile in caso di gastrite, bruciore di stomaco, cistite e candidosi.

Assumere integratori in sicurezza

Spesso si pensa che un integratore, poiché è naturale, sia un prodotto sicuro e che non abbia effetti collaterali.

Se da un lato è vero, perché non contenendo principi attivi (quindi solo alcune sostanze della pianta, che vengono  poi lavorate chimicamente) come i farmaci, ma tutto il fitocomplesso, non creano effetti collaterali, è anche vero che molte piante possono interferire con alcuni farmaci o patologie già in atto.

La filosofia del “tanto è un integratore, non fa niente” non è sempre vera e, anche gli integratori andrebbero assunti con qualche precauzione:

  • una delle domande che ci sentiamo fare più spesso dai clienti è se un integratore si possa assumere “per sempre”. Il modo più corretto di assumere i rimedi naturali è a cicli di qualche mese, a meno che non siano prescritti per un tempo più lungo da un medico. Alcuni integratori possono essere assunti anche più volte durante l’anno, ma in generale è bene fare delle pause fra un’assunzione e l’altra;
  • se si stanno assumendo farmaci o si hanno malattie in corso, è bene chiedere il parere del proprio medico, in modo che possa chiarire se ci possono essere interazioni o meno. Lo stesso consiglio vale per le donne in gravidanza e che stanno allattando, in modo da avere la certezza che non ci siano effetti collaterali né per la mamma né per il bambino;
  • non abbondate con le dosi: non è vero che più è, più fa effetto, rischiate solo che il sovradossaggio crei problemi di salute;
  • gli integratori vanno abbinati a uno stile di vita sano ed equilibrato: è importante che siano affiancati a un’alimentazione variata e corretta e a dell’attività fisica. Se si soffre di colesterolo, l’integratore diventa inutile se si continuano a mangiare alimenti che contribuiscono ad accumulare grasso cattivo e a non fare un po’ di attività fisica.

Disclaimer

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl, sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie, e/ o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire la manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.

Ti consigliamo...


Curcuma — Libro

(23)

€ 9,41 € 9,90 (5%)

Curcuma — Libro

(1)

€ 14,16 € 14,90 (5%)

Curcuma & Zenzero — Libro

(2)

€ 9,41 € 9,90 (5%)

La Curcuma — Libro

(4)

€ 6,56 € 6,90 (5%)


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Romina Rossi

Romina Rossi

Romina Rossi, giornalista pubblicista e naturopata, fa parte della redazione della rivista “Vivi Consapevole”. L’amore per la Natura e la curiosità di capire i complicati e delicati meccanismi di funzionamento dell’uomo, la portano a intraprendere studi di...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Rachele Giorgetti

Rachele Giorgetti

Rachele Giorgetti ha 31 anni ed è di Forlì. E' esperta di cucina naturale, macrobiotica e di alimentazione ed integrazione in campo sportivo. Fra le sue passioni troviamo la fitoterapia, il fitness, lo yoga e le tecniche di rilassamento corporeo.
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su La curcuma fa male?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.