Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

L'uso della fascia con i neonati: perché usarla?

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 6 mesi fa


L'uso della fascia con i neonati: perché usarla?

Come i bambini percepiscono l’uso della fascia

Indice dei contenuti:

Neonati e contatto

Nel momento in cui il bambino nasce, noi lo vediamo e lo accogliamo come se esistesse da quel momento. Sappiamo che prima era nella pancia della mamma ed era presente e vivo, ma i nostri sensi umani riescono a credere maggiormente a qualcosa quando lo vedono.

Nel momento della nascita, il bambino è già in vita da nove mesi, anche se noi ce ne rendiamo conto davvero solo quando lo teniamo tra le braccia la prima volta o verso il settimo – ottavo mese di gravidanza.

Quando nasce, il neonato ci conosce già molto bene e ha assorbito dalla madre moltissime informazioni che ha già fatto sue. Conosce bene chi lo ha ospitato per nove mesi, nutrito e cullato. Così come riconosce la presenza e la voce del papà, che è la figura che più spesso sarà entrata in contatto con la mamma. Per lui, piccolo e dipendente dalle cure degli altri, crearsi un punto di riferimento è d’obbligo. Nel momento della nascita, questo stretto legame si interrompe e il bimbo inizia a capire, giorno dopo giorno, che è un essere diverso dalla madre e dal padre e che possiede una sua autonomia.

Questo processo non è però automatico e richiede tempo. Nel frattempo, il bimbo ha necessità di ritrovare il più spesso possibile quel contatto con i genitori

L’uso della fascia per neonati: ecco perché è utile

Da un po’ di tempo, sentiamo parlare di uno strumento utile per portare i neonati con sé, la fascia. Cos’è la fascia? Ne esistono di diverse tipologie, da quella più morbida a quella un po’ più rigida. Lo scopo è però il medesimo: trasportare il bimbo, tenendolo a stretto contatto con la mamma o il papà. Il bimbo infatti percepisce l’energia di chi lo ha portato in grembo per nove mesi o del papà che ha imparato a conoscere come figura di riferimento per i suoi bisogni. Tenendolo a stretto contatto, gli si infonde un senso di sicurezza e tranquillità, creando il distacco meno traumatico. L’allattamento al seno completa questa sensazione di protezione di cui il bambino ha molto bisogno, almeno nel primo anno di vita. 

Le tipologie di fascia per neonati

Ne esistono di diversa forma e materiale. Le più conosciute sono: 

  • la fascia lunga elastica: adatta per bimbi fino ai 7-9 chili di peso, l’ideale nei primissimi mesi. Si adatta perfettamente al corpo di chi la indossa e sostiene il bambino grazie al “triplo” sostegno, dato dall'intreccio dei lembi della fascia
  • la fascia lunga rigida: va bene dai primi mesi di età, è realizzata solitamente in materiale biologico come cotone, canapa, bambù. Bisogna prendere la giusta misura per non rischiare che sia troppo corta o al contrario troppo lunga, non è elastica
  • Fascia mei tai: è un modello di fascia di origine asiatica che può essere utilizzata per i bimbi di almeno 3 o 4 mesi, o quando riescono a sostenere la schiena da soli. È più comoda da indossare e solitamente arricchita con imbottiture per la comodità del bambino

Ti consigliamo...


Dietro Lo Staff di Macrolibrarsi si nascondono in realtà ben tre nomi: Claudia, Francesca e Valeria. Tre ragazze che hanno in comune la passione per la scrittura e la curiosità e il desiderio di conoscere il più possibile di questo nostro bellissimo mondo.  Avide...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su L'uso della fascia con i neonati: perché usarla?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste