+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-19, Sab 08-12

Il vuoto non esiste. Il vuoto è energia

di Edoardo Cicconi 1 mese fa


Il vuoto non esiste. Il vuoto è energia

Swami Vivekananda, parlando con Tesla, 1893

Il vuoto da colmare, svuota la tua mente, il vuoto da riempire… Sono espressione che sentiamo ripetere molto spesso. Ma la vera domanda è: il vuoto è qualcosa da riempire o va lasciato vuoto?

Ed inoltre: esiste il vuoto? In uno spazio vuoto non c’è nulla o c’è il vuoto? Quest’ultima potrebbe apparire come una contorta domanda filosofeggiante astratta, ma in realtà la risposta è concreta. Anzi, più concreta ed utile non potrebbe essere.


In uno spazio vuoto c’è il vuoto. E il vuoto non è il nulla, è uno spazio.


Il prendere coscienza che il vuoto non sia il nulla, ma uno spazio è il primo passo. Che poi è anche l’ultimo passo: è il nirvana, l’illuminazione, il distacco dai sensi e dalla materia.

Se riesci a percepire il vuoto, inteso come spazio senza materia, non hai più bisogno dei sensi: i sensi ti servono per interagire con la materia e quindi nella non-materia non hanno più ragione d’essere.


La realtà non può essere insegnata senza prima appoggiarsi sull’ordine pratico delle cose. Senza intendere la realtà e il suo ordine pratico, il nirvana non può essere raggiunto.


Questa frase è stata scritta nel 100 d.C. (2000 anni fa!) da Nagarjuna, e la ritengo una magnifica espressione di un altissimo valore filosofico, pratico e spirituale. C’è veramente tutto in questa frase.

La precisazione che trovo utile fare è che comunemente ci viene detto che 2000 anni fa il pianeta terra era abitato da barbari con le mazze che inchiodavano le persone sulla croce, ma appunto basta un piccolo approfondimento per accorgerci che non fosse affatto così.

O meglio: c’erano allora i barbari-asura che inchiodavano le persone sulla croce e ci sono adesso i barbari-asura che friggono le persone sulla sedia o che le bombardano per esportare la democrazia… Ma oggi come allora ci sono anche molte persone sagge che ci mandano preziosi flash positivi che illuminano il nostro tortuoso percorso quotidiano.


I barbari fanno i barbari e i saggi fanno i saggi: scegli tu chi seguire.


Ritorniamo all’ordine pratico della questione ‘vuoto’.

Quando decidi di comprare un’automobile, che cosa stai comprando? Stai comprando una cosa che ti porti a giro da qualche parte, non necessiti certo di un ammasso di metallo e plastica, ma hai necessità di andare dal punto A al punto B. Non stai acquistando la materia, ma la sua funzione.

E quando compri uno zaino perché lo compri? Sempre per la sua funzione: metterci dentro delle cose, perché ti aiuti a portartele dietro, e quindi di fatto stai acquistando uno spazio vuoto, il vuoto è il valore del tuo zaino.

E torniamo alla questione dell’inizio: il vuoto non è il nulla, ma è il vuoto, e ha un valore in quanto spazio vuoto! 

E se arrivi a distinguere questa sfumatura ti sarà a quel punto molto più semplice cogliere anche il valore intrinseco della tua mente.

La tua mente vale da piena o vale da vuota? Dove sta il valore della tua mente?

Considerando che cosa è la tua mente e a che cosa serve la tua mente, anche il suo valore sta proprio nel vuoto.

La mente necessita di essere vuota per poter incamerare appieno il momento presente: le emozioni e le sensazioni del presente.

Ritorniamo all’esempio dello zaino, mantenendo il parallelismo con la mente e con l’importanza che questa sia vuota per poter vivere appieno il tempo presente.

In prima media dovevo fare una gita e ho preparato il mio zaino. Ho messo dentro i panini e sono partito per fare la gita. Mettiamo però che mi sia dimenticato di mangiarli e i panini siano rimasti dentro il mio bello zainetto. Non è che se io adesso decido di mangiarli sono ancora buoni, quei panini non sono più utili al mio tempo presente. Lo erano, lo sono stati, ma ora non lo sono più.

E non solo non sono più funzionali al mio presente, ma addirittura hanno appesantito il mio zaino e il mio cammino in tutti questi anni. Io mi sono portato dietro per 25 anni quei panini che mi hanno fatto fare più fatica e mi sono costati energia. E soprattutto hanno tenuto pieno il mio zaino, che non ha potuto essere riempito con cose funzionali alle gite del presente.

Ed inoltre, mettiamo che quello zaino non fosse pieno al 100%, ma che ci sia ancora spazio. Se io aggiungessi dei nuovi panini, a quelli già presenti dalla prima media, cosa accadrebbe? Non è che i panini nuovi sanerebbero quelli vecchi dalla marcescenza, anzi avverrebbe esattamente il contrario: ammuffirebbero subito anche i panini freschi!

I nuovi panini non sanano né compensano i vecchi panini. Il danno e la putrefazione di quelli vecchi contaminano velocemente quelli nuovi, quelli del tempo presente. E questo vale anche per la mente.

Così come i panini marcescenti mandano in malora i nuovi panini, immagina cosa ti possano fare i pensieri e le emozioni vecchie e radicate.

Appesantiscono il percorso e in più influenzano negativamente il tuo tempo presente.

Sono quei famosi filtri, quella famose lenti con cui tu (io, noi) osservi ciò che ti circonda e ciò che ti accade: ovvero la tua realtà!

Il problema è che sono cose del passato, che senso ha continuare ad osservare e a vivere il presente con quello sguardo lì?


Continuare a conservare nel tuo zaino-mente pensieri ed emozioni del passato non farà altro che avvelenare pensieri ed emozioni del presente.


Vale per pensieri ed emozioni, però ritengo valga assolutamente anche per le conoscenze.

Torniamo al caro esempio della gita delle medie.

Se io avevo giustamente messo la mappa e le informazioni che mi servivano per quella gita, ora a cosa mi servono? Ora che sto facendo un’altra gita, mi posso avvalere di quelle informazioni? Seguo il percorso che avrei dovuto seguire in prima media?

Ovviamente no. Se sto facendo un’altra gita, se sto compiendo un altro percorso, mi servono le informazioni per il cammino dell’oggi. A meno che io non voglia continuare a fare la stessa gita di prima media per tutta la vita.

Servono le informazioni giuste e aggiornate per poterne trarre gli utili mezzi per il percorso della quotidianità. Percorrere la strada nuova con le informazioni vecchie sperando di raggiungere una meta nuova è una pericolosissima e dannosissima illusione.

Prendi la tua mappa aggiornata per il tuo cammino dell’oggi! Attiva il tuo personale GPS e goditi il percorso.

Concludendo, mi sento di dire che la scuola, la società, la famiglia e chiunque altro, dovrebbe educare a leggere la cartina, a comprenderla e a trarne utili informazioni, piuttosto che obbligare ad impararla a memoria e portarsela dietro come fardello per tutta la vita.

Educare alla poesia significa educare al bello e alla musicalità della poesia, non ad incasellare parole prive di senso una dopo l’altra.

Sintonizzati sulla frequenza della poesia e della bellezza che ti circonda e godi del tuo tempo presente.

Con la consapevolezza che anche il valore del tempo sta proprio nell’essere vuoto: non creare del tempo libero, ma piuttosto godi del tempo liberato!

Fuori e dentro, il viaggio continua
Namaste

Il Vuoto che Danza — Libro

(4)

€ 11,40 € 12,00 (5%)

Il Vuoto che Illumina — Libro

(1)

€ 10,45 € 11,00 (5%)

La Pienezza del Vuoto — Libro

€ 11,40 € 12,00 (5%)

La Danza del Vuoto — Libro

(3)

€ 18,91 € 19,90 (5%)

Dall'Attaccamento al Vuoto — Libro

€ 14,25 € 15,00 (5%)

L'Incontinenza del Vuoto — Libro

€ 26,60 € 28,00 (5%)

La Fisica del Nulla — Libro

€ 20,90 € 22,00 (5%)

Colmo di Vuoto — Libro

€ 11,40 € 12,00 (5%)


Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi novità, sconti, promozioni speciali riservate e un premio di 50 punti spendibili sul sito.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Non ci sono ancora commenti su Il vuoto non esiste. Il vuoto è energia

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI NSIIURR
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.