+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

Il Metodo Kousmine: come iniziare

di Marilù Mengoni 19 giorni fa


Il Metodo Kousmine: come iniziare

Scopri chi era Catherine Kousmine, e qual è stato il suo importante contributo allo studio dei legami tra alimentazione e salute

Molti di noi conoscono il metodo Kousmine, messo a punto dalla dottoressa Catherine Kousmine (1904-1992), medico che a metà del secolo scorso ha concentrato tutta la sua passione e i suoi studi nella comprensione dei sottili legami che uniscono il nostro modo di nutrirci e le malattie del mondo occidentale: obesità, diabete, cancro, patologie autoimmuni.

Fu una pioniera nel capire che molte di queste sono dovute al nostro stile di vita e alla nostra incapacità di prenderci cura di noi stessi.

Comprese infatti che sempre più abbiamo industrializzato il nostro cibo, che per essere prodotto viene irrorato con battericidi, anticrittogamici, diserbanti e ogni altra sorta di fitosanitari che hanno lo scopo di rendere il prodotto inattaccabile dalle malattie ed esteticamente bello. Solo che quelle sostanze ce le ritroviamo poi nel piatto e alla lunga aprono la strada alla malattia.

Ma la dottoressa Kousmine andò oltre e intuì che non solo i fitofarmaci sono deleteri, ma che i trattamenti usati per lavorare il cibo lo sono altrettanto.

In questo articolo parliamo di...

50 Sfumature di Budwig — Libro

(4)

€ 20,81 € 21,90 (5%)

Olio di Semi di Lino

(101)

€ 4,00

Le Ricette del Metodo Kousmine

(4)

€ 9,41 € 9,90 (5%)

Cucina Vegana e Metodo Kousmine — Libro

(11)

€ 9,41 € 9,90 (5%)

Indice dei contenuti:

Cibo devitalizzato e farine "vecchie"

Ciò che nota la dottoressa Kousmine è il fatto che sono scomparsi progressivamente dalle nostre tavole i cibi integri, come i cereali integrali in chicco, i legumi, le verdure e la frutta che oggi definiremmo “a chilometro zero”. Al posto di questi sono comparsi gli alimenti lavorati: chicchi bianchi, pasta, pizza e pane preparati con farine ultra-raffinate e vecchie.

Sì, perché la farina, ci spiega la dottoressa, comincia ad “invecchiare” già dall’ottavo giorno dalla macinazione e al quindicesimo la possiamo considerare ormai priva di elementi preziosi per il nostro organismo: questo prodotto dell’era moderna invece di nutrirci ci sottrae sostanze vitali, che vengono messe in moto nel nostro stesso corpo per poterla digerire.

Acidi grassi trans

Altri elementi che hanno iniziato ad essere carenti nella nostra dieta sono gli acidi grassi essenziali.

Soprattutto sono venuti pian piano a mancare l’acido linoleico e l’alfa-linolenico (meglio conosciuti come omega-6 e omega-3), elementi fondamentali per le nostre cellule, e che sono stati sostituiti con margarine contenenti acidi grassi trans, deleteri per la nostra salute. Gli acidi grassi trans causano infiammazione cronica e disfunzioni nel corpo a livello cellulare. Anche la cottura dell’olio altera le sue proprietà, rendendolo tossico per il nostro organismo.

L’olio principe del metodo Kousmine è l’olio di semi di lino, rigorosamente “da frigo”, in modo che mantenga la catena del freddo. L’olio di lino ha un giusto rapporto tra omega-3 e omega-6 e viene utilizzato per preparare la crema Budwig, colazione da re ideata dalla dottoressa Budwig e consigliata dalla dottoressa Kousmine.

Naturalmente è possibile utilizzare, per condire le pietanze quotidiane, anche l’olio extravergine d’oliva, purché spremuto a freddo e usato sempre a crudo.

La crema Budwig

La crema Budwig

Iniziare la giornata con una colazione nutriente ci permette di sentirci appagati, carichi di energia e di arrivare all’ora di pranzo senza soffrire di cali energetici.

La crema Budwig originale prevedeva l’uso del formaggio Quark associato all’olio di semi di lino. La dottoressa Kousmine cambiò questa base consigliando, al posto del Quark, lo yogurt magro. Nella versione vegana, si può utilizzare lo yogurt di soia o altre basi (crema di miglio, crema di legumi, latte vegetale), come approfondito nel libro “50 sfumature di Budwig”.

Oltre agli ingredienti suddetti nella crema si aggiungono:

  • mezzo limone spremuto,
  • un dolcificante naturale (es: uvetta, datteri),
  • un cucchiaio di cereale (o pseudo cereale) crudo appena macinato con un macina caffè (es: grano saraceno, avena, ecc.),
  • un cucchiaio di semi oleosi (es: semi di girasole, o di zucca o di lino- in quest’ultimo caso macinati al momento),
  • frutta fresca di stagione.

La crema è una carica di energia, salute e gusto.

50 Sfumature di Budwig

I colori della salute secondo il Metodo Kousmine

Marilù Mengoni

(4)

Fare colazione con varietà, equilibrio, moderazione e... gusto! E' più semplice di quanto pensi grazie a queste ricette semplici e veloci di Marilù Mengoni. Quasi tutte le scuole di dietologia concordano nell’attribuire un ruolo fondamentale...

€ 21,90 € 20,81 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Cosa mangiare secondo la dottoressa Kousmine

Il principio base è: colazione da re, pranzo da principi e cena da poveri.

Anche per chi mangia prodotti animali, questi non vanno mai assunti nel pasto serale, che deve essere sobrio, ricco di verdure e con qualche cereale integrale in chicco e legume. Tra i cereali (e pseudo cereali) senza glutine si può scegliere tra: riso integrale in tutte le varietà, miglio, quinoa, teff, sorgo, grano saraceno, amaranto, quinoa, mais. Oppure si possono utilizzare anche gli altri con glutine, come il farro e l’orzo non perlati, il grano khorasan, l’avena, la segale e i vari grani antichi.

L’imperativo è: utilizzarli in chicco e provenienti da agricoltura biologica. Se si vogliono utilizzare le farine, bisogna provvedere con un macina cereali a pietra e autoprodursele, ricordando che la farina mantiene le sue proprietà per una decina di giorni.

Tra gli altri consigli: iniziare sempre i pasti con abbondanti verdure crude, cercando di variarle e di utilizzare più colori possibili nella nostra insalatiera.

Famiglia che segue il metodo Kousmine

Gli altri pilastri del metodo

Oltre al pilastro dell’alimentazione, la dottoressa Kousmine ne ha inseriti altri tre. Come una sedia poggia su quattro gambe e se ne togliamo una non è più stabile, così la nostra salute per essere in equilibrio deve poggiare su questi quattro pilastri.

  • Una sana alimentazione, ricca di alimenti “vivi” e nutrienti;
  • La supplementazione con vitamine e oligoelementi, soprattutto se per anni abbiamo avuto un comportamento alimentare errato che ha generato carenze di elementi fondamentali per il mantenimento della salute;
  • L’igiene intestinale, che viene effettuata utilizzando clisteri a base di camomilla, con successiva instillazione di olio ricco di omega-3;
  • L’equilibrio acido-base, che si ottiene combattendo l’anormale acidificazione dell’organismo, inizialmente con un deacidificante se necessario, ma aiutandoci soprattutto nel tempo con una dieta equilibrata.

Cosa non può essere considerato parte del metodo Kousmine?

Per concludere vorrei sottolineare cosa non può essere considerato parte del metodo.

In tantissimi anni di incontri con i pazienti, corsi e conferenze, mi è spesso capitato di notare un certo fraintendimento: parlando di prodotti naturali, molte persone filtrano questa informazione secondo la propria mappa mentale e subito immaginano merendine biologiche, succhi di frutta bio e altri prodotti simili acquistati nei supermercati dedicati al cibo sano.

Ecco: gallette di riso o mais, biscotti acquistati, pane integrale fatto con farine vecchie, succhi già pronti non sono parte del metodo Kousmine, anche se sulla confezione c’è la scritta “biologico”.

Tutto quello che è stato trasformato, lavorato, devitalizzato, non può essere considerato “naturale”. Dirigiamo piuttosto la scelta verso un cibo sano, genuino, vitale, che ci aiuti a ritrovare o a mantenere la salute e a sentire anche la nostra mente lucida, concentrata e, perché no, felice.


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Marilù Mengoni

Marilù Mengoni

Marilù Mengoni, si laurea con lode in Biologia presso l’Università degli Studi di Siena (iscritta all’Albo dei Biologi Nutrizionisti) e successivamente anche in Psicologia, presso l’Università di Urbino. Consigliere A.M.I.K. (Associazione Medica Italiana...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Il Metodo Kousmine: come iniziare

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.