+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Endometriosi: 5 rimedi naturali

di Romina Rossi 11 mesi fa


Endometriosi: 5 rimedi naturali

Come alleviare i sintomi con le piante officinali e l'alimentazione

L’endometriosi è una malattia che colpisce il 10-20% delle donne in età fertile, generalmente fra i 25 e i 35 anni. Si manifesta quando il tessuto endometriale, che dovrebbe trovarsi solo nella cavità uterina, si sposta in aree dove non dovrebbe essere. Tale presenza anomala causa disturbi e dolori anche gravi.

Sebbene per la medicina ufficiale non sia una malattia curabile (nei casi più lievi viene prescritta la pillola anticoncezionale, in quelli più gravi si procede all'asportazione dell'utero) molti sintomi si possono attenuare con i rimedi naturali e l’alimentazione.

Indice dei contenuti:

Endometriosi: cos’è e quali cause ha

L’endometriosi è una malattia benigna che si sta diffondendo sempre di più. Interessa l’endometrio, il tessuto di rivestimento più interno dell’utero. Alcune sue parti si possono spostare e crescere in zone extrauterine. Più frequentemente possono interessare le zone del peritoneo pelvico e degli organi pelvici, come intestino, uretere e vescica.

La forma di endometriosi più diffusa è quella ovarica. Qui la crescita anomala si manifesta con la formazione di cisti che possono raggiungere anche 10 centimetri di grandezza, e che contengono sangue mestruale prodotto dalle cellule endometriali.

Queste cellule si comportano come se fossero nell’utero: quindi al momento della mestruazione si rompono e cominciano a sanguinare. Spesso sono chiamate “cisti cioccolato” per il colore scuro del sangue.

Non è ancora chiaro cosa porti a formazione dell’endometriosi. L’ipotesi più avvalorata è che durante il ciclo avvenga quella che viene definita la "mestruazione retrograda": in alcune donne il sangue refluisce dall’utero alle pelvi, passando dalle tube di Falloppio.

Secondo alcuni studi, oltre alla mestruazione retrograda, un altro fattore scatenante è la metaplasia. Si tratta di una modificazione del tessuto di rivestimento delle pelvi. Fra le altre ipotesi più accreditate per le cause della malattia ci sono la malformazione congenita e l'indebolimento del sistema immunitario.

Anche la predominanza estrogenica, tipica dell’età contemporanea nelle donne, può favorire l’insorgenza di endometriosi.

Vanno tenuti in considerazione anche i fattori di rischio che facilitano la comparsa della malattia; fra cui:

  • la prima mestruazione in età precoce;
  • la menopausa tardiva;
  • i cicli mestruali inferiori ai 27 giorni;
  • non avere mai avuto gravidanze;
  • casi di endometriosi in famiglia;
  • l’abuso di alcol.

Endometriosi: i sintomi principali

L’endometriosi può manifestarsi sia senza sintomi che con una sintomatologia accentuata che rischia di compromettere il benessere della donna. In molte donne è causa, ad esempio, di dolore cronico pelvico.

Quando le cisti lasciano fuoriuscire il sangue, i tessuti con cui questo viene a contatto si infiammano e si manifesta dolore che può diventare anche parecchio forte. In seguito all’infezione di formano cicatrici e aderenze nei tessuti, che non fanno che aumentare i sintomi.

Fra quelli più comuni vi sono:

  • dolore pelvico durante la fase premestruale e il ciclo stesso;
  • irregolarità del ciclo mestruale con sanguinamenti anomali;
  • dolore durante i rapporti sessuali;
  • dolore alla defecazione;
  • infertilità.

I sintomi si manifestano circa 10 giorni prima della mestruazione e possono diventare insopportabili durante il ciclo. Di solito spariscono con l’arrivo della menopausa.

Il prodotto consigliato per te: vinci il dolore a tavola

L'olio di lino è una fonte ricchissima di omega 3, proteine e aminoacidi. 

Grazie a queste proprietà, aiuta a ridurre il dolore, l'infiammazione e il gonfiore. Se soffri di endometriosi, prova a usarlo come condimento per i tuoi piatti. 

Ricordati di usarlo sempre a crudo, mai in cottura, per non alterare le sue proprietà benefiche. 

Olio di Lino

(112)

€ 4,58

Endometriosi e infertilità: che legame c’è

Secondo alcune ipotesi la presenza di endometriosi può favorire l’infertilità, anche se i meccanismi che uniscono le due patologie non sono del tutto chiari. Si sa con certezza che il 30% delle donne che soffre di problemi di fertilità soffre anche di endometriosi. La causa sarebbe la presenza di aderenze e cicatrici che rendono difficoltoso l’incontro fra spermatozoo e ovulo.

Restare incinta con l’endometriosi in atto non è impossibile, ma in questo caso la gravidanza non è del tutto priva di rischi. È più facile che si verifichi un aborto o un parto prematuro.

L’endometriosi porta anche a menopausa precoce: spesso la medicina risolve il problema con interventi ripetuti all’utero e alle tube per esportare le cisti e il tessuto anomalo. Ciò provoca la perdita di parte dei follicoli che, a loro volta, causano la menopausa anticipata quando si esauriscono completamente. 

I rimedi naturali per l’endometriosi

In certi casi i dolori provocati da endometriosi sono così forti da rendere invalidante buona parte della vita della donna. Per cercare di alleviare i sintomi e vivere una vita il più normale possibile si può ricorrere a degli estratti fitoterapici e integratori che hanno azione antinfiammatoria e antispastica sui tessuti.

Vediamo i più efficaci.

1. Curcuma

Le proprietà antinfiammatorie della curcuma sono ormai note e sono utili anche per alleviare i sintomi dell’endometriosi. Secondo alcuni studi questa fantastica spezia avrebbe il potere di inibire la crescita dell’endometrio nelle zone dove non dovrebbe essere.

Oltre all’integratore si può fare un tè alla curcuma, che ha attività antifiammatoria. Si fa bollire in 240 ml di acqua con cucchiaio di polvere di curcuma (volendo potete aggiungere anche un po' di zenzero). Si può aggiungere il succo di un po’ di limone e del miele. Nei periodi in cui si manifestano i sintomi se ne possono bere 3 tazze al giorno.

Curcuma in Polvere

(319)

€ 9,00 € 10,00 (10%)

2. Agnocasto

L’agnocasto è la pianta amica delle donne sia in età fertile che in menopausa. Le sue proprietà lo rendono utile in tutte le problematiche del ciclo femminile.

Ha inoltre capacità di stimolare la produzione del progesterone: ecco quindi che è adatto per le patologie causate o favorite da una predominanza estrogenica, fra cui anche l’endometriosi.

L’agnocasto non va però assunto se si stanno già seguendo terapie ormonali sostitutive o assumendo contraccettivi orali.

3. Omega 3

Gli omega 3 aiutano a ridurre l’infiammazione. Diversi studi hanno dimostrato che gli omega 3 sono utili anche per contrastare l’endometriosi: i grassi EPA e DHA abbassano i livelli di prostaglandine E2 che causano l’infiammazione.

Inoltre, gli omega 3 riuscirebbero anche a rallentare la crescita del tessuto endometriale.

4. Rubus idaeus

Il gemmoderivato estratto dal lampone ha proprietà astringenti che sono efficaci contro le infiammazioni e i dolori all’utero. Ha anche proprietà antispastiche.

Allo stesso tempo agisce sull’asse ipotalamo-iposi-gonadico, in grado di riequilibrare la secrezione ormonale.

In genere è indicato per tutte le problematiche del ciclo della donna, utile per riequilibrarlo.

5. Zinco Rame

Anche questo oligoelemento agisce sull’asse ipofisi-ovaie e agisce come normalizzatore endocrino.

Agisce quindi ottimizzando le funzioni biologiche ed è efficace oltre che nelle problematiche del ciclo mestruale anche in caso di cisti ovariche, endometriosi e ovaio policistico.

La naturopata consiglia: attenzione all’alimentazione e allo stile di vita

In caso si endometriosi sarebbe meglio evitare quei cibi che rischiano di aumentare l’infiammazione. Fra questi ci sono:

  • i latticini,
  • i cibi ricchi di zuccheri e raffinati,
  • la caffeina,
  • l’acol.

Ci sono cibi che hanno attività antinfiammatoria naturale: questi non curano l’endometriosi ma aiutano ad alleviarne i sintomi. Va detto anche che non basta mangiarli una volta per stare meglio, ma aggiungendoli alla propria alimentazione, dopo 6-8 mesi contribuiscono a migliorare i sintomi. Fra questi, cercate di aumentare:

  • le verdure a foglia verde,
  • il sedano,
  • il salmone,
  • l’ananas,
  • le noci e le mandorle,
  • i semi vari (di chia, di girasole, di zucca…),
  • la curcuma,
  • lo zenzero,
  • i mirtilli,
  • l’avocado.

Anche un massaggio pelvico nei momenti in cui i dolori sono più acuti può essere utile per distendere i tessuti. Per potenziarne l'effetto, potete usare un olio vettore per massaggi a cui aggiungere qualche goccia di uno o più oli essenziali a effetto rilassante e distensivo. Potete scegliere fra: 

  • lavanda, 
  • arancio dolce, 
  • mandarino, 
  • menta piperita, 
  • rosmarino, 
  • gelsomino. 

Disclaimer

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun modo il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire in manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.

Ti consigliamo...


Endometriosi - Dieta & Salute — Libro

(2)

€ 19,13 € 22,50 (15%)

Endometriosi e Alimentazione — Libro

(3)

€ 10,63 € 12,50 (15%)


Non ci sono ancora commenti su Endometriosi: 5 rimedi naturali

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.