800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Come mantenere una sana flora batterica intestinale

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 1 anno fa


Come mantenere una sana flora batterica intestinale

La flora batterica intestinale si altera a seguito di diversi comportamenti sbagliati

Indice dei contenuti:

L’importanza della flora intestinale

L’intestino è denominato il nostro secondo cervello: in esso ha origine gran parte del nostro sistema immunitario. Un intestino sano equivale a una sana flora batterica intestinale.

La flora batterica è composta da miliardi di microorganismi deputati allo svolgimento delle attività intestinali: avere una buona flora batterica significa non soffrire di tutti quei fastidiosi disturbi come gonfiore, stipsi, diarrea, difficoltà digestiva e senso continuo di stanchezza.

Quando la digestione non funziona correttamente, anche la flora intestinale è chiamata in causa: un’alterazione del suo stato inibisce il buon funzionamento anche di tutto il sistema.

Flora batterica intestinale: quando si altera?

La flora batterica intestinale si altera a seguito di diversi comportamenti sbagliati, primo fra tutti il tipo di alimentazione che adottiamo.

Quando avvertiamo sintomi come gonfiore dopo i pasti o sonnolenza significa che la nostra flora intestinale non è in pieno equilibrio e necessita di un aiuto.

Sono particolarmente nocivi i cibi industriali preparati con farine raffinate, i dolci industriali preparati con l’aggiunta di molti additivi chimici e l’utilizzo frequente di farmaci.

A questi seguono un abuso di carne, di caffè, di cioccolato e di cereali in genere, anche se non raffinati.

L’alimentazione ideale per l’uomo è data dall’utilizzo quotidiano di frutta e verdura freschi associati ad una parte minore di cereali integrali e proteine.

Sulle proteine c’è da fare una distinzione: la carne proveniente da allevamenti intensivi è spesso ricca di sostanza nocive (come ormoni ad esempio) che filtrano attraverso il nostro intestino e arrivano al sangue.

Come mantenere una sana flora batterica intestinale

Per ripristinare una flora batterica alterata, il primo passo è effettuare una pulizia intestinale per bonificare il terreno. Successivamente il consumo di yogurt (privo di zuccheri aggiunti) e di kefir, contribuiscono al buon ripristino della flora batterica intestinale. Ci si può aiutare utilizzando integratori a base di fermenti lattici che completano l’azione di riequilibrio.

Per mantenere sana la flora batterica è importante seguire un’alimentazione corretta e non consumare in misura eccessiva alcolici e superalcolici. Una quotidiana attività fisica completa il quadro.

Un fattore che si tende a trascurare è il fattore stress: esso contribuisce in larga misura al disequilibrio della flora batterica proprio perché come detto, l’intestino è il nostro secondo cervello. Ogni emozione ha una azione specifica sul nostro organismo e le emozioni negative soprattutto colpiscono direttamente il nostro secondo centro di controllo, l’intestino.

 

 

Ti consigliamo...


Dietro Lo Staff di Macrolibrarsi si nascondono in realtà ben tre nomi: Claudia, Francesca e Valeria. Tre ragazze che hanno in comune la passione per la scrittura e la curiosità e il desiderio di conoscere il più possibile di questo nostro bellissimo mondo.  Avide...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Come mantenere una sana flora batterica intestinale

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste