+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Colon irritabile: i sintomi, le cause e i rimedi naturali

di Romina Rossi 12 mesi fa


Colon irritabile: i sintomi, le cause e i rimedi naturali

Come alleviare in maniera naturale una delle sindromi più fastidiose

Tanti sono gli appellativi con cui viene chiamato il colon irritabile: da colite a colon spastico, a nevrosi intestinale fino indigestione nervosa. Il nome medico è sindrome dell’intestino irritabile o IBS. È carattetizzata da dolori al basso ventre e alterazioni delle feci.

Vediamo come si può intervenire e quali rimedi naturali sono più indicati per curare questa fastidiosa patologia che colpisce 1 italiano su 10.

Indice dei contenuti:

Le cause del colon irritabile

La sindrome del colon irritabile (IBS) è una vera e propria patologia che può compromettere la qualità della vita. Si presenta con una casistica di sintomi, che interessano l’intestino crasso o colon, che variano da persona a persona e che si aggravano nei periodi di particolare stress o in seguito all’assunzione di certi cibi. Pur essendo una malattia infiammatoria, come lo può essere il morbo di Crohn, la IBS si manifesta in una persona il cui intestino non presenta anomalie.

La caratteristica di tale sindrome è il malfunzionamento dell’apparato digerente. In una situazione di normale funzionamento fisiologico dell’organismo, gli scarti dell’alimentazione sono trasportati al retto grazie alle contrazioni ritmiche della peristalsi. Le pareti degli organi cavi, come l’intestino, si contraggono per spingere in avanti la massa che dovrà arrivare al retto ed essere espulsa.

Quando, invece, l’intestino non è a posto, la peristalsi diventa irregolare sia per movimento che per frequenza. La conseguenza è che si tende a soffrire di diarrea, stitichezza o di entrambe le situazioni alternate.

A ciò si possono accompagnare anche dolore, crampi e gonfiore. Non è raro che chi soffre di colon irritabile abbia una qualità della vita compromessa. A volte, infatti, i movimenti peristalstici sono così forti e violenti che non si riesce a trattenere le feci. Chi soffre abitualmente di colite ha anche una soglia del dolore del tratto intestinale molto più bassa.

Le cause che portano a questa condizione di squilibrio non sono ancora del tutto chiare. Anche se, secondo studi più recenti, 5 fattori possono essere legati allo sviluppo della malattia:

  1. il tipo di alimentazione. Quella tipica da fast food o a base di cibi non sani e salutari, industriali e lavorati non aiuta il nostro apparato digerente a rimanere sano. Questa patologia potrebbe essere causata anche da una allergia o un’intolleranza grave a uno o più alimenti. Se avete il sospetto di avere una intolleranza o un’allergia, evitate di eliminare cibi, per evitare casi di malassorbimento e impoverimento di nutrienti e rivolgetevi a un esperto che vi possa aiutare;
  2. lo scarso funzionamento dell’apparato digerente. Tale condizione si deve alla scarsa qualità e quantità dei batteri buoni che popolano la nostra flora batterica intestinale. Questi batteri aiutano anche a mantenere funzionale il processo digestivo e ad eliminare correttamente le scorie accumulate;
  3. la gestione dello stress e i traumi emotivi. Le persone che hanno difficoltà a gestire i picchi di stress, o sono più sensibili ad essi, hanno più probabilità di sviluppare reazioni a livello del sistema nervoso che influiscono sull'insorgenza del colon spastico. Lo stesso succede per coloro che si portano dietro traumi del passato non ancora risolti;
  4. le infezioni croniche del tratto digerente. Sono responsabili soprattutto infezioni batteriche, da parassiti e candidosi;
  5. le anomalie nella struttura dell’organismo. Un disallineamento della colonna vertebrale può ostruire il percorso dei nervi del tratto intestinale e di conseguenza rendere più difficile la digestione.

Colon irritabile: i sintomi più frequenti

Fra i sintomi più frequenti in chi soffre di sindrome da colon irritabile ci sono:

  • la stipsi;
  • la diarrea;
  • l’alternanza fra stipsi e diarrea;
  • i dolori, i crampi addominali, che sono alleviati e/o scatenati dalla defecazione;
  • la flatulenza e meteorismo intestinale;
  • la cefalea;
  • la nausea;
  • l’eruttazione;
  • l’infiammazione e il bruciore o pirosi;
  • l’affaticamento;
  • la sensazione di sazietà;
  • il cattivo sapore in bocca;
  • l’ansia e la depressione;
  • l’insonnia. 

Colon irritabile: i rimedi naturali più indicati

In caso di sindrome del colon irritabile si può ricorrere ad alcuni rimedi naturali che hanno effetto sull’apparato digerente. Ecco quelli che hanno maggiore successo.

L'integratore per la salute del colon preferito dai nostri clienti

Colonsan Formula Potenziata Salugea – Integratore per il Gonfiore Addominale - Capsule vegetali, in vetro scuro

Integratore naturale per il benessere intestinale. A base di estratti secchi titolati di Finocchio, Tarassaco, Malva, Melissa e Zenzero, contrasta i gonfiori e favorisce l’eliminazione dei gas

(59)

Colonsan Formula Potenziata è un integratore 100% naturale che agisce favorevolmente per il benessere intestinale, promuovendo l’eliminazione dei gas e riducendo la sensazione di gonfiore addominale. La sua formulazione...

€ 21,00 € 17,85 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

La curcuma

La presenza di curcumina nella curcuma ha effetti benefici multifattoriali.

A livello intestinale, la spezia dal colore dell’oro ha una spiccata attività antinfiammatoria. Da esperimenti in vitro è risultato che essa ha anche una marcata attività miorilassante, contribuendo a rilassare la muscolatura liscia. Per questo motivo la curcuma è uno dei rimedi naturali per eccellenza per la sindrome del colon irritabile.

Olio essenziale di dragoncello

Per il colon irritabile possiamo ricorrere a efficaci rimedi della nonna. Uno di questi è l’olio essenziale di dragoncello che ha un effetto calmante sugli spasmi e le tensioni muscolari. È ottimo in caso di crampi addominali. Inoltre, interviene a calmare gli stati di ansia e di nervosismo.

Un ottimo modo per usare l’olio essenziale di dragoncello è in massaggio. Potete diluirne qualche goccia, insieme all’olio essenziale di camomilla romana, maggiorana e lavanda in un flacone di un olio da massaggi a vostra scelta.

Applicate qualche goccia sul ventre 2-3 volte al giorno e massaggiate.


Enzimi digestivi

Gli enzimi possono aiutare ad alleviare la sintomatologia di colon irritabile e reflusso gastrico, perché prevengono il meteorismo e l’eccesso di gas intestinali.

Un’integrazione alleggerisce lo stress dello stomaco e degli altri organi, e aiuta allo stesso tempo a digerire le macromolecole più difficili da scindere, come le proteine o il glutine.

Menta, melissa e zenzero

Si tratta di piante officinali che hanno grandi benefici per il colon irritabile.

L’olio essenziale di menta piperita riduce i gas intestinali e i crampi. Attenzione all’assunzione di menta se soffrite di reflusso gastroesofageo, perché lo accentua.

La melissa è una pianta carminativa, che è in grado di eliminare i gas intestinali e lenire i dolori ad essi associati.

Un’altra pianta che rientra nelle carminative è lo zenzero. È in grado di ridurre i gas intestinali, il gonfiore, migliorare la funzionalità gastrica e calmare la diarrea.

Potete consumare melissa e zenzero in tisana dopo i pasti.

Succo di aloe vera

L’aloe ha potenti effetti antinfiammatori e lenitivi per cui è benefica in tutte le forme di infiammazione gastrointestinale. L’attività così potente è data dalla presenza di steroidi vegetali e bradichinasi, un enzima che scinde materiale proinfiammatorio all’interno dell’organismo.

L’effetto lassativo aiuta soprattutto a regolarizzare la stipsi.

Fermenti lattici

Il riequilibrio della flora batterica intestinale è fondamentale per combattere l’infiammazione. In questo caso i più indicati possono essere i fermenti che contengono il Lactobacillus acidophilus e il bifidus che partecipano al processo digestivo e prevengono la formazione della candida.

Colon irritabile: quale dieta è più adatta

Per lenire i sintomi che si scatenano con la colite spastica il primo rimedio è adottare un tipo di alimentazione il più sano possibile. Una dieta ricca di fibre è l’ideale, perché essa calma l’apparato digerente e regola l’intestino. Sono utili, quindi, i cereali, i legumi – meglio se passati in modo che non creino fermentazione e gonfiore – e le verdure meglio se crude o poco cotte. Se l’attuale apporto di fibra è insufficiente, è bene aumentare gradualmente le quantità per dar modo all’organismo di adattarsi a questo nuovo cambiamento.

Sono salutari anche gli alimenti che contengono fermenti vivi: yogurt, kefir e verdure fermentate.

Per facilitare il transito delle scorie bevete spesso. L’ideale è un bicchiere di acqua ogni due ore.

Alcuni alimenti, più di altri, irritano l’intestino, quindi sarebbe meglio evitarli: i cibi grassi, i cavoli, i carciofi, i cetrioli, il vino bianco, le bevande gassate, compresa l’acqua.

Un digiuno o un semidigiuno può aiutare a riequilibrare il tratto digerente. Evitate, però, il fai da te e affidatevi al consiglio di un esperto se avete patologie in atto, come diabete o altre malattie.

Per alleviare la stipsi è consigliato anche fare dell’attività fisica.

La naturopata consiglia

Extra Dophilus Forte - Probiotico

Extradophilus forte favorisce l’equilibrio della flora intestinale

(12)

IBS, Diarrea, Supporto dell'Apparato Digerente, Costipazione (Stipsi), Candidosi, Alitosi, Ipercolesterolemia, Supporto Immunitario Il L. acidophilus e il B. bifidum sono batteri intestinali benefici che coesistono...

€ 36,90

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Disclaimer

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun modo il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire in manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.


Ultimi 2 commenti su Colon irritabile: i sintomi, le cause e i rimedi naturali

icona

Vanessa

Illuminante

Un articolo completo in poche righe .Ottimo per un approccio ai rimedi naturali .

Recensione utile? (0 )

icona

Rita

Colon irritabile: i sintomi, le cause e i rimedi naturali

Scritto con chiarezza, quindi comprensibile a tutti, spiega in linea generale le possibili cause, le caratteristiche del malessere e dà qualche consiglio per un aiuto.

Recensione utile? (2 )

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.