800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Vivere nel momento - Estratto da "Impara a Vivere"

di Susan e Mats Billmark 2 mesi fa


Vivere nel momento - Estratto da "Impara a Vivere"

Leggi in anteprima un capitolo tratto dal libro di Susan e Mats Billmark e scopri come imparare a vivere la tua vita serenamente e pienamente

Almeno una volta abbiamo avuto tutti quanti la sensazione che ogni cosa fosse esattamente dove avrebbe dovuto essere. Per qualche istante abbiamo provato una calma e una pace interiore che avremmo voluto non finisse mai.

Indice dei contenuti:

L'importanza del presente

Sapete esattamente di cosa parliamo: una manciata di secondi di totale e intensa gioia passati insieme a vostro figlio, al vostro compagno o al vostro animale domestico. Potrebbe anche essere stata una splendida esperienza a contatto con la natura.

Se sapete di cosa stiamo parlando, allora avete avuto un piccolo assaggio di cosa significhi essere totalmente presenti nel MOMENTO.

Perché, perché mai ci riesce così difficile vivere nel momento? I nostri cervelli pensano costantemente al futuro e analizzano gli effetti di ciò che facciamo adesso su quello che accadrà in futuro. Esaminiamo il passato e usiamo le informazioni che ne ricaviamo per avere idee nuove e creative, intuizioni e soluzioni. Ecco perché siamo più impegnati e interessati al futuro e al passato che al presente.

Il passato ci definisce e ci dà un senso di identità. Il futuro porta sempre con sé speranze di successo e felicità. E il presente?

Quel brusio costante

Siamo ossessionati dai nostri pensieri. Dal momento in cui ci svegliamo la voce che sentiamo in testa comincia a parlare e non la smette fino a quando non ci addormentiamo di nuovo. Quando siamo stressati riusciamo a stento a spegnere i nostri pensieri per dieci secondi.

L'intelletto e il pensiero sono le risorse più importanti per un essere umano, ma quando il rumore che sentiamo in testa prende il sopravvento e perdiamo l'occasione di godere del momento, ecco allora che i nostri pensieri diventano una zavorra. Dobbiamo sforzarci di mantenere un equilibrio salutare tra la consapevolezza del presente da una parte e i pensieri sul passato e sul futuro dall'altra.

Molte persone neanche si accorgono di pensare costantemente, senza sosta. La voce nella loro testa commenta, specula, giudica, paragona, si lamenta, disprezza, apprezza e via dicendo. Per molte persone questi pensieri sono la principale causa di stress, bassa autostima, infelicità e delusione.

Viviamo sempre nel presente, ma non ci facciamo quasi mai caso.

Il brusio continuo di pensieri nella nostra testa non ce lo permette.

A caccia della felicità

Alcol, cibo, sesso, esercizio fisico e droghe sono solo alcuni esempi di ciò che ci può procurare un fuggevole brivido di piacere, ma ci lasciano poi un desiderio e un bisogno ancora più grande di quello che avevamo prima.

La felicità è solo temporanea, per questo la gente è sempre a caccia di nuove scariche di adrenalina. Uno studio americano ha mostrato che la felicità che i soggetti provano dopo aver trovato un nuovo lavoro, iniziato una nuova relazione o essersi trasferiti in un nuovo appartamento si spegne dopo soli tre mesi. Al giorno d'oggi compriamo più di quanto l'umanità abbia mai fatto, ma neanche questo ci dà una soddisfazione duratura.

Quando impareremo? Molte persone sono assolutamente convinte che la successiva relazione, il prossimo rinnovamento, una vacanza, un figlio, un nuovo lavoro (e chi più ne ha più ne metta) le renderanno finalmente felici.

«La nostra brama di futuro ci fa dimenticare di vivere il presente.» CHUANG-TZU

Molte persone sono così ossessionate dal futuro perché non sono per niente soddisfatte del presente. In troppi pensano che il denaro possa comprare la vera felicità. Be', facciamo un esperimento mentale. Poniamo che vinciate la lotteria. Siete felici per qualche mese, poi l'insoddisfazione torna strisciante e vi ritrovate al punto di partenza. Se non vi abituate a vivere nel presente, non sarete mai in grado di godere di ciò che avete.

La vera gioia può essere provata solo nel presente!

Nel suo libro Nextopia, Micael Dahlén, professore alla Scuola di economia di Stoccolma, parla della "società del desiderio":

Ora che Internet rende tutto così accessibile, pensiamo che la felicità si trovi da qualche parte nel futuro, anziché nel presente. Tv e computer ci mettono di fronte ogni tipo di possibilità: le cose che non possediamo ci rendono furiosi d'invidia e fanno sembrare grigia la nostra realtà quotidiana.

Molte persone sono ansiose e desiderano con tutto il cuore di essere da qualche altra parte, in qualche altro momento. Il loro qui e ora non è quasi mai, o mai, sufficiente.

Avete la sensazione che i giorni, i mesi e gli anni corrano via troppo velocemente? C'è solo un modo per mettere un freno alla sensazione del tempo che passa, ed è vivere il presente con maggiore consapevolezza!

La felicità in un batter d'occhio

Quando il noto calciatore svedese Henrik Rydstròm ha giocato l'ultima partita della sua carriera, è successo qualcosa di speciale.

La mia ultima partita era finita. Quando ho alzato gli occhi verso gli spalti, ho visto una faccia che mi era molto familiare. Aldor, il mio allenatore di quando ero bambino, si era fatto cento chilometri per venire a vedere la partita. Sono andato verso di lui, l'ho raggiunto, gli ho preso la mano e gli ho detto: «Aldor, che bello vederti». Aveva le lacrime agli occhi e non riusciva a rispondere. È stato proprio uno di quei momenti, uno di quelli che si fissano e rimangono per sempre con te. Ogni duro allenamento nel vento, nel freddo e nella neve era valso la pena. Era valsa la pena di fare tutto.

In questo momento magico Henrik era veramente presente nella sua vita e ha visto un barlume dell'Adesso nella sua forma più splendida.

I momenti più gioiosi della vita accadono quando siamo più concentrati e presenti nel momento.

Imparare a essere più presenti nella propria vita è l'inizio di un viaggio fantastico, un viaggio che porta alla pace interiore, a una lucida consapevolezza, e alla felicità e alla vitalità più profonde che abbiate mai provato.

All'inizio del vostro viaggio sarete capaci solo di intravedere l'Adesso, ma con esercizio e pratica potrete sentirlo per periodi molto più lunghi. La cosa più facile, all'inizio, è fare un passo indietro, osservare i propri pensieri e dichiarare: "C'è un brusio ininterrotto di pensieri nella mia testa, ma io sto ad ascoltarlo". Quando ascoltate i vostri pensieri e ne siete consapevoli, non solo diventate più coscienti di cosa essi siano, ma arrivate anche a percepirvi come testimoni dei vostri pensieri.

Appare così una nuova consapevolezza.

Ogni volta che interrompete il flusso costante di pensieri, il vostro contatto con il presente aumenta. Per la maggior parte delle persone queste aperture si presentano solo raramente e per caso. Può succedere in concomitanza con un'esperienza forte, con l'intimità fisica o con uno sforzo estremo. All'improvviso appare una calma inestimabile. Purtroppo questi momenti tendono a essere molto brevi, e il brusio ininterrotto riprende il sopravvento.

È stato provato che se riusciamo a essere emotivamente e mentalmente presenti in ciò che facciamo, proviamo un'intensa felicità.

Imparare a passare più tempo nel presente è il più bel regalo che potete fare a voi stessi. Se volete cambiare la vostra vita, scegliete di concentrarvi sull'essere presenti nel momento più spesso che potete. Fate in modo che distogliere la vostra attenzione dal passato e dal futuro diventi un'abitudine da mettere in pratica ogni volta che potete. Provate a notare quante volte vi trovate nel qui e ora. Questo vi permetterà di imparare rapidamente come essere presenti nel momento.

Liberatevi della vostra inconsapevolezza. Usate tutti i vostri sensi. Chiedetevi: chi c'è con me? Quali rumori sto udendo? Cosa vedo intorno a me? Che odori sento? Assicuratevi di evitare giudizi di valore su quello che provate: cercate di non usare parole come "buono" o "cattivo". Fate caso al vostro respiro. Sentite l'aria entrare e uscire dal vostro corpo.

Concentrate tutta la vostra attenzione sull'Adesso e individuate qual è il problema in quel momento.

I vostri problemi si ridurranno quando tutta la vostra attenzione sarà concentrata sull'Adesso!

Esercizi sull'adesso

Imparare a essere più presenti nel momento richiede molta pratica e molta pazienza. Un obiettivo ragionevole è quello di provare a creare svariati momenti di presenza completa, pensando meno al passato e al futuro. Ogni volta che riuscite a interrompere il flusso dei pensieri, la vostra connessione con il presente cresce. La sfida è fare pratica con alcuni dei seguenti esercizi in modo regolare.

MEDITAZIONE / RESPIRAZIONE

Concentratevi sul vostro respiro ogni volta che potete, nel corso della giornata. Ogni momento di concentrazione aiuta. Quando i vostri pensieri vagano lontano da voi, fateci caso e spostate di nuovo l'attenzione sulla vostra respirazione. Fatelo per un minuto, per cinque minuti, per mezz'ora!

Chiudete gli occhi. A ogni inspirazione, pensate "Sto inspirando". A ogni espirazione pensate "Sto espirando!".

Concentratevi sulla respirazione. Respirate e lasciate che ogni cosa segua il suo corso.

CONCENTRAZIONE

Dovunque siate, fate di tanto in tanto un respiro profondo e chiedetevi: "Cosa sta succedendo qui e ora?". Fate molta attenzione a qualsiasi cosa stiate facendo o provando in quel momento.

AFFERMAZIONE

Ripetendo almeno una volta al giorno la seguente affermazione per un minimo di un minuto e un massimo di tre, rafforzerete la vostra intenzione di vivere nel presente: "Scelgo di stare completamente e pienamente nel presente."

FERMATE IL FLUSSO DI PENSIERI

Per sperimentare cinque o dieci secondi di presenza nell'Ades-so, chiedetevi sottovoce: "Quale sarà il mio prossimo pensiero?"

ASCOLTO DEL CORPO

Lavorate per migliorare la consapevolezza del vostro corpo, in modo da rivolgergli tutta l'attenzione che merita. Cercate un'applicazione o trovate su Internet un CD adatto.

YOGA / QI GONG

Unire esercizi fisici ed esercizi respiratori rafforza il fisico, vi rende più consapevoli e presenti e vi aiuta a prendere coscienza del vostro corpo.

Domande per capire se vivete nel presente

Rispondete alle seguenti domande scegliendo tra "molto spesso", "raramente", "mai".

  • Con che frequenza vi trovate a pensare che ogni cosa andrebbe meglio se faceste questo o quello?
  • Con che frequenza sentite che la vostra vita è fuori dal vostro controllo?
  • Con che frequenza vi siete sentiti delusi perché le vostre vacanze o i vostri giorni di riposo non sono stati all'altezza delle aspettative?
  • Con che frequenza mettete i bisogni degli altri prima dei vostri?
  • Con che frequenza sentite di non avere tempo di riflettere su quello che sta succedendo nella vostra vita?
  • Con che frequenza ignorate i sintomi fisici senza provare a guarire?

Se avete risposto "molto spesso" a quattro o più di queste domande, dovete chiedervi se c'è qualcosa che potete fare per cambiare il vostro approccio al presente. Se avete risposto "raramente" o "mai" alla maggior parte delle domande, allora è probabile che siate già sulla buona strada.

Ripensate alle vostre risposte e a come esse si relazionano alla vostra personale definizione di felicità.

Queste domande sono state tratte dal libro dell'autrice svedese Eva Bojner Horwitz Kulturfor halsans skull (Cultura per il bene della salute).

Il metodo Billmark

Il seguente metodo vi aiuterà a diventare più consapevoli e presenti nel momento.

  1. Dite "Adesso", in silenzio o ad alta voce. Questo vi aiuterà a concentrarvi e interromperà il flusso dei pensieri.
  2. Concentratevi sui vostri prossimi cinque respiri. Ripetetevi piano "Inspira, espira".
  3. Dite ad alta voce o tra voi cosa state facendo in questo momento. Siate dettagliati e non trascurate i particolari. Non date giudizi di valore usando parole come "buono", "disgustoso", "brutto" o "bello". Per esempio: "Sono seduto al computer e sto scrivendo un'email a mio figlio. Ora la spedisco". Oppure: "Sto mangiando un'insalata con pomodori, cetrioli e gamberi. Ne prendo una forchettata e la porto alla bocca".

Provate a fare pratica con uno o con tutti questi esercizi almeno una volta al giorno.

Concentratevi sul vostro respiro più spesso possibile. Una respirazione controllata è la chiave per vivere una vita più presente nell'Adesso!

Impara a Vivere

Come superare l'ansia e lo stress e ritornare alla felicità

Susan e Mats Billmark

E' nato in Svezia, si è diffuso grazie al passaparola, e ha cambiato la vita di milioni di persone. In meglio! Impara a vivere è un libro semplice e profondo che offre consigli per evitare lo stress e l’ansia sia al...

€ 17,00 € 14,45 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


MATS e SUSAN BILLMARK sono una coppia svedese appassionata di pratiche meditative. Questo libro è il risultato di anni di riflessioni e di ore di pratica di meditazione.
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Vivere nel momento - Estratto da "Impara a Vivere"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste