800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Una promessa importante - Estratto da "Conversazioni con Dio - Vol. 4"

di Neale Donald Walsch 8 mesi fa


Una promessa importante - Estratto da "Conversazioni con Dio - Vol. 4"

Leggi in anteprima le prime pagine del libro di Neale Donald Walsch

Mi rendo conto che nel più recente libro della serie Conversazioni con Dio, scritto diversi anni fa, dichiarai che si trattava dell'ultimo dialogo di questo tipo pubblicato e diffuso da me. Ma la vita è un mosaico in continua evoluzione e visto che tutti noi siamo Uno con Dio, abbiamo la capacità di creare quello che i cineasti chiamerebbero un “finale alternativo” a qualsiasi storia. Apparentemente è quello che è accaduto in questo caso. Sembra che a livello Superconscio (ossia a quel livello in cui agiscono tutte le anime) sia stata presa una nuova decisione.

Avrei potuto mantenere privato quest’ultimo dialogo, ma ogni cellula del mio corpo gridava: “Non ti azzardare!”. Avevo fatto una promessa a Dio: continuare a diffondere importanti informazioni, capaci di cambiare in positivo le esperienze quotidiane di milioni di persone. La diffusione pubblica della mia più recente conversazione con Lui - trascritta parola per parola - mi permetteva di tenere fede a quella promessa.

Anche se le principali religioni del mondo parlano di rivelazioni fatte da Dio agli esseri umani e avvenute nel corso di tutta la storia, qualcuno potrebbe dubitare che un evento di tale portata fosse accaduto proprio a un essere imperfetto come me. Sinceramente lo capirei. Ma ho sempre detto che non sono io al singolare a parlare con Dio, ma tutti noi al plurale a parlare con Lui. E solo che gran parte delle persone chiama questo dialogo in altri modi.

Ognuno ha la capacità di accedere alla Sorgente della saggezza suprema posta nel profondo del suo sé: è il mezzo con cui Dio opera dentro e attraverso noi. Nel dialogo, il Divino spiega questo fenomeno così: “Parlo con tutti, sempre. La domanda non è ‘Con chi parlo?’. La domanda è ‘Chi ascolta?’.”

Perciò ti invito a mettere da parte qualsiasi forma di scetticismo verso la fonte delle informazioni qui contenute e a considerare se esse possano avere un valore per la tua vita individuale e, più ampiamente, per la tua comprensione della Vita stessa.

Questo testo contiene molte informazioni sulla vita e la morte e sulla dimensione intermedia. Probabilmente racchiude più dati metafisici di quanti ti sia mai capitato di leggere in un unico testo. A un certo punto del dialogo che seguirà forse dirai: “Speculazione o no, tutto ciò è decisamente affascinante.” Per poi chiederti giustamente: “Ma a che serve saperlo? Come può riguardare e migliorare la mia esistenza, per non parlare della vita di tutti noi qui sulla Terra?”.

Come vedrai, ho fatto domande su domande nel tentativo di rendere questo dialogo comprensibile e pertinente. So solo che oggi, con tutto quello che succede nel mondo, la gente ha un disperato bisogno di messaggi di speranza, fede, guarigione e cambiamento. Ritengo che quest’ultima conversazione con Dio offra proprio questo: ecco perché ho deciso di condividerla e renderla pubblica. Lo scambio qui riportato contiene alcune dure valutazioni sulla situazione attuale, che non vogliono essere giudizi ma lampi per illuminare ciò che adesso siamo invitati a vedere e ciò che abbiamo il potere di fare.

So che sembra banale, ma un Domani Migliore per noi come individui e per la nostra civiltà è possibile, anzi: molto, molto possibile se lo sceglieremo. Come chiarisce questo dialogo, basterà prendere un’Unica Decisione. Spero che quanto segue ti aiuti a compiere questa scelta.

Il 2 agosto 2016 mi destai da un sonno profondo. Fu “quell'impulso” a svegliarmi. Non lo sentivo da quasi dieci anni, ma lo conoscevo bene.

Non avevo idea di che ora fosse. Pensai; “Se fossero le 4:23, mi servirebbe forse un segno più chiaro di questo?”

Guardai la sveglia sul mio comodino.

Le 4:13.

Certo, così avevo il tempo di prepararmi per il mio “appuntamento” delle 4:23.

Il mio primo dialogo con Dio iniziò proprio alle 4:23 del mattino. E per settimane, tutti i giorni fra le 4:15 e le 4:30, venivo svegliato da un profondo impulso interiore: riprendere quel dialogo.

Questa situazione si protrasse per mesi (e successivamente per anni). Mi domandai se quell’orario specifico avesse un significato, ma poi non sentii più il bisogno di chiarirlo.

Quando le prime conversazioni con Dio, scarabocchiate su blocchi di carta gialla, diventarono un libro pubblicato (nel dialogo mi era stato detto che sarebbe avvenuto, quindi per scommessa le inviai a una casa editrice), pensai che forse era successo qualcosa di importante. E quando il libro fu acquistato da più di un milione di persone e tradotto in trentasette lingue, fui scioccato che quella premonizione fosse diventata realtà.

Poi cominciarono ad arrivare gli inviti a parlare al di fuori degli USA e dovetti procurarmi il mio certificato di nascita per richiedere un passaporto. Non riuscendo a trovarlo fra i miei effetti personali, mi rivolsi alle autorità competenti del luogo in cui ero nato chiedendo d’inviarmi a pagamento una copia ufficiale del documento.

Il giorno in cui aprii la busta e lessi il certificato rimasi sbalordito:

ORA DI NASCITA: 4:23

Naturalmente.

Il fatto che la mia esperienza di connessione con il Divino iniziasse sempre più o meno all’ora in cui venni al mondo mi sembrò significativo. Come minimo non potevo ignorare questa perfetta coincidenza.

Nel corso degli anni, da allora, se mi svegliavo improvvisamente fra le 4:15 e le 4:30 del mattino, cominciavo a fissare il soffitto e sentivo una certa energia scorrermi attraverso il corpo, sapevo cosa stava succedendo. Mi alzavo immediatamente, correvo al portatile e mi mettevo a disposizione di qualsiasi cosa volesse raggiungermi.

Lo stesso accadde il 2 agosto 2016. Sollevai le coperte, mi alzai dal letto e mi misi al computer. C’era un unico problema: non pensavo che l’avrei fatto di nuovo.

Lasciami spiegare.

Tutti noi abbiamo di continuo quelle che chiamo “conversazioni con Dio”. Ciò mi è stato spiegato all’inizio degli oltre tremila dialoghi con il Divino. Quindi la mia esperienza non era unica o inconsueta, forse solo un po’ insolita. Il fatto che avessi trascritto questi colloqui intimi e poi li avessi inviati a una casa editrice che addirittura li pubblicò e li distribui nelle librerie rende la vicenda piuttosto particolare.

Col tempo ho capito e sperimentato che tutti abbiamo costantemente un profondo legame personale con il Divino e che possiamo stabilire una vera comunicazione con Lui per chiedere consigli, aiuto, intuizioni, assistenza e qualsiasi cosa desideriamo. In effetti era proprio questo lo scopo del libro. Era stato divulgato per permettere ad altre persone in tutto il mondo di aprirsi a quest’esperienza, per invitarle a instaurare un rapporto nuovo e più personale con Dio.

Ma è tutt'altra cosa sapere di dover intrattenere questo genere di dialogo, avvertire che “è arrivato il momento” di avere una simile interazione in virtù di una sensazione interiore profonda e traboccante che non può essere ignorata. Vivo tutto ciò come qualcosa di travolgente e non provavo questa sensazione da quasi dieci anni, perciò mi ero persuaso che il nostro precedente scambio era stato l’ultimo.

Oh, sapevo che avrei scritto ancora. Lo farò per sempre: un articolo per “l’Huffington Post”, un blog per “CWG Connect”, un post su Facebook, una risposta a una domanda su “Ask Neale”, persino un libro che esplori la profondità dei messaggi che ho ricevuto.

Ma un’altra conversazione cartacea con Dio? Un altro dialogo a tu per tu con la Divinità? Pensavo che quei giorni fossero finiti. Credevo che il processo si fosse concluso.

Mi sbagliavo.

Conversazioni con Dio - Vol. 4

Il risveglio della specie

Neale Donald Walsch

Siamo nei guai. Ma possiamo ricevere aiuto… basta ascoltare. Nel bel mezzo di una notte di agosto, Neale Donald Walsch si è ritrovato nuovamente immerso in un dialogo inaspettato con Dio nel quale Gli ha subito posto due...

€ 14,90

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Neale Donald Walsch

Neale Donald Walsch è un messaggero spirituale dei nostri giorni le cui parole continuano a toccare il mondo in maniera molto profonda.Vive ad Ashland nell'Oregon (USA) con la moglie Nancy assieme alla quale ha fondato Conversations with God Foundation, un'organizzazione non-profit il cui scopo...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Una promessa importante - Estratto da "Conversazioni con Dio - Vol. 4"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste