800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Una nuova opportunità - Estratto da "Bambini Sani Oggi"

di Roberto Gava 4 mesi fa


Una nuova opportunità - Estratto da "Bambini Sani Oggi"

Leggi in anteprima le prime pagine del libro di Roberto Gava e scopri i suoi consigli per proteggere al meglio il tuo bambino

Quando vedo una "pancia" sono contento, perché penso che alla società viene offerta un'ulteriore occasione per nuovi talenti, carismi e opportunità. Chissà, infatti, chi sarà quella nuova persona, cosa porterà di bello e di nuovo al mondo che nessuno prima di lei poteva apportare, perché lei è unica, originale, irripetibile.

Indice dei contenuti:

Una Nuova Medicina

L'uomo è veramente un mistero, un meraviglioso mistero e più lo studiamo, più scopriamo le sue immense potenzialità. Conosciamo moltissimo di noi stessi, eppure ciò che sappiamo è una parte ancora enormemente inferiore a quella che non conosciamo.

Infatti, cosa sappiamo del nostro cervello? E quanto poco lo utilizziamo? Quando sento i commenti materialistici di coloro, specie i medici, che relegano lo studio e la cura dell'uomo alla sola sua struttura fisica, mi stupisco di quanto sia limitata la loro conoscenza e il loro credere di sapere.

La Medicina è Arte e Scienza insieme e il futuro, indipendentemente dagli ostacoli che molti innalzano per nascondere la loro ignoranza e salvaguardare i loro interessi, ci sta lentamente portando verso una Nuova Medicina che sarà necessariamente personalizzata e integrata, cioè multidisciplinare.

Però, anche se le prospettive future possono essere descritte con colori rosei, la situazione attuale è molto grigia e a breve termine potrebbe peggiorare.

I motivi sono tanti, ma ne possiamo indicare principalmente due:

 1. La Medicina Ufficiale attuale è impostata su principi molto limitanti:

  • non viene mai personalizzata;
  • considera l'uomo solo nella sua componente fisica anche quando cerca di studiare e di curare la mente;
  • non ascolta il malato, perché crede già di sapere, e quindi non può cogliere la sua unicità;
  • dedica un tempo limitatissimo alla visita medica;
  • basa la terapia e addirittura anche la "prevenzione" sul trattamento farmacologico, che è necessariamente solo sintomatico-palliativo e quindi mai un intervento eziologico;
  • accetta solo ciò che può spiegare, dimostrare e rendere ripetibile, ma esiste qualcosa di ripetibile nel nostro mondo che muta in continuazione? E in noi stessi? La mia persona di oggi è uguale a quella di ieri?
  • è condizionata fortemente dagli interessi economici e di potere e non pone la persona sopra tutto e prima di tutto.

2. Viviamo in un mondo molto bello, ma anche profondamente inquinato nelle sue zone maggiormente industrializzate, come accade per la nostra Italia.

L'inquinamento ambientale è diventato così patogeno che molti tossicologi giungono a ritenere che, se non verranno invertite le tendenze attuali, tra una decina di anni il cancro interesserà la grande maggioranza della popolazione e molte più patologie croniche affliggeranno l'età pediatrica.

È palese che nessuno, neppure il sottoscritto, può dire di conoscere il modo per difendere i bambini presenti e futuri:

  • prima di tutto perché non esiste un modo che garantisca quel risultato,
  • poi perché ogni trattamento curativo e preventivo deve essere personalizzato,
  • infine perché "nessuno sa", ma siamo tutti in cammino.

Il mistero dell'uomo è così immenso e le capacità di adattamento e di compensazione di una persona sono talmente grandi, che esisterà sempre un bambino super protetto che si ammala e uno mai protetto che nonostante tutto sta benissimo.

Il nostro dovere genitoriale, comunque, è di fare tutto il possibile per aiutare questi bambini secondo le nostre personali e attuali conoscenze, ... ma di farlo veramente.

Questo è anche il mio augurio.

Dobbiamo fare di più per i nostri figli

Oggi si parla tanto di prevenzione delle malattie pediatriche, ma attualmente i sistemi di prevenzione sono molto scarsi e nelle migliori delle ipotesi i consigli si riducono ad una rapida visita medica e alla prescrizione di alcuni esami, che il più delle volte possono solo scoprire se una patologia si è già instaurata.

Inoltre, se il soggetto afferma di sentirsi bene e ha gli esami ematochimici e strumentali normali è considerato sano, mentre sappiamo che non è sempre vero, dato che molte patologie possono comparire all'improvviso in soggetti precedentemente asintomatici, oppure possono essere scatenate nei bambini dopo un qualsiasi evento squilibrante.

Sappiamo tutti che alcuni farmaci, come i cortisonici, gli antibiotici, gli antivirali e gli antiallergici, non guariscono le patologie per cui vengono usati, ma ne sopprimono momentaneamente i sintomi causando in cambio intossicazione, squilibrio del sistema immunitario e di altri tessuti biologici e poi causando, se assunti cronicamente, nuove patologie.

Eppure oggi disponiamo di tante altre armi da utilizzare prima dei farmaci: perché non le usiamo?

E ancora: perché un bambino piccolo non si ammala mai finché resta a casa e poi andando al Nido o all'Asilo si ammala molto più facilmente?

Quando un bambino si ammala, ci sta dicendo che il suo sistema immunitario è molto debole e non riesce più a far fronte ai comuni virus o batteri che circolano nell'ambiente e/o che lui ha dentro di sé, germi però che fino a quel momento la sua flora batterica e le sue difese immunitarie riuscivano a tenere sotto controllo.

Però un bambino si può ammalare anche perché il suo organismo è povero di sostanze nutrizionali che sono invece essenziali per attivare molte reazioni biologiche che permettono un corretto funzionamento del suo sistema immunitario, ma anche delle sue capacità metaboliche o disintossicanti o semplicemente di quelle che regolano la sua crescita o qualsiasi altro apparato del suo organismo.

Pertanto, se impariamo ad osservare il linguaggio del corpo del bambino unitamente al suo comportamento psico-fisico, potremmo conoscere e proteggere meglio i nostri figli, perché sceglieremmo trattamenti preventivi e curativi più personalizzati.

Infine, molto spesso i media ci danno consigli di Medicina Preventiva che però alla fine trovano la loro giustificazione solo in giochi economici e di potere, oppure si rilevano inutili o in taluni casi addirittura pericolosi per la salute di persone particolarmente sensibili o deboli, e anche questo accade perché quei consigli non sono stati adattati al soggetto che li dovrebbe seguire.

Non scordiamo che la Medicina del Futuro sarà una Medicina altamente Personalizzata e dato che ogni persona è un mondo a sé, la personalizzazione del trattamento implica necessariamente la conoscenza e l'utilizzo da parte del Medico di una Medicina Umanistica e Integrata, cioè di una Medicina che rispetti la persona nella sua unicità e unitarietà e che sia la sintesi di più approcci terapeutici.

In questo libro cercherò allora di spiegare che con alcune precauzioni molto semplici si può cercare di prevenire o ridurre significativamente le principali patologie pediatriche attuali: patologie infettive batteriche e virali, patologie allergiche, patologie autoimmunitarie, disturbi del comportamento, ecc.

A tale riguardo, tra i consigli più importanti e utili che svilupperemo ricordo:

  • una corretta igiene di vita (personale, familiare, sociale e ambientale) che consideri specialmente l'importanza del movimento, del sonno e della serenità interiore e che consideri pure i gravi pericoli che ci giungono dall'inquinamento elettromagnetico e ambientale;
  • una corretta alimentazione, personalizzata in base all'ambiente in cui uno vive, alle sue caratteristiche fisiopatologiche e alla vita che conduce;
  • l'utilizzo razionale, bilanciato e periodico degli integratori nutrizionali, specie di quelli essenziali per le funzioni biologiche dell'età pediatrica;
  • il ricorso a qualcuna delle molte e utili tecniche terapeutiche non farmacologiche (Omeopatia, Fitoterapia, Naturopatia, Chinesiterapie, ecc.);
  • l'utilizzo dei farmaci chimici solo in casi selezionati, ben ponderati o di inefficacia dei trattamenti non farmacologici.

Infatti, per prevenire e curare in modo naturale le più comuni patologie pediatriche e mantenere i nostri figli in buona salute, oggi disponiamo di molti strumenti, ma dobbiamo conoscerli e personalizzarli per poterli utilizzare in modo efficace, innocuo ed economico.

Non scordiamo che noi genitori siamo i primi responsabili della salute dei nostri figli; ma sappiamo veramente cosa fare per proteggerli adeguatamente dalle molteplici e pericolose insidie odierne?

Perché scrivere questo libro?

Gli obiettivi che mi sono prefissato sono quelli di fornire le conoscenze necessarie affinché i genitori imparino a prevenire la maggior parte delle patologie pediatriche agendo prima della gravidanza, durante la gravidanza e nei primi anni di vita dei loro figli.

Oggi ci sono molti fattori che minacciano il delicato equilibrio psicofisico di un neonato e ciò vale ancor di più per un embrione o un feto. Inoltre, gli errori fatti in tenerissima età, o addirittura durante la vita intrauterina o poco prima che essa abbia inizio, possono lasciare gravi squilibri nel bambino e talvolta questi squilibri possono persistere per molti anni o anche per tutta la sua esistenza terrena.

In questo libro cercherò allora di spiegare pure come agiscono i principali fattori perturbanti l'equilibrio dei nostri figli, differenziandoli in base all'età pediatrica in cui essi agiscono. Cercherò di insegnare ad interpretare alcuni dei principali messaggi che il corpo di un bambino ci invia prima di ammalarsi, quali esami ematochimici e strumentali eventualmente fare e come stimolare i potenti meccanismi difensivi di cui dispone il suo sistema immunitario e che un bambino sano e forte effettivamente utilizza per non ammalarsi.

In particolare, cercherò di spiegare come bisogna agire per impostare una corretta igiene di vita, una corretta alimentazione e un modo per vivere sereni anche in mezzo alle difficoltà della vita sfruttando molte conoscenze della Medicina Naturale.

Infine, spiegando pure come e quali integratori nutrizionali sono i più utili nell'età pediatrica e spiegando le basi essenziali dell'approccio omeopatico con un accenno ai principali gruppi costituzionali, i genitori potranno avere le conoscenze sufficienti per un eventuale primo approccio terapeutico domiciliare in alcune semplici patologie acute.

Lo ripeto: l'obiettivo primario è salvaguardare l'organismo dei nostri figli e proteggerli dagli insulti che conseguono allo stress quotidiano diretto (che si produce in seguito a cattiva alimentazione, inquinamento, poco sonno, malattie, farmaci, ecc.), ma pure a quello indiretto (che si ripercuote su di loro a causa dello stress vissuto dai genitori per problemi personali, coniugali, lavorativi ed economici, ma anche per le frequenti genitoriali ansie, stanchezze, malattie, trattamenti farmacologici, ecc.).

Bambini Sani Oggi

Consigli su come proteggere tuo figlio dal concepimento all'adolescenza

Roberto Gava

Se imparerai a osservare le caratteristiche più personali di tuo figlio (perché e quando si ammala, ma anche le modalità con cui esprime la malattia) e il suo comportamento psico-fisico, e applicherai queste conoscenze...

€ 16,90 € 14,37 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Il Dott. Roberto Gava si è laureato in Medicina all'Università di Padova, si è specializzato in Cardiologia, Farmacologia Clinica e Tossicologia Medica, per poi perfezionarsi in Agopuntura Cinese e Omeopatia Classica. Dopo dieci anni di lavoro in ambiente universitario ed essere stato autore...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Una nuova opportunità - Estratto da "Bambini Sani Oggi"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste