800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Un uragano di emozioni contrastanti - Estratto da "Diario della Rinascita"

di Michela Salotti 2 mesi fa


Un uragano di emozioni contrastanti - Estratto da "Diario della Rinascita"

Leggi in anteprima l'introduzione del libro di Michela Salotti e impara come lasciarti alle spalle il dolore per la perdita e vivere più consapevolmente

Siamo esseri umani. È una condizione troppo difficile da accettare? Certamente lo è quando la vita ci mette alla prova, e ci troviamo a camminare sul ciglio di un burrone, come nella carta del Matto dei Tarocchi, tra equilibrio e caduta.

Indice dei contenuti:

Un diario per liberare il tuo mondo interiore

Mentre affrontiamo eventi inaspettati e di forte impatto emotivo, la nostra mente vaga tra la follia delle emozioni di paura, disperazione, rabbia e il desiderio di riconoscere che si tratta di un dono, un’opportunità per scoprirci più forti indicandoci il nostro vero cammino, libero dai condizionamenti dei bisogni, creati dalle nostre paure e insicurezze.

Proprio mentre ci troviamo al centro dell’uragano della prova che abbiamo scelto, inconsciamente, di vivere, saremo nella fase borderline, travolti da mille emozioni contrastanti che si susseguono, cambiando di ora in ora e di minuto in minuto.

Per affrontarle e superarle ho pensato di dar vita al Diario della Rinascita, uno strumento che consenta di fissare quello che stiamo provando e percependo - che sia di bassa o alta vibrazione, non importa - e possa renderci osservatori dall’esterno, o meglio dall’alto della nostra trasformazione interiore. Pronti a vivere con trepidante curiosità e fiducia ciò che si presenta per il nostro massimo bene in questa avventura chiamata Vita.

Ti consiglio, cara lettrice, caro lettore, di procurarti un piccolo diario da portare sempre con te per scrivere tutte le emozioni e i pensieri che nascono in te. Tenersi dentro quel chiacchiericcio mentale, tipico dei momenti di sconvolgimento interiore, è solo un qualcosa di deleterio e improduttivo, per cui è bene consegnarlo sistematicamente al tuo diario, in modo da sgombrare il tuo mondo interiore.

Nello scrivere non avere freni, concediti di esprimere anche cose scomode, cose che “non è da te pensare” e di cui magari ti vergogni anche un po’, appunta tutto! Sogni, segni, pensieri elevati o terribilmente deprimenti... lo scopo è quello di svuotare la testa e di avere il coraggio di metterti a nudo accettando la tua umanità, ma accogliendo anche la tua parte divina.

Com’è strutturato il libro

Mi piace pensare che questo libro sia attivo, ovvero che possa offrire qualcosa di concreto per la trasformazione della realtà che si vive, mano a mano che si procede con la lettura.

Per come son fatta io, ho sempre bisogno di ottimizzare il tempo che ho a disposizione, essendo nata con una gran voglia di sperimentare, imparare, per poi al più presto passare a un altro argomento di crescita ed evolvere sempre più nella vita.

Per questo ho deciso di suddividere ogni capitolo con un’introduzione iniziale, seguita dalle convinzioni depotenzianti più comuni che verranno poi elaborate positivamente e concludere poi con una meditazione da ascoltare, per chi potrà, immediatamente... così da non perder tempo.

Ogni capitolo di questo libro corrisponde a una tappa da me sperimentata mentre vivevo una separazione, o meglio a un passo concreto verso la conquista della pace da ritrovare nel mio cuore e nel mio essere. Ho orientato la mia volontà e la mia energia verso tutto ciò che in me si presentava, partendo dalle emozioni, andando a individuarne le radici profonde e le cause reali nascoste, adattando poi gli strumenti che già conoscevo e impiegavo in altri ambiti, per sanare sia le emozioni che le cause. Riconosco che l’elaborazione di una separazione richieda un certo tempo per essere portata a termine, ma con il lavoro su di sé si può indubbiamente accelerarne il processo!

Anche se ora mi sembra scontato, solo dopo anni di lavoro individuale sono riuscita a integrare il concetto essenziale secondo cui l’unico modo per incrementare il nostro benessere, trasformare la nostra realtà superando le prove, è cambiare noi stessi nel profondo e che, anche se sembra difficile da ammettere inizialmente, soltanto noi possiamo risolvere i nostri problemi.

Continuare ad affidarci totalmente ad altri, consegnando loro la valigetta delle nostre paure e dei nostri dolori, dicendo “fai tu...”, può solo allontanarci dalla risoluzione profonda e dalla vera rinascita, perché in quella valigetta, se esploriamo con coraggio il suo contenuto, sotto alla sofferenza, alle paure e alle insicurezze, troveremo i nostri strumenti personali di forza e la nostra integrità.

Secondo la mia esperienza, il metodo più rapido ed efficace per superare una separazione è l’individuazione e l’elaborazione delle convinzioni depotenzianti e la loro successiva sostituzione con pensieri di forza, formulati con frasi semplici di grande impatto.

A questo punto potrai chiederti: “Ma cosa sono le convinzioni depotenzianti?”.

Sono frasette stampate nel nostro inconscio che ci tolgono forza e che spesso non vengono riconosciute dalla nostra mente razionale. Esse sintetizzano problematiche e insicurezze su argomenti che ancora non abbiamo risolto. Per fare un esempio, mettiamo il caso che una persona sia stata concepita al di fuori del matrimonio in un periodo in cui la società avrebbe condannato la cosa: quali convinzioni inconsce possono essersi radicate nell’animo del nascituro?

Molto probabilmente le seguenti: “lo sono un errore”; “lo porto sofferenza”; “Io sono causa di vergogna per la mia famiglia”. Questi pensieri nascosti porteranno il bambino, e successivamente l’adulto, a vivere ogni cosa con grande senso di inadeguatezza. Probabilmente la sua mente razionale si convincerà di avere valore e di meritare accoglienza nelle sue relazioni, ma fmtanto che le ferite dettate dall’inconscio non saranno portate alla luce e accolte nel profondo, nella vita farà sempre molta fatica a sentirsi amato e adeguato. Per fluire con la vita, è importante che mente e spirito collaborino in armonia.

Ci sono vari metodi per affrontare le nostre resistenze interiori rielaborandole positivamente, come l’ipnosi, EFT e tanto altro ancora, anche se a volte basta parlare con qualcuno che incontriamo per strada per avere un’illuminazione e uno sblocco energetico. Può inizialmente sconcertare il fatto che, quando ci si addentra nel contorto e per certi aspetti magico mondo dell’inconscio, i motivi che creano in noi questi blocchi-paure sembrano arrivare da fonti infinite: il nostro bagaglio di esperienze personali, l’influenza del vissuto e delle conseguenti convinzioni acquisite, non solo dai genitori, ma dall’intera stirpe familiare, le forme-pensiero collettive, le ipotetiche vite passate e, chissà, qualcos’altro di più “fantascientifico” che magari scopriremo solo in futuro.

Il lavoro sulle convinzioni, rilasciate anche grazie alla meditazione guidata, al perdono e al recupero dei frammenti d’anima (quei pezzettini della nostra anima che si staccano per traumi vissuti), è stato per me fonte di incredibile cambiamento interiore. Ciò che questo lavoro ci dona è permettere di sentirci più integri, più forti e di poter ascoltare con più attenzione quella luce di consapevolezza rassicurante che risiede in ognuno di noi.

Devo avvisarti che, dopo aver sperimentato attivamente questo libro, non dovrai aspettarti di poter dire “e fu cosi che vissi felice e contento/a”, perché, come dico sempre ai miei corsi e alle persone che mi scelgono come “canale” per portare luce sui propri temi da illuminare, noi siamo fatti come le cipolle: ogni giorno regolarmente ci viene indicata una parte buia di noi da affrontare — un nuovo strato di cipolla appunto - affinché venga elaborata positivamente e armonizzata, donandoci sempre di più la consapevolezza della nostra forza interiore.

Questo perché? Se arrivassimo direttamente al nucleo del tema base della nostra esistenza, senza essere allenati al cambiamento, senza aver liberato sufficiente forza e consapevolezza, probabilmente temo che non lo comprenderemmo appieno o ne rimarremmo distrutti.

In ogni caso avremmo perso innumerevoli occasioni di espansione e di crescita più completa.

Le convinzioni che troverai nei vari capitoli sono parte di ciò che più comunemente è emerso nel lavoro su di me e con le persone. Ogni individuo naturalmente è fatto a modo suo, “ha la sua sfumatura” su ogni argomento: potresti anche non trovare la tua personale, ma di sicuro ti alleggerirai e capirai come lavorare su di te grazie all’ascolto e all’immaginazione.

Per rendere più attivo e stimolante questo libro, ho pensato, per chi possiede uno smartphone, di offrire la possibilità di ascoltare direttamente le meditazioni scaricando una qualunque app per leggere i QR code. Le meditazioni possono anche essere registrate e poi riascoltate, o anche solo lette come indicazione e poi vissute e integrate con il proprio personale sentire.

Ora si parte! Buon viaggio... all’interno di te!

La mia reazione al distacco

Anche se talvolta faccio un po’ fatica ad accettare il fatto che sono qui sul pianeta Terra... dopo tanti anni di lavoro su di me e con altre persone, come lettrice di Registri Akashici e operatore olistico, ho capito che il mio compito, come quello di tutti gli esseri umani, è quello di fare esperienza per poi tornare a “Casa” più consapevole.

Ammetto di essere un po’ offesa con la parte illuminata di me che ha disseminato consapevolmente di prove, o sfide, il mio cammino di Anima per il “gioco” di questa incarnazione. Sono convinta che, prima di nascere, quando ancora ci troviamo in una dimensione elevata, “facciamo gli splendidi” e ci divertiamo un mondo a inventare prove sempre più fantasiose e intricate.

Poi però, al momento della partenza, la parte illuminata, forse avvertendo la dimensione terrena più concretamente, comincia a sentirsi un po’ in colpa: “Avrò mica esagerato stavolta?”, si chiede. Cosi “assopisce” parte della nostra memoria e nasce l’Io sulla Terra, per favorire il nostro ambientarci con la nuova realtà.

Noi che stiamo vivendo questo “gioco” siamo quella particina di anima che si è offerta di incarnarsi in un corpo umano, ma rimarremo sempre in contatto con la parte illuminata e con i suoi/nostri amici Spiriti guida. Angeli, Arcangeli, e altri amorevoli compagni portatori di Luce.

A questo punto, ora che ci troviamo in ballo, cosa possiamo fare? Beh, per forza ballare!

In questi anni di lavoro sul mio inconscio, mi sono accorta che la vita ci manda le sue apparenti prove raggruppandole per argomento. E, se ci facciamo caso, nel momento in cui un fatto scatena in noi delle emozioni forti, attiriamo situazioni e persone che parlano proprio di quell’argomento. Questo indica più chiaramente su che cosa siamo chiamati a tirarci su le maniche. Così facendo, una volta risolto il problema in noi, potremo accorgerci di essere diventati più forti, consapevoli e pronti per la prossima sfida.

Ora, andiamo al dunque. Come forse avrai intuito, l’argomento che mi ha toccato di recente e di cui tutti, tranne casi rari, abbiamo fatto esperienza, è il distacco. Distacco da qualcuno che ha condiviso parte del cammino con noi e con cui le strade si sono separate per un’infinità di motivi diversi, che vanno dalla scelta più o meno libera, alla necessità, all’obbligo per lavoro, o perché la vita terrena è giunta al termine. Ci distacchiamo anche da un figlio diventato grande e che se ne va perché la vita lo chiama altrove. O ancora da un animale amatissimo che ha condiviso con noi il quotidiano come un familiare. A volte invece soffriamo il distacco da un luogo caro o dal paese dove siamo nati, da una casa in cui abbiamo vissuto gli eventi felici della vita, oppure da un ambiente lavorativo gratificante o dalla scuola in cui siamo cresciuti. Per ultimo, diverso ma non meno impegnativo degli altri, cito il distacco da noi stessi e da ciò che siamo veramente.

Io credo che le emozioni che si scatenano per un qualunque distacco siano molto simili; il vuoto che si percepisce e la difficoltà ad accettare il cambiamento, per ricominciare a vivere diversamente la nostra realtà, sembra impossibile da superare.

Si dice che il tempo guarisca ogni ferita, ma sappiamo bene che quando si vivono questi eventi travolgenti e queste emozioni intense, soprattutto se inaspettati, il tempo improvvisamente rallenta... Prima dell’evento capitato a me, mi lamentavo di non avere tempo nemmeno per respirare, beh, improvvisamente il mio spazio-tempo è cambiato: riuscivo a fare tutto, anche se con la mente altrove, e avanzava anche tantissimo tempo per stare da sola con il mio vuoto interiore...

Incredibile come tutto davvero sia relativo! Il mio desiderio era quello di fare accorciare il tempo di una giornata per potermi spegnere nel letto quanto prima, velocizzando la mia guarigione senza soffrire più.

Mi rendevo conto che il non aver accettato la mancanza fisica, accanto a me, della persona che aveva avuto un importante spazio nella mia vita mi faceva desiderare di vivere senza vivere, di “correre nel tempo” per ritrovarmi al di là del dolore... sì, proprio io! Colei che ha lavorato così tanto sul proprio inconscio e che non ha ancora imparato a vivere come una saggia illuminata nel Qui e Ora?

Eh già, soprattutto per chi ricerca la pace e l'equilibrio interiore, e non perde un seminario o una sessione individuale cercando la perfezione, ritrovarsi dinanzi alla bassezza delle emozioni umane che emergono di fronte a un cambiamento è davvero disorientante, quasi umiliante.

Scrivere sul mio personale Diario della Rinascita mi ha permesso di lasciare uscire tutte quelle emozioni di cui mi vergognavo terribilmente: rabbia, insicurezza, senso di abbandono, solitudine, fallimento. Dopo averle scritte, osservate con nonchalance e poi accolte, ovviamente grazie al lavoro svolto sulle convinzioni depotenzianti seguito dalle meditazioni, ho deciso che potevo perdonarmi di non essere ancora a livello di un Guru illuminato, ma che dovevo essere fiera di avere coraggiosamente reagito.

La questione alla fine è sempre la stessa: non è con il metodo “spegnimento”, ovvero smettendo di vivere ed esistere, che il dolore svanisce. Come ci ripetono tutti i Saggi dell’Universo - oltre ovviamente ai post di Facebook, le massime di Whatsapp, i bigliettini della fortuna cinesi... - la guarigione sta nell’accettazione, nell’azione, nella fiducia che tutto ciò che capita sia per il nostro massimo bene e che tra un po’, guardandoci indietro, potremo ammirare con stupore e gratitudine la perfezione di ciò che è avvenuto. Entrando nello specifico dell’evento che è capitato a me, darò ascolto al mio lato umano goliardico e... non te lo rivelerò! Alla fine, come probabilmente è stato anche per te, ho vissuto tante esperienze di distacco.

Questa volta, contrariamente alle precedenti, ho avuto piena consapevolezza nel rendermi conto di avere avuto una reazione sdoppiata: al momento della notizia - che devo ammettere mi era stata preannunciata in un sogno a cui avevo dato poco peso - la mia parte umana era disperata, mentre la parte illuminata era entusiasta. Questi i suoi pensieri:

  • “Yahuuu!!! Finalmente si cresce ancora un po’!”
  • “Era da tanto che non scavavamo nel nostro inconscio per risolvere blocchi importanti!”
  • “Diventeremo più vere, più integre e consapevoli!”.

Mi sono davvero sentita molto borderline! Il lato umano, quello a cui il tempo si è dilatato, a ogni risveglio pensava: “Non c’è più...”, e un buco nero sembrava formarsi nel cuore rendendo il dolore quasi insopportabile, mentre quello elevato mi sussurrava: “Lo sai che tutto questo è un dono che ti guiderà a risolvere ciò che di poco reale si era creato, per portarti a essere più integra e sempre più te stessa, priva di attaccamenti e di bisogni”.

Come già accennavo prima, in quel periodo si sono avvicinate a me tante persone che stavano vivendo a loro volta distacchi molto dolorosi da persone che amavano. Ho così iniziato a scrivere questo libro, nato di pari passo con le emozioni che nascevano in me, con i blocchi che emergevano e con le meditazioni “di forza” che ho sperimentato. Obiettivo principale: riprendere le mie energie, staccarmi dal senso di bisogno, recuperare tutti i miei strumenti di forza per ristabilire la mia integrità e la mia unicità.

Questo non significa che, una volta che ci saremo ritrovati e avremo imparato a stare bene anche con noi stessi dovremo vivere da soli; al contrario, questo ci aiuterà a camminare con le persone che amiamo sentendoci completi ma più felici di condividere il percorso scritto per noi.

Approccio fondamentale alle meditazioni e lavoro sulle convinzioni

Prima di ogni lavoro su di sé, in base alle mie esperienze e al mio modo di percepire la connessione con la nostra parte divina, ci sono accorgimenti preparatori che, a mio avviso, sono fondamentali.

Se siamo tutti d’accordo sul fatto che possano esistere varie dimensioni, o piani di esistenza che hanno vibrazioni diverse, il “posto” migliore dove lavorare è sicuramente la Sorgente, “Casa”, il luogo dove la nostra anima ha avuto origine. La dimensione più pura in assoluto, dove tutto è iniziato e dove risiede Dio — o chiamiamolo anche Uno, Fonte o come vogliamo.

Per arrivarci, anche se per alcune scuole di pensiero devi percorrere un mucchio di dimensioni, universi, vedere lueine colorate, recitare preghiere di almeno cinque minuti, basta l’attimo dell’intenzione. .. Io faccio così e funziona per me e per gli altri.

Con l’intenzione innalziamo immediatamente il nostro stato mentale, producendo onde cerebrali molto elevate. Questo ci permette di attivare grande potere di guarigione in noi, aprendoci al cambiamento interiore.

Tutti noi ne abbiamo le capacità, l’importante è crederci e allenarci a farlo affinché diventi sempre più facile e naturale.

Quando inizio il lavoro su di me o per gli altri dichiaro un’intenzione che ti scriverò di seguito, ma ricordati che questa è la mia personale, tu hai completa libertà di cambiarla a tuo piacimento e modificarla quando vuoi, rendendo ancora più rapido e completo il contatto con la tua vera essenza divina.

Noi esseri umani siamo in continua evoluzione e dobbiamo tenere a mente che, almeno per quanto riguarda il nostro potere creativo e il contatto con la dimensione più elevata, niente e nessuno ci può togliere il diritto di essere assolutamente liberi di esprimerci e di sperimentare nuovi metodi. Lo scopo è quello di portare, con fede e costanza, la nostra essenza divina nel nostro presente, nel nostro corpo fisico e nella dimensione terrena in cui stiamo facendo esperienza, affinché possiamo renderci conto di essere realmente un tutf uno fra Cielo e Terra.

All’inizio del lavoro immagino di volare nella Sorgente e lascio che la Luce divina ripulisca ogni mia cellula permettendomi di sentirmi parte di questa dimensione. A questo punto e in questo stato di parità e inclusione nel divino, enuncio mentalmente:

“Chiedo/Comando di essere nella dimensione dell’UNO, chiedo di essere un puro canale di amore e di essere neutra in questo lavoro. Chiedo la presenza, la protezione e l’aiuto dei miei Angeli, dei miei Spiriti Guida e del mio SÉ superiore e che questo lavoro avvenga in modo immediato su tutte le parti di me (tutti i miei corpi, tutti i frammenti d’anima e in ogni dimensione in cui risiede parte di me) e che avvenga solo se è per il mio massimo bene”.

A questo punto mi sento tranquilla, perché so che sto lavorando nel posto giusto, con validi collaboratori, e inizio il mio viaggio. Consiglio anche a te, prima di lavorare sulle convinzioni e di ascoltare o visualizzare le seguenti meditazioni, di dedicare qualche secondo a questa preparazione.

L’ultimo invito che tengo a fare, prima di lasciarti procedere con la lettura, è di leggere tutto il libro, lavorando sia sulle convinzioni che ascoltando tutte le meditazioni. Anche se i capitoli hanno temi differenti, l’intero libro è un percorso che permette di lavorare ad ampio raggio su di noi per ritrovare la nostra completezza interiore. Nella nostra vita abbiamo avuto modo di sperimentare molti distacchi e, anche se pensiamo di avere superato il trauma perché magari avvenuto tempo addietro, spesso a livello inconscio portiamo ancora ferite aperte. Alcune delle meditazioni che troverai potranno sembrarti indirizzate più a un pubblico maschile e altre a uno femminile, ma, se concordi sul fatto che ognuno di noi possiede questi due lati, basterà “chiedere” alla meditazione di agire sul lato di noi che necessita di quel tipo di vibrazione, affinché maschile e femminile interiori possano vivere in equilibrio e armonia.

Come lavorare sulle convinzioni depotenzianti?

Il mio consiglio è quello di portare la tua coscienza nella dimensione della Sorgente, come spiegato a inizio capitolo, poi sarà sufficiente dire, o pensare:

“Comando che tutte le convinzioni depotenzianti ancora attive in me, inerenti a ...................................... (leggi tutte le frasi che troverai collegate all’argomento) vengano ora neutralizzate dalla Sorgente per mai più ritornare, e vengano sostituite con i seguenti pensieri di forza: .............................. (leggi le frasi potenziatiti che troverai subito sotto le convinzioni depotenzianti)”

Quando avrai finito, potrai concludere con:

“Chiedo che tutto questo avvenga in modo perfetto, immediato e per il mio massimo bene. Grazie”.

Le frasi che ho appena scritto sono solo dei suggerimenti: scegli tu se usare le stesse o cambiarle con parole tue, l’importante è che tu chieda che le convinzioni depotenzianti vengano sostituite con i pensieri di forza e che avvenga per il tuo massimo bene.

Ok, ora possiamo cominciare!

Diario della Rinascita

Superare il dolore per una perdita affettiva grazie all'elaborazione dei blocchi inconsci e alla tua guida interiore

Michela Salotti

Il Diario della Rinascita è dedicato a tutte le persone che percepiscono nel proprio animo delle ferite ancora aperte causate da uno o più eventi traumatici collegati a perdite e distacco. Distacco da qualcuno che ha...

€ 12,90 € 10,97 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Michela Salotti

Michela è nata a Piacenza, figlia di due appassionati lettori di fumetti e di ogni sorta di libro fantasy, è cresciuta nel "suo mondo", fino a quando ha deciso di portare questo "mondo" su carta. Nelle sue opere è riuscita ad unire alcune delle sue passioni: l'amore per le immagini ed il...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Un uragano di emozioni contrastanti - Estratto da "Diario della Rinascita"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste