+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Un libro nato dall'esperienza diretta - Estratto da "Come sono Guarito dalla Miopia"

di David De Angelis 3 mesi fa


Un libro nato dall'esperienza diretta - Estratto da "Come sono Guarito dalla Miopia"

Leggi un estratto dal libro di David De Angelis e scopri come correggere la miopia in modo naturale, con esercizi mirati

Caro lettore, il libro che tieni in mano nasce dalla mia passione per i meccanismi del vedere e le dinamiche di guarigione da una vista difettosa. Esso è nato dalla mia esperienza personale e conoscenza teorica maturate in contesti extra-universitari e accademici: non ho diplomi, lauree o specializzazioni specifiche al campo di questo libro con cui io possa dare autorità alle mie parole.

Stai leggendo un estratto da questo libro:

Come sono Guarito dalla Miopia

Senza occhiali, lenti a contatto e chirurgia

David De Angelis

È possibile correggere la miopia e altri difetti visivi senza ricorrere a lenti, occhiali o interventi chirurgici? Il “defocus retinico” è un sistema sicuro e supportato da solide basi scientifiche, frutto degli studi...

€ 16,50 € 14,03 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Se cerchi delle credenziali accademiche che giustifichino la lettura e l’applicazione dei metodi esposti nel testo, questo libro non fa per te. Se invece sei disposto ad ascoltare la voce di qualcuno che, come te, ha sofferto un tempo la frustrazione di non vedere il mondo come realmente è, in tutta la sua nitida bellezza, allora prenditi il tempo necessario per far tesoro dei suoi contenuti.

Ho passato circa dodici anni della mia vita a cercare e sperimentare metodi che guarissero il mio iniziale difetto visivo, la miopia. Ho sempre creduto, al di là dei periodi di sconforto e di rifiuto di un mondo sfocato che sapevo non appartenermi, di poter risolvere il mio difetto visivo. Ho viaggiato nella nebbia del dubbio instillatami dalla “Scienza” ufficiale che affermava che nulla si può fare se non affidarsi a pezzi di plastica con delle lenti e accettarli come un pezzo del proprio corpo e del proprio essere.

Grazie a Dio ho sempre avuto una sorta di rigetto fisiologico verso questi strumenti di correzione, quali sono occhiali e lenti a contatto. Ho sempre creduto alle capacità di guarigione del nostro corpo e alla nostra capacità di trasformazione come individui: perché di trasformazione effettivamente si tratta in quanto guarendo la vista fisica di un individuo si guarisce anche la sua vista interiore, intesa come capacità di vedere gli altri nella loro interezza e unicità, come individui in un percorso di crescita ed evoluzione. Siamo tutti alla ricerca più o meno conscia di guarirci, a più livelli.

La resistenza mentale a idee innovative è in parte causata dal fatto che esse devono sostituire idee già consolidate e accettate come immutabili ed eterne, divenute dogmi difficilmente messi in discussione. I nuovi fatti spesso non vengono accettati facilmente proprio perché mettono in discussione idee preconcette poste alla base di vecchi e superati modelli di pensiero. Una Scienza in evoluzione deve necessariamente evolvere alla luce dei nuovi fatti e delle nuove sperimentazioni. Alcune teorie nascono prima come ipotesi, per poi trovare riscontro nella pratica sperimentale.

Chiudere una Scienza a teorie già consolidate, limita la ricerca e l’evoluzione della conoscenza confinandola nei limiti del conosciuto. «L’immaginazione è più importante della conoscenza» (Albert Einstein) sta ad ammonire sulla necessità di non chiudersi nei limiti del dogma accettato e consolidato, ma di espandere la conoscenza stessa sulla base di intuizioni che sfidano i limiti del conosciuto, oltre le attuali cognizioni. L’attuale sistema di cura dei difetti di refrazione appare chiuso e arroccato in una visione miope e ormai obsoleta.

La resistenza mentale alle nuove idee nasce in parte dall’inerzia e dalla pigrizia, e poi dal timore che esse possano nuocere all’autorità stabilita e agli interessi precostituiti, sia intellettuali che materiali. Pensare di fornire una cura al problema dei difetti di refrazione mediante il sistema attuale di correzione attraverso lenti, rappresenta, alla luce della copiosa sperimentazione scientifica esistente sugli effetti del defocus retinico e sui fattori di stress iperaccomodativo di tipo ambientale, una metodologia del tutto superata e inefficace. Obbligo della Medicina è quello di essere al servizio della salute dell’individuo e, come tale, essa deve necessariamente prendere in considerazione nuovi metodi di lavoro e cura.

L’oscurantismo e l’autoritarismo ancora oggi non sono morti e non aiutano nel processo di evoluzione della conoscenza: sta ad ogni individuo prendere coscienza della responsabilità personale sulla propria salute e intervenire attivamente su di essa; a tal proposito molto può essere fatto da ciascuno a livello preventivo, prima che la vista sviluppi un difetto di refrazione, ostacolando lo stress da iperaccomodazione di tipo ambientale (stress da vicinanza, defocus ipermetropico) mediante il semplice utilizzo di lenti positive sulle corte distanze. Mi auguro che questo mio libro aiuti ad aprire gli occhi alle persone circa le reali possibilità di prevenzione e in molti casi di cura dei difetti funzionali di refrazione, fino a oggi definiti “incurabili” se non mediante il palliativo utilizzo di lenti a contatto e occhiali. Credo sia venuto il momento di una grande svolta nel campo e di liberare gli occhi delle persone da una miopia che parte dai vertici di chi dovrebbe ampliare le proprie vedute alla luce della vasta, attuale sperimentazione scientifica sull’adattamento funzionale della capacità refrattiva ai vari stimoli indotti.

Caro lettore, se in te c’è un barlume di fede nei tuoi occhi e se seguirai con pazienza e perseveranza le indicazioni di questo libro, troverai forse un nuovo modo di vedere e un nuovo modo di essere: forse un nuovo mondo ti sta aspettando, in questo momento, in attesa di essere portato alla luce al di là di quella coltre di nebbia che ora probabilmente ti avvolge e ti opprime.

Abbi fiducia in questo cammino di guarigione e trasformazione.

Come sono Guarito dalla Miopia

Senza occhiali, lenti a contatto e chirurgia

David De Angelis

È possibile correggere la miopia e altri difetti visivi senza ricorrere a lenti, occhiali o interventi chirurgici? Il “defocus retinico” è un sistema sicuro e supportato da solide basi scientifiche, frutto degli studi...

€ 16,50 € 14,03 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


David De Angelis

David De Angelis, inizialmente orientato verso la carriera forense, si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università "La Sapienza" di Roma. La vicinanza con ambienti accademici e la possibilità di consultare vaste biblioteche mediche gli hanno dato la possibilità di assecondare la sua...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Un libro nato dall'esperienza diretta - Estratto da "Come sono Guarito dalla Miopia"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.