+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-19, Sab 08-12

Un legame infrangibile

di Elena Mannes 11 mesi fa


Un legame infrangibile

Leggi il prologo di "Anche i Cani hanno un'Anima" di Elena Mannes e scopri la vita spirituale degli animali

Questa storia è molto più che il semplice racconto di un legame speciale con un cane. Esistono tante persone che hanno fatto esperienza della profondità di sentimento che può nascere tra noi e i nostri migliori amici a quattro zampe.

Se la mia è una storia unica è perché la ricerca di un legame duraturo e significativo mi ha portato a imboccare una strada che si spinge oltre i confini della ragione e della realtà concreta per addentrarsi nel regno di ciò che è invisibile agli occhi.

Proprio io - scettica di natura - sono stata ispirata dal mio cane Brio a esplorare il mondo del paranormale. E nel farlo ho scoperto che ci sono molte più cose in cielo e in terra di quante, da giornalista investigativa che si basa sui fatti, avessi mai sognato. E quando ci apriamo a nuove possibilità, ci apriamo a un mondo nuovo.

I miei genitori mi hanno cresciuta educandomi al pragmatismo e al pensiero logico. Ho studiato per diventare reporter, ho costruito la mia carriera nel giornalismo televisivo e ho vissuto la mia vita attenendomi strettamente alla ragione e ai fatti. Mi vedevo come una razionalista che si poneva delle domande e per molti aspetti mi ci vedo ancora, almeno per quanto riguarda il modo in cui funziono nella vita di tutti i giorni.

Ma ho compiuto un passo che mi ha portato oltre i confini del mio mondo "confortevole", dove tutto aveva il suo posto e il suo significato, per avventurarmi in un territorio sconosciuto.

Questo libro parla di quel passo.

Stai leggendo un estratto da...

Anche i Cani hanno un'Anima

Un viaggio nella vita spirituale degli animali

Elena Mannes

(4)

Dopo un incidente d’auto quasi fatale, una giornalista televisiva di successo decide di procurarsi un cane che le faccia compagnia. Ma Brio porta molto di più nella sua vita: la guida alla scoperta del mondo spirituale degli animali, sulla scia di...

€ 16,00 € 15,20 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Sicuramente ci sono tante persone che hanno costruito un rapporto molto stretto con i loro cani e che hanno descritto la straordinarietà di questo legame. Ma sono certo molte meno quelle che hanno intrapreso una ricerca come la mia.

Di solito la gente non si pone domande sulla natura delle origini spirituali dei propri animali domestici. Io sono arrivata a contemplare la possibilità di un linguaggio non verbale tra specie diverse. Di più, ho preso in considerazione l'idea che una simile forma di comunicazione potesse realizzarsi oltre il tempo, lo spazio e anche oltre i limiti imposti dalla morte fisica.

Ho fatto il mio ingresso in un mondo di comunicatori animali, sensitivi e medium.

All'inizio mi dicevo che a spingermi a intraprendere questo percorso fosse la curiosità della giornalista. In verità ne ero affascinata. E da giornalista, quando ho iniziato a scorgere le prove di una realtà che prima non avevo mai preso in considerazione, non sono più potuta tornare indietro. Dovevo arrivare in fondo alla faccenda.

Poi, dopo che comunicatori e sensitivi sono riusciti a convincermi, ho rivolto il mio viaggio verso l'interno e ho sviluppato la mia personale attitudine spirituale.

Naturalmente non ho abbracciato subito questo nuovo modo di pensare. I miei primi passi sono stati titubanti e pieni di dubbi. Ma quando sensitivi e comunicatori hanno iniziato a riferirmi le loro conversazioni con gli animali con un'impressionante accuratezza di dettagli, ho dovuto riconoscere che ciò che queste persone facevano, qualunque cosa fosse, funzionava.

Pur continuando a chiedermi come potessero sapere, sentire o, chissà come, vedere ciò che il mio cane stava "dicendo" non potevo negare che avevano accesso a informazioni che io non gli avevo mai dato, informazioni che non avrebbero potuto conoscere con mezzi ordinari. Sono arrivata allora ad accettare che quello che si verificava era qualcosa di straordinario anche se non ero in grado di spiegare come o perché accadesse.

Questa è la storia di una ricerca instancabile, dei miei sforzi per mettere alla prova l'affidabilità di comunicatori e sensitivi e per raccogliere esperienze e opinioni di altra gente legata al mondo dei cani, compresi i professionisti del settore. Tra gli educatori e gli addestratori più noti intervistati in questo libro figurano: Carol Benjamin, Donald McCaig - scrittore e addestratore di border collie - e Elizabeth Marshall Thomas, anche lei scrittrice e addestratrice affermata. I loro spunti offrono una prospettiva preziosissima. Alcuni educatori professionisti credono che l'idea di una comunicazione telepatica con i cani sia un'offesa nei confronti dei metodi di addestramento tradizionali. Altri invece sono aperti alla possibilità dell'esistenza di un linguaggio extrasensoriale: alcuni ne sono diventati addirittura ferventi sostenitori. Inoltre alcuni degli scienziati che ho intervistato sono convinti dell'esistenza di un post mortem canino.

Ho cercato altre persone di cui mi fidavo e che avevano rapporti molto stretti con i cani e ho domandato loro di raccontarmi la loro esperienza di comunicazione tra specie. Ho cercato di comprendere come lavorino i sensitivi: come riescono a ottenere informazioni accurate su un cane che non hanno mai visto semplicemente parlando al telefono?

Le voci dei comunicatori e dei sensitivi con i quali ho parlato sono state molto importanti. Spesso ciò che dicevano era convincente tanto per il tono e la bellezza delle parole quanto per il loro contenuto. Senza portare la voce di questi interpreti il più vicino possibile al lettore sarebbe stato impossibile raccontare questa storia e trasmettere l'impatto emotivo di ciò che ho ascoltato. Per questo spesso ho citato direttamente le loro parole.

La particolarità di questa storia non risiede nel racconto del mio rapporto speciale con un cane e neanche in quello del cambiamento personale e della trasformazione che si sono verificati a seguito di quel rapporto. Queste sono cose che di certo sono capitate a molti lettori.


La mia avventura è unica perché è un'indagine nel campo della telepatia, della comunicazione dopo la morte e della metafisica.


Un'indagine che accompagna tutti noi nel viaggio che porta dallo scetticismo alla curiosità, alla necessità di credere, al bisogno di trovare delle prove, attraversando una crisi di fede per arrivare finalmente a una nuova comprensione del legame indistruttibile tra uomini e animali.

Una cosa è dire che si è un amante degli animali. Completamente diverso è vedere un cane come un essere uguale a noi, che può essere maestro, allievo e compagno. E uno dei doni che mi ha lasciato questo viaggio: la comprensione e la convinzione che un cane sia un essere che pensa, che sente e che, sì, è dotato di una sua spiritualità.

I cani possiedono davvero un'anima e una vita che si estende senza limiti oltre l'orizzonte della morte. Una volta acquisito tutto ciò, quant'è difficile continuare a parlare di padroni e animali domestici.

Quant'è difficile pensare ai cani - o a qualsiasi altro animale - come a creature fatte esclusivamente per servirci e obbedirci.

Fin dall'inizio non sono mai stata io ad avere il controllo.

Mi ero aspettata un cucciolo di cui avrei dovuto essere la padrona. Ho imparato presto che Brio, il cane che mi avrebbe cambiato la vita, era padrone di se stesso.

Il nostro rapporto era ben lontano da quello che avrei definito un rapporto "normale". Ricordo le parole utilizzate da Pablo Picasso per descrivere il suo bassotto: «Lump non è un cane e nemmeno un piccolo uomo. È qualcos'altro». Ecco, quel cucciolo, Brio, per me è diventato esattamente questo: "qualcos'altro". Questo essere che mi si era presentato con le sembianze di una specie diversa dalla mia, per me era - è - un grande spirito.

Il nostro rapporto è andato oltre tutte le mie aspettative. Mi ha guidato in un luogo, in uno stato di coscienza che non sarei mai stata in grado di immaginare e che continua a sorprendermi e a meravigliarmi anche oggi, molto tempo dopo la sua dipartita. In realtà, la sua è stata la prima anima che io abbia mai amato.

Nel corso del mio viaggio con Brio sono passata dall'essere una donna che aveva paura dei rapporti, che li considerava un campo di battaglia, a riuscire a costruire un legame profondo con un'altra creatura, nella vita e nella morte.

Grazie al legame ricco e privo di complicazioni che ho condiviso con Brio, sono diventata una persona più amorevole, disponibile, aperta. Grazie alla forza dell'amore incondizionato e di un legame spirituale che mi ha insegnato moltissimo, il nostro viaggio insieme mi ha trasformata completamente e senza soluzione di continuità.

Ho compreso che il mio legame con Brio non può essere spezzato nemmeno dalla morte. Non lo dico in senso figurato o metaforico ma con una convinzione irremovibile di cui un tempo non sarei stata capace. Tutto questo suscita dentro di me un gran senso di pace e di gratitudine per la vita, per il suo significato e le sue transizioni. E sono grata anche che il mio bisogno di comprendere come "un semplice cane" mi abbia portato a indagare aspetti dell'esistenza che non avevo mai preso in considerazione.

I cani - e tutti gli esseri viventi - possiedono capacità percettive che trascendono i cinque sensi? E questi "sensi extra" ci offrono vie per comunicare all'interno di una stessa specie e tra specie diverse in modi che i precetti della scienza materialistica occidentale non riconoscono?

Il filosofo settecentesco francese René Descartes ha segnato secoli di pensiero scientifico con la sua tesi che il materialismo sia l'unica spiegazione possibile della realtà. Secondo il suo modo di vedere non esistono verità metafisiche, "oltre il fisico". Non c'è nessuna coscienza che esista al di fuori del cervello fisico o che non ne sia governata.

Oggi alcuni scienziati e filosofi stanno mettendo in dubbio questa visione. Sicuramente la fisica quantistica sta sfidando l'idea che tutto - comprese la nostra mente e la nostra coscienza - sia fondamentalmente fisico, materiale. E un cambiamento avvertibile nel pensiero scientifico riguarda anche i nostri amici animali.

Descartes insisteva nel sostenere che solo gli uomini sono dotati della capacità di ragionare e pensare perché solo gli uomini possiedono il linguaggio verbale. Nel diciannovesimo secolo Charles Darwin si è opposto a questa idea. Spesso la nascita del campo di ricerca sulla mente degli animali viene fatta risalire proprio a Darwin e alla sua affermazione che «non vi è alcuna differenza fondamentale tra l'uomo e i mammiferi superiori per quanto concerne le loro facoltà mentali».

Oggi sono numerosi gli scienziati che tentano di studiare l'intelligenza, la capacità cognitiva, le emozioni e le capacità comunicative degli animali.

Quando penso a questi sviluppi nel mondo della scienza, della filosofia e della comprensione degli animali in generale mi sembra quasi che la mia trasformazione personale sia coincisa con un cambiamento più vasto nella percezione della nostra relazione con gli esseri che condividono con noi questo pianeta.

Potrei dire che il mio è stato un viaggio su due strade parallele: un viaggio radicato nelle gioie immediate della vita con un cane, nel qui e ora delle passeggiate, delle corse, dei saluti scodinzolanti, dei sorrisi e che pure mi ha portato, contemporaneamente, lungo una strada costellata di domande affascinanti su chi siano davvero gli animali e su cosa essi ci dicano di quello che anche noi, animali umani, siamo veramente.

Un viaggio da godersi fino in fondo.

Anche i Cani hanno un'Anima

Un viaggio nella vita spirituale degli animali

Elena Mannes

(4)

Dopo un incidente d’auto quasi fatale, una giornalista televisiva di successo decide di procurarsi un cane che le faccia compagnia. Ma Brio porta molto di più nella sua vita: la guida alla scoperta del mondo spirituale degli animali, sulla scia di...

€ 16,00 € 15,20 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi novità, sconti, promozioni speciali riservate e un premio di 50 punti spendibili sul sito.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Elena Mannes

Elena Mannes

Elena Mannes, americana, è una regista, autrice e produttrice di documentari per le maggiori reti televisive americane, vincitrice di svariati premi di primissimo piano nel panorama statunitense, fra cui sei Emmy Awards. Vive a New York.
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Un legame infrangibile

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI NSIIURR
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.