800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Un importante strumento - Estratto da "Uno, Due, Tre... Respira!"

di Carla Naumburg 18 giorni fa


Un importante strumento - Estratto da "Uno, Due, Tre... Respira!"

Leggi in anteprima un estratto dal libro di Carla Naumburg e scopri come rendere più sereno il clima in famiglia grazie alla mindfulness

Ecco alcuni consigli per utilizzare al meglio questo libro per imparare ad utilizzare la mindfulness insieme al tuo bambino.

 

Indice dei contenuti:

Come usare questo libro

Il presente libro è diviso in due parti. Nella prima apprenderai meglio che cos’è la mindfulness, come funziona e perché. Esamineremo perché è così importante che la pratichi per tuo conto e insieme a tuo figlio, e in che modo puoi condividere la tua esperienza con lui. Ti spiegherò alcuni facili metodi per farlo.

La seconda parte esplorerà una serie di modi per integrare la mindfulness nella tua vita domestica.

Il capitolo 3 ti insegnerà a notare i momenti in cui tu e il tuo bambino siete già concentrati su ciò che sta avvenendo dentro e intorno a voi, e come utilizzare al meglio quelle esperienze. Questo preparerà la strada ai capitoli successivi, che spiegano come parlare della mindfulness e come scegliere le attività e gli strumenti giusti, perché i tuoi tentativi si dimostreranno più efficaci e pertinenti se li costruirai sui punti di forza e gli interessi della famiglia.

Ciò potrebbe significare trascorrere più tempo a contatto con la natura, ascoltare musica, giocare o cucinare insieme, oppure praticare i tuoi riti spirituali o religiosi. In realtà, puoi fare qualunque cosa in maniera consapevole, purché ti metta d’impegno. Ho incluso in queste pagine un centinaio di attività, giochi e strumenti diversi, la maggior parte dei quali è basata su interviste con genitori che li usano.

Ogni famiglia ha sistemi e preferenze diversi, e ciò che conta è trovare qualcosa di appropriato a te e a tuo figlio, quindi sentiti libera di modificare i suggerimenti che ti offro o di creare nuove pratiche. Tutto inizia prestando attenzione e mantenendosi aperti. Una volta fatto questo, le idee creative seguiranno, te l’assicuro.

Ho inserito in ciascun capitolo pratiche da provare, in modo che tu possa cominciare subito nella maniera giusta. Puoi svolgere quasi tutte le attività insieme a tuo figlio, cosa che ti raccomando vivamente di fare. Ce ne sono alcune alle quali egli potrebbe preferire dedicarsi da solo, ma in generale è probabile che sarà più ricettivo a quelle che gli proponi se trovi il tempo di praticarle con lui. Ecco qualche altro consiglio su come trarre il massimo da questo libro.

Cerca di ottenere l'aiuto del tuo bambino

Quando possibile, fai in modo che tuo figlio ti aiuti. Se lo coinvolgi nella creazione, nella scelta e nella pratica di esercizi per aumentare la consapevolezza, egli diventerà più responsabile dell’esperienza e potrebbe escogitare idee che non ti sarebbero mai venute in mente.

Una mamma con cui ho parlato si era accorta che il figlio mangiava talmente in fretta durante i pasti da condizionare la sua stessa capacità di consumare e assaporare il cibo in modo consapevole. Allora gli chiese suggerimenti su come cambiare quella dinamica, ed egli propose di usare un'app di meditazione sul suo iPhone per programmare una meditazione silenziosa di due minuti prima di ogni pasto.

Benché il bambino sapesse che lei meditava, la madre non gli aveva mai espressamente insegnato a farlo, eppure il piccolo tirò fuori da solo questa idea. Ora tutta la famiglia osserva ogni sera quel breve periodo di silenzio prima di cena, e anche se in quei due minuti i bambini non sempre meditano, i pasti sono più sereni, e ognuno mangia più lentamente.

Prendi nota dei tuoi sentimenti mentre leggi

Mentre leggi la descrizione delle attività e degli esercizi presentati in questo libro, presta attenzione ai sentimenti che provi. Se ti accorgi che qualcosa desta il tuo interesse o ti fa venire un’idea, prendine nota e verificalo. Se un esercizio ti sembra insulso, innaturale o strano, potrebbe non essere quello giusto per te e la tua famiglia.

Uno dei motivi per cui ho intervistato tanti genitori è perché so che ogni famiglia è differente, e ciò che funziona per mio marito, le mie figlie e me può non andar bene per qualcun altro, e viceversa.

Queste pagine ti offrono la scelta tra numerose opzioni. Una volta adottata l’abitudine di permeare la tua vita quotidiana di momenti consapevoli, ti scoprirai a escogitare nuove idee per aiutare i tuoi bambini a essere e mantenersi concentrati, presenti e calmi.

Coinvolgi il tuo partner, se possibile

È fantastico se il tuo partner è d’accordo sulla pratica della mindfulness. In tal caso, vi invito entrambi a leggere questo libro e a esaminare come mettere in atto alcune delle idee e degli esercizi che propongo. Se non è interessato, va bene lo stesso.

Poiché la mindfulness riguarda la volontà e l’attenzione che mettiamo in ciò che stiamo facendo, si tratta di un’eccellente base per qualunque metodo genitoriale, il che significa che non devi cambiare tutte le cose che facevi prima di cominciare a leggere queste pagine.

Puoi continuare a farle in maniera un po’ più ponderata, consapevole e attenta. Tuo figlio imparerà che persone diverse hanno modi diversi di affrontare le situazioni, e questa è una cognizione preziosa.

Scegli lo strumento giusto per tuo figlio

Questo libro è destinato a chi ha figli fra i tre e i dieci anni. Ogni tanto indicherò l’età più appropriata per certe attività, ma in generale lascerò la decisione a te, la madre, per un paio di ragioni.

Una è che i nostri bambini si sviluppano con ritmi assai diversi e hanno interessi che variano notevolmente. L’altra è che le persone, piccole e grandi, possono regredire a comportamenti precedenti quando sono stressate, turbate o semplicemente hanno bisogno di una pausa.

Le mie figlie e io amiamo disegnare insieme, e quando poniamo l’attenzione su quello che stiamo facendo, e siamo curiose riguardo ai colori che usiamo e ai vari modi di tenere il pennarello per tracciare linee più o meno marcate, pratichiamo la mindfulness. Mentre colorare può essere un’attività appropriata per una bambina, nessuno lo considererebbe adatto a una donna di trentasette anni. Eppure, dopo venti minuti trascorsi a disegnare con le mie figlie mi sento molto più calma e centrata.

Il punto è che non sai mai cosa funzionerà e per quale età, e il carattere e le preferenze del tuo bambino sono assai più importanti dei suoi anni. Ciò detto, quando pianifichi attività o interventi devi tener conto della fase del suo sviluppo.

Chiedere a un bambino di cinque anni di concentrarsi in silenzio sul suo respiro per dieci minuti può essere eccessivo; per quell’età sono più indicate attività concrete e articolate. Praticare una meditazione di ascolto con un bambino di dieci anni potrebbe implicare di sedere insieme e semplicemente ascoltare per cinque o dieci minuti, mentre la stessa attività con un bambino di cinque anni può richiedere di regolare un timer per un paio di minuti e invitare il piccolo ad ascoltare due suoni che poi ti riferirà.

Se tuo figlio sembra perdere rapidamente interesse, può essere perché è troppo grande o troppo piccolo per quel particolare esercizio.

Quando i tuoi bambini attraversano momenti difficili, può essere utile servirsi di particolari strumenti. Anche se non possono apprendere nuove abilità quando sono spaventati, risentiti o irritati, potrebbero usare quelle che già conoscono. Come non lanceresti tuo figlio in una partita di campionato aspettandoti che segni il gol della vittoria, così non puoi pretendere che un bambino urlante cominci a respirare consapevolmente o a fare una meditazione guidata se non ha mai provato prima.

Molte delle pratiche e attività proposte in questo libro aiuteranno tuo figlio a concentrarsi o a calmarsi quando necessario, ma vi sono anche numerosi esercizi che può fare quando è già nella giusta disposizione d’animo. Si tratta di un punto cruciale: se vuoi che il tuo bambino ritrovi la padronanza di se stesso e la ragionevolezza quando è stressato, irritato o triste, devi praticare queste abilità insieme a lui quando è allegro, disponibile e ricettivo.

Andare avanti

Non aspettarti di riuscire in tutto questo da sola. La maggior parte degli adulti che fanno della mindfulness una parte centrale della loro vita hanno l’aiuto di una comunità di sostegno. Anche se le idee alla base della pratica sono semplici, non sempre è facile metterle in atto.

Per natura, noi esseri umani siamo inclini a dimenticare, illuderci e preoccuparci, e ci piace fare più cose contemporaneamente. Siamo distratti dalla tecnologia, dai timori per il futuro e dal rammarico per il passato, tutte cose che ci rendono difficile vivere il momento presente.

Di conseguenza, abbiamo bisogno di aiuto per noi stessi e per i nostri figli. Potresti entrare in un gruppo di meditazione o di mindfulness per te stessa, mentre stanno diffondendosi sempre più i corsi di yoga e mindfulness per l’infanzia.

Ho iscritto le mie bambine (di cinque e quattro anni e mezzo) a un corso di sei settimane in cui l’insegnante usava musica, danza, libri illustrati e meditazione guidata per aiutare i piccoli allievi ad aumentare la consapevolezza del corpo e del respiro.

Cerca di non scoraggiarti o irritarti con tuo figlio o te stessa quando noti che stai ricadendo in vecchie abitudini, reagendo senza riflettere o deconcentrandoti. Come ci ricorda l’insegnante di mindfulness Sharon Salzberg, possiamo sempre, sempre ricominciare. Il momento in cui ci accorgiamo di essere un milione di miglia lontano dalla nostra mente è quello che ci offre un’opportunità di tornare al presente e fare una scelta diversa, anche se ciò avviene cento volte al giorno.

Infine, e soprattutto, pratica divertendoti. Come ha detto l’autorevole maestro americano di mindfulness Jon Kabat-Zinn, la mindfulness è una faccenda troppo seria per essere presa troppo sul serio. Non preoccuparti eccessivamente di agire nel modo giusto e non aggiungere la mindfulness alla tua lista di cose da fare.

Cerca invece di integrarla organicamente nelle attività che già svolgi con il tuo bambino. Queste pratiche possono essere un modo meraviglioso per goderti la condizione di genitore e riconnetterti con tuo figlio, mentre apprendete insieme importanti tecniche che vi aiuteranno a ridurre lo stress e ad aumentare la felicità.

Uno, Due, Tre... Respira!

Mindfulness in famiglia: meno crisi e più serenità - Guida pratica per chi ha figli da 3 a 10 anni

Carla Naumburg

Essere genitori può rivelarsi stressante e quando i bambini fanno i capricci, non è facile mantenere il controllo, men che meno riuscire a calmarli. Pronti, partenza… Respira! ti offre soluzioni concrete per affrontare...

€ 11,90 € 10,12 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Carla Naumburg

Carla Naumburg è assistente sociale, scrittrice e, cosa più importante, mamma. Cura un blog su genitori e mindfulness per il sito psychcentral.com e collabora con il sito kveller.com. Ha scritto articoli per The New York Times, The Washington Post e The Huffington Post, oltre che...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Un importante strumento - Estratto da "Uno, Due, Tre... Respira!"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste