800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

The Sound of Silence

di Margherita Gradassi 3 anni fa


The Sound of Silence

"Verrà Cristo come un ladro nella notte": dice il Vangelo.

Come ogni frase di spirito non viene per creare differenze ma per far riflettere su una parte importante della vita: il Silenzio.

Anche Maria Montessori faceva riferimento a particolari esercizi che aiutano i bambini a familiarizzare con il silenzio.

Molteplici sono gli effetti che ha sul nostro organismo, e se solo avessimo uno strumento per misurare l'energia che disperdiamo attraverso le parole, senza dubbio ci spaventeremmo.

Con questo non voglio dire che tutti dobbiamo stare zitti,
ma forse un po' più' zitti sì;

almeno per equilibrare la quantità di parole e rumori che ascoltiamo tutti i giorni.

Il corpo si rigenera, la mente riesce a rimanere concentrata più a lungo, migliorano il sonno, il respiro, la lucidità ed il nostro sistema immunitario si fortifica. Tutto questo facendo la cosa più semplice, meno costosa e più naturale che esista.

Anche qui la soluzione consiste in una giusta regolazione, ciò significa semplicemente pensare prima di parlare,considerare se quello che stiamo per dire ha qualche valore o serve a qualcosa.

Da un racconto di Orso in Piedi, capo della tribù dei Dakota:

"...l'educazione al silenzio, al tacere iniziava molto presto. Insegnavamo ai nostri bambini a sedere in silenzio e a gioirne.

Noi insegnavamo loro a utilizzare i sensi, a percepire gli odori, a guardare quando all'apparenza non c'era nulla da vedere e ad ascoltare con attenzione, quando tutto appariva tranquillo.

Un bambino che non sa stare in silenzio, è rimasto indietro nel suo sviluppo. Un comportamento esagerato, appariscente, noi lo respingevamo come falso e un uomo che parlava senza pause, era considerato maleducato e distratto.

Un discorso non veniva mai iniziato precipitosamente né condotto frettolosamente.Nessuno poneva affrettatamente una domanda, fosse stata anche molto importante, e nessuno era costretto ad una risposta.

Il vero modo cortese di iniziare un discorso, era un momento di silenziosa riflessione insieme; ed anche durante i discorsi, facevamo attenzione ad ogni pausa, nella quale l'interlocutore rifletteva e pensava.

Per i Dakota il silenzio era eloquente.Nella disgrazia e nel dolore, quando la malattia e la morte offuscavano la nostra vita, il silenzio era un segno di stima e di rispetto; altrettanto quando ci colpiva l'incantesimo di qualcosa di grande e degno di ammirazione.

Per i Dakota il silenzio aveva una forza ben più grande della parola…"

Paradossalmente quanto ci sarebbe da parlare del silenzio. Esso raccoglie la gestualità, la ritmica e il prezioso tempo dell'ascolto o meglio dell'ascoltare.

Non esiste ascolto senza un vero silenzio.

Silenzio del giudizio, del confronto, della prevaricazione impertinente della soluzione e questo ci porta a considerare un altro genere di silenzio, più sottile ma non meno vitale e necessario, cioè il silenzio interiore.

Meditazione e ascolto del respiro sono alla base di diverse discipline orientali nelle sfumature più svariate, l'ascolto del soffio vitale.

Siamo sempre più efficienti ma spesso le nostre scelte più importanti le facciamo in apnea.La vita ci scorre via e nella nostra fretta e nei nostri impegni che ci servono per avere una qualifica, per essere realizzati, per essere normali e credibili, per cercare la ragione, perdiamo secondo me una delle forme più alte del silenzio che è il giocare, ovvero il primo e più spontaneo corteggiamento dell'amore.

Tutto ciò è bellissimo ma quindi come si fa?
Come devo fare a stare in silenzio?

Secondo me per prima cosa smettere di chiederselo; troppe domande creano troppe risposte che restano molto spesso nel dimenticatoio. Un altro esercizio potrebbe essere quello di mangiare in silenzio, dando così valore al nutrimento più vero.

Quante cose ancora avrebbe da dirci il nostro cuore se solo lo ascoltassimo e quanto ancora ne avrebbe da raccontarci quello delle persone che amiamo se solo facessimo silenzio!

Io stesso se penso a quale è stata la cosa che mi ha colpito di più della meravigliosa compagna che ho sposato, è stato sicuramente il silenzio che creavano in me i suoi splendidi occhi azzurri.

Marco T.

Ti consigliamo...


Margherita Gradassi si laurea in ISF università di Farmacia, Diploma in Naturopatia presso Istituto Rudy Lanza con specializzazione in Iridologia Naturopatica e psicosomatica, Floriterapia di Bach e Australiana e Tecniche di massaggio Orientali. Formazione in bio-feedback “Life-System” col...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su The Sound of Silence

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste