+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-18:00

Storia della cosmesi coreana

di Lilin Yang, Leah Ganse, Sara Jimenez 1 mese fa


Storia della cosmesi coreana

Leggi un estratto dal libro "Beauty Secrets" di Lilin Yang, Leah Ganse e Sara Jimenez e scopri i segreti della skin care coreana

CIO CHE ORA SAPPIAMO SULLA COSMESI COREANA NON E ALTRO CHE LA PUNTA DI UN ICEBERG. La Storia del suo successo è così antica da poter essere raccontata come una fiaba.

Molti anni fa - tanti che non possiamo dare una data precisa -, la cosmesi faceva parte delle abitudini quotidiane delle varie tribù e culture del mondo. Mentre per alcuni rappresentava un modo per rendersi più belli, per altri era un vero e proprio rituale in cui il trucco rappresentava una protezione davanti alle varie minacce dell’ambiente circostante.

Stai leggendo un estratto da questo libro:

Beauty Secrets

Dalla Corea il rituale in 10 step per una pelle luminosa e perfetta

Lilin Yang, Leah Ganse, Sara Jimenez

I segreti di bellezza made in Corea per una pelle sana e luminosa spiegati in modo chiaro. Un manuale sempre a portata di mano per riscoprire una tradizione secolare. Perché leggere questo libro: Per imparare i segreti per una pelle luminosa. Per...

€ 16,90 € 14,36 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

PER LA SOCIETÀ COREANA TRADIZIONALE, IL TRUCCO E LA COSMESI HANNO SEMPRE AVUTO UN SIGNIFICATO PIÙ PROFONDO: per i Coreani, l’aspetto fisico riflette l’interiorità di una persona. Ecco perché sia gli uomini sia le donne si sono sempre preoccupati di avere un bell’aspetto, arrivando così a creare una visione del trucco e della cosmesi unica al mondo.

Ricorda questo principio per difenderti, se qualcuno dovesse accusarti di essere troppo superficiale perché ami la cosmesi!

Ora che abbiamo visto perché la cosmesi è così importante nella cultura coreana, ci addentreremo nell’affascinante storia che vi si nasconde dietro.

La storia del trucco e della cosmesi in Corea inizia nell’era dei Tre Regni, che abbraccia circa settecento anni (dal 57 a.C. al 668 d.C.). (Ebbene sì, ora ci tocca parlare un po’ di storia, ma di quella vera... il bello è che poi non ci sono esami). All’epoca esistevano già prodotti cosmetici e, ovviamente, anche contenitori che ai tempi erano fatti per la maggior parte di terracotta... Cosa sarebbe la cosmesi coreana senza i suoi magnifici contenitori? Il culmine della cosmetica fu raggiunto durante la dinastia Goryeo (918-1392), quando tra le persone crebbe l’interesse per la cura personale e per l’aspetto fisico. Inoltre, la Corea si aprì al commercio estero, e ciò permise l’introduzione di nuovi ingredienti e tecniche.

Dopo la caduta del regno Goryeo, fu fondata la dinastia Joseon, un periodo nel quale - in base ai precetti del confucianesimo, secondo cui bisogna cercare l’equilibrio - venne limitato l’uso eccessivo del trucco. L’abbondanza e gli estremi non erano valutati positivamente, motivo per cui all’epoca si preferiva un trucco molto più naturale. Nonostante ciò, in quel periodo furono ideati e creati vari tipi di contenitori per cosmetici e diversi accessori: scatoline di porcellana bianca e blu, specchi, pettini, forcine per capelli e così via.

Apriamo una piccola parentesi per tornare all’attualità. A chi fai riferimento quando ti trucchi? Di sicuro avrai una modella o una youtuber di riferimento, vero? Cosa penseresti se ti dicessi che succedeva così anche durante la dinastia Joseon? Ebbene sì: le donne di classe sociale più elevata avevano l’abitudine di far proprie e adattare le tendenze ispirate alle gisaeng, le artiste che intrattenevano i reali.

Tuttavia, solo nel XIX secolo la cosmesi e il make-up divennero davvero di moda. Si arrivò poi al consumo e alla distribuzione di massa, con la nascita di nuovi stili e prodotti, molti dei quali ispirati alla cultura occidentale.

INDOVINA QUAL E STATO L PRIMO COSMETICO PRODOTTO IN GRANDE QUANTITÀ IN COREA? No, niente BB cream né maschere, ma il Bakgabun (o cipria di Park), creato nel 1915: una sorta di cipria traslucida che fu un cult per molti anni. Non farti venire in mente di metterti a cercarlo perché non lo troverai. È stato ritirato dal mercato a causa del suo alto contenuto di piombo, e poco dopo sono state prodotte alternative con formule migliorate... e dai coreani non ci aspettavamo niente di meno!

Negli anni Venti, non ci sono state grosse novità nella cosmesi coreana, poiché all’epoca erano i prodotti giapponesi a controllare il mercato. In effetti, è complicato parlare del periodo che arriva fino agli anni Cinquanta, caratterizzato dall'occupazione giapponese e dalla guerra. L’aspetto positivo è che, negli anni Trenta, spuntarono i primi germogli di AmorePacific, una delle grandi aziende più importanti nel mercato della cosmesi e una delle più note in tutto il mondo.

MA COME HA FATTO LA COSMETICA COREANA, PARTENDO DA QUELLA PICCOLA ISOLA ASIATICA, A TRASFORMARSI IN UN FENOMENO INTERNAZIONALE? La passione per la K-beauty è approdata in Occidente nell’ultimo decennio e tutto ha avuto inizio con la BB cream. Ricordi quando nel tuo beauty-case non c’era ancora questa crema miracolosa?

Curiosamente, la BB cream è un’invenzione tedesca diventata popolare in Corea dopo che marchi cosmetici ne avevano perfezionato la formula per commercializzarla nel paese. Si iniziò a vendere negli stati Uniti nel 2011 e arrivò in Spagna qualche mese dopo. Va detto che questo prodotto fu la scossa che precedette la valanga della cosmesi coreana nel mondo occidentale: il «lusso accessibile» delle maschere per il viso monouso, i contenitori con divertenti disegni e ingredienti innovativi come l’estratto di bava di lumaca o il veleno d’ape... come potevamo non diventarne dipendenti?

Negli anni successivi alla rivoluzione della BB cream iniziarono a spuntare negozi online con selezioni di prodotti di K-beauty. Abbiamo inaugurato il primo negozio MiiN nel 2014, affascinati dai vasetti di crema per le mani a forma di mela, dagli spray per il viso a forma di coniglietto e dalle buste colorate delle maschere... ma quello che più ci ha convinti è stata la qualità dei prodotti.

Perché dietro all’adorabile packaging ci sono un’infinità di ingredienti naturali efficaci e originali: polvere al carbone di bambù, estratti di nido d’uccello, alghe... in pratica, quasi ogni ingrediente possibile e immaginabile! È evidente che la cosmesi coreana è arrivata per restare. Chiunque provi la routine coreana per la cura del viso (in dieci passi, non uno di più non uno di meno) se ne innamorerà all’istante. Imparare a rispettare, coccolare e aver cura della pelle è l’essenza della k-beauty!

Beauty Secrets

Dalla Corea il rituale in 10 step per una pelle luminosa e perfetta

Lilin Yang, Leah Ganse, Sara Jimenez

I segreti di bellezza made in Corea per una pelle sana e luminosa spiegati in modo chiaro. Un manuale sempre a portata di mano per riscoprire una tradizione secolare. Perché leggere questo libro: Per imparare i segreti per una pelle luminosa. Per...

€ 16,90 € 14,36 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Non ci sono ancora commenti su Storia della cosmesi coreana

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.