800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Salute e Macrobiotica

di Dealma Franceschetti 4 mesi fa


Salute e Macrobiotica

Come prendersi cura del proprio benessere con semplici pratiche quotidiane

L'alimentazione è sicuramente fondamentale perché "costruisce le nostre cellule", ed è la base per prendersi cura della propria salute.

Ma non è tutto… Possiamo prenderci cura del nostro benessere anche attraverso buone pratiche salutari, che hanno sempre fatto parte delle buone e sane abitudini nella storia umana.

Bagni con il sale, pediluvi, maniluvi, frizioni della pelle e tante altre, sono buone abitudini che abbiamo perduto durante lo sviluppo tecnologico e farmaceutico, ma che possiamo recuperare.

Vediamone qualcuna nel dettaglio.

Indice dei contenuti:

Bagno con il sale marino integrale

Un bel bagno caldo è sicuramente rilassante e piacevole, ma c’è un’insidia in agguato: la stanchezza da perdita di sali minerali.

Questo perchè l’acqua dolce “tira fuori” dal nostro corpo i preziosi sali minerali. Per questo una volta usciti dalla vasca da bagno siamo anche un po’ stanchi, oltre che ben rilassati.

Questo non succede quando facciamo il bagno al mare! Non solo perché l’acqua fredda è tonificante, ma perché l’acqua marina è salata, quindi si crea una sorta di “equilibrio osmotico” che non ci priva di sali minerali. Anzi, alcuni sali minerali riusciranno persino a penetrare attraverso la pelle.

Quindi che fare? E’ facilissimo, basta aggiungere 1 kg di sale marino integrale nella vasca.

In questo modo ricreiamo l’effetto “mare” evitando di indebolirci con la perdita di minerali. E’ meglio non esagerare con la temperatura: 38° è perfetta per non danneggiare i vasi e la pelle, ma mantenere l’effetto rilassante.

Immergersi in acqua e sale (integrale!) è particolarmente benefico anche per gli inestetismi della cellulite.

I sali minerali contenuti nel sale integrale (quello raffinato contiene solo cloruro di sodio e iodio….non basta), hanno effetto drenante, disintossicante e migliorano l’elasticità e la morbidezza della pelle.

Il calcio e il magnesio hanno in particolare questi effetti. Ecco perché i sali del mar Morto, che ne sono particolarmente ricchi, sono famosi in tutto il mondo per l’effetto anti-cellulite.

Il magnesio è particolarmente prezioso per la sua azione anti infiammatoria e anti gonfiore.

Pediluvio

Il pediluvio consiste nel mettere a bagno piedi e caviglie in acqua calda, ma aggiungendo del sale o dello zenzero, possiamo attivare degli effetti particolarmente benefici.

Il pediluvio con il sale stimola il meridiano Rene, quindi è di aiuto in caso di reni affaticati.

E’ utile in caso di problemi della diuresi, di calcoli, di stanchezza, di occhiaie scure sotto gli occhi e persino di insonnia.

Il pediluvio con lo zenzero stimola il meridiano Fegato.

E’ quindi utile in caso di disturbi epatici, ma anche biliari. Non solo, aiuta a ridurre il ristagno energetico addominale, quindi è utile anche in caso di disturbi all’apparato riproduttivo e dell’intestino.

Migliora la circolazione della gambe, quindi è indicato in caso di gambe pesanti, edema e vene varicose. E’ utile anche per favorire il sonno, se fatto la sera prima di coricarsi.

Come si prepara l’acqua allo zenzero: grattugia un pezzetto di radice di zenzero fresca e spremi tra le mani la polpa ottenuta per estrarre il succo. Aggiungi il succo di zenzero (circa 1-2 cucchiai) all’acqua calda.

Frizioni della pelle

Frizionare la pelle è un’antichissima pratica, ancora in uso in alcune culture come quella araba, che rivitalizza, disintossica e migliora l’aspetto della pelle.

Dal punto di vista della macrobiotica, c’è un altro importante effetto: quello sui reni.

Esiste un legame energetico tra pelle e reni. Quando i reni sono affaticati o caricati eccessivamente di scorie da eliminare, la pelle si prende una parte del carico eliminativo. Compaiono così brufoli, eczemi, ecc. In effetti la pelle, tra le sue tanti funzioni, possiede anche quella eliminativa, anche se secondariamente.

Questo significa che se stimoliamo la pelle nella sua attività eliminativa, permettiamo ai reni di “riposarsi”, di lavorare un po’ meno nell’eliminazione delle scorie.

Come si fa?

Servono soltanto acqua calda e una pezzuola di cotone. Si immerge la pezzuola nell’acqua calda, si strizza e poi si friziona vigorosamente la pelle, possibilmente di tutto il corpo, compresa la testa.

Per quanto tempo? Dai 5 ai 20 minuti. Le frizioni vanno fatte solo sulla pelle integra, non su aree lesionate o pruriginose.

Perché è utile “far riposare i reni”?

Perché dal punto di vista energetico, sono gli organi che ci danno l’energia vitale, che ci spingono avanti nella vita e ci regalano il coraggio di affrontare nuove sfide. Reni scarichi creano paura e insicurezza.

Frizionare la pelle, in particolare di mani, piedi e testa, ha anche un prezioso effetto stimolante dei punti di partenza e di arrivo dei meridiani energetici. Ci permette quindi di lavorare su tutto il corpo e tutti gli organi.


Non ci sono ancora commenti su Salute e Macrobiotica

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste