Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Rifiuto alla vaccinazione: è possibile?

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 8 mesi fa



Informarsi sui vaccini è il primo passo per scegliere

Indice dei contenuti:

Conosciamo i vaccini?

Sono state svolte diverse indagini sulla cultura della vaccinazione in Italia. I dati emersi lasciano intendere che i genitori non siano totalmente informati sulla valenza dei vaccini ma nella maggioranza dei casi seguono la prassi standard consigliata dal sistema sanitario nazionale.

Questo è dovuto anche all’informazione che esiste in Italia: non c’è chiarezza totale e indicazioni precise di come vengono svolti i vaccini e della differenza tra vaccini obbligatori e vaccini facoltativi.

Un’indagine sui genitori è il Rapporto presentato dal Censis al Senato. La ricerca è stata svolta su un campione di genitori, sia uomini che donne in un’età compresa tra i 18 e i 55 anni.

I genitori intervistati hanno infatti fatto molta confusione tra le vaccinazioni obbligatorie e quelle non obbligatorie.

Questi sono stati i risultati:

  • Il 73% afferma di conoscere abbastanza le vaccinazioni pediatriche;
  • Il 79% afferma di sapere cos’è un calendario vaccinale anche se solo il 5,6% ha saputo indicare che le vaccinazioni attualmente obbligatorie sono 4.

I vaccini attualmente obbligatori sono l’antidifterica, l’antitetanica, antipoliomelite e l’antiepatite B.

L’informazione relativa ai vaccini

E non sa nemmeno per quali malattie vaccina i propri figli. Questo accade perché le informazioni fornite non sono adeguate. Non è chiaro e non viene espressamente dichiarato che i vaccini obbligatori per legge sono soltanto 4 e non i 6 contenuti nell’esavalente.

L’indagine svolta ha lasciato emergere altri dati salienti:

  • la quasi totalità dei genitori ha dichiarato di aver vaccinato i propri figli
  • il 22,4% dichiara di fidarsi totalmente dei vaccini (la fiducia è soprattutto da parte dei genitori più adulti)
  • l’informazione diviene più scarsa mano a mano che si scende verso le regioni del sud

Pochi fra gli intervistati in questa indagine riconosce o sottolinea che la mancanza di informazioni chiare è una carenza del sistema divulgativo del sistema sanitario nazionale.

Il dissenso informato

Ogni genitore può decidere di far vaccinare i propri figli oppure no. Non c’è un obbligo totale e tassativo. Quello che non si può prescindere è il fatto di informarsi consapevolmente.

I genitori hanno la possibilità:

  • di fare tutti i vaccini ai propri figli, sia quelli obbligatori che quelli facoltativi
  • di effettuare solo i vaccini obbligatori
  • di non effettuare vaccini

In questo caso è necessario un iter specifico denominato dissenso informato, in cui il genitore decide di non eseguire vaccini ai suoi figli e dichiara di essere correttamente informato sui rischi e sui benefici.


Prodotti consigliati

Non ci sono ancora commenti su Rifiuto alla vaccinazione: è possibile?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste