+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Puoi scegliere di volerti bene - Estratto da "Prenditi Cura di Te"

di Antonio Tosi 6 mesi fa


Puoi scegliere di volerti bene - Estratto da "Prenditi Cura di Te"

Leggi l'introduzione del libro di Antonio Tosi e scopri come imparare ad accettarti e a fare scelte che ti facciano davvero sentire bene e realizzato

“Prenditi cura di te” è un’espressione che avrai sentito tante volte e che può assumere significati diversi. 

Indice dei contenuti:

Stesse parole, molti significati

Se la utilizza la pubblicità probabilmente ti dirà poco. Si tratta di una frase fatta finalizzata a reclamizzare un prodotto.

Può essere pronunciata da un amico che, dopo aver ascoltato con attenzione una confidenza su una situazione difficile, esprime così l’augurio di risolvere positivamente il problema.

Quando proviene dal partner che si sta separando, il messaggio può essere: “Prenditi cura di te ora che le nostre vite si dividono e che non ci sarò più io a occuparmi di te”.

Detta da un poliziotto a un detenuto che esce dal carcere, può suonare come: “Vedi di non fare più fesserie se non vuoi tornare in questo brutto posto”.

Pronunciata dal genitore mentre saluta il giovane figlio che se ne va di casa, l’espressione si carica di importanti significati affettivi: “Caro, cerca di badare a te stesso, vedi di provvedere ai tuoi bisogni, soprattutto ora che dovrai contare solo sulle tue forze e io non ci sarò”.

In realtà si tratta di un’espressione bella, delicata, affettuosa che, comunque, fa sempre piacere sentirsi dire. Contiene l’auspicio di essere in grado di occuparsi della propria persona, dei propri bisogni, dei propri problemi, affrontando le difficoltà e avversità della vita contando unicamente sulle proprie risorse e coltivando sempre un grande amore e rispetto verso se stessi qualsiasi cosa succeda.

Prenditi cura di te

Tante volte spendiamo molta energia nel cercare di ottenere “il bene” da parte degli altri. Ci sembra insopportabile non avere l’approvazione, la stima, la benevolenza, l’accettazione delle persone. Succede quindi che, quando veniamo rifiutati, disapprovati, osteggiati, stiamo erroneamente dando per scontato che è indispensabile, per vivere felici, avere soprattutto l’amore degli altri, per lo meno di quanti sono significativi per noi. Cerchiamo perciò di fare in modo che gli altri ci vogliano bene, ci accettino, ci rispettino. Ci dimentichiamo troppo spesso quanto sia fondamentale, invece, che noi per primi sviluppiamo vera accettazione, rispetto, comprensione e amorevolezza verso noi stessi.

“Prenderti cura di te” vuol dire, sostanzialmente, occuparti amorevolmente della tua vita, il bene più prezioso che possiedi. Significa coltivare sempre un vero e profondo rispetto per la tua persona, provvedere al soddisfacimento dei tuoi veri bisogni, fare progetti che realizzino le tue aspirazioni vivendo secondo i valori che tu ritieni importanti.

Comporta, quindi, la continua scelta di ricercare il benessere e la migliore qualità possibile di vita tenendo ben presente che non vivi da solo ma insieme agli altri e che sei inserito in tanti “sistemi” complessi interagenti e mutevoli (sociali, culturali, etnici, politici, economici ecc.).

“Il tuo bene” non è dato una volta per tutte, è qualcosa che si trasforma e che devi essere capace di scoprire giorno dopo giorno. Esso naviga in un insieme di complessità: la tua salute fisica, la tua personalità, la tua vita sociale, il tuo ambiente naturale.

Qui ci si occupa di ciò che può dipendere da te, quindi delle tue scelte e di tutte quelle componenti psicologiche che le possono condizionare e influenzare. Spesso gli avvenimenti, le situazioni, le preoccupazioni, i problemi, ti prendono, ti coinvolgono o addirittura ti stravolgono al punto da farti trascurate di occuparti delle tue reali esigenze e del tuo benessere. Cosi può capitare che dentro di te sorgano domande: che fine ha fatto quel progetto a cui tenevo tanto? Perché ho deciso per questa scelta che non sento mia? Per quali ragioni mi sto imbarcando in un’avventura che non ha niente a che fare con ciò che desidero?

Per svariati motivi ti può succedere di proporti obiettivi, effettuare scelte e prendere decisioni che non coincidono con ciò che realmente vuoi e desideri.

Ogni tanto fermati, ti conviene

“Prenderti cura di te” significa impegnarti a scegliere di “volere il tuo bene” soprattutto quando le situazioni ti appaiono sfavorevoli e ti sembra che gli altri non siano minimamente interessati a te o che ti ostacolino, quando gli avvenimenti prendono il sopravvento, quando la vita ti appare gravosa, faticosa, ingiusta.

In questi momenti in cui ti senti solo, smarrito, disorientato, confuso, scoraggiato, è importante che ricerchi, nel silenzio, un luogo, un tempo, per fermarti. In tale contesto, dove decidi di rimanere solo con te stesso, riuscirai a distaccarti da tutto e ad andare nella direzione di un contatto profondo con la tua persona e la tua vita. Quello che può sembrare un momento negativo perché qualcosa ti ha messo in difficoltà o in crisi diventa così un’opportunità da utilizzare.

Numerose decisioni avvengono in modo automatico. C’è il rischio che tu viva una vita intera come se avessi inserito il pilota automatico, continuando a fare le stesse scelte, non in quanto siano le migliori per te, ma perché segui semplicemente automatismi e abitudini ben collaudati.

Puoi decidere di prenderti del tempo tutto per te e, nel silenzio e nell’intimità, ascoltare come ti senti, che cosa ti succede, cosa veramente vuoi, che cosa “è bene per te”, per poi ripartire e riprogrammarti.

Guardati dentro

Per coltivare il vero rispetto di te stesso occorre prima di tutto che tu sia consapevole del fatto di essere una “persona unica e irripetibile”, dotata di particolari caratteristiche, qualità, punti di forza, limiti. E fondamentale che conosca bene e tenga sempre in grande considerazione la tua storia, le tue origini culturali e familiari, i tuoi bisogni, desideri, aspirazioni, ideali, valori, il tessuto sociale in cui vivi.

Qualcosa di te rimane stabile nel tempo, ma molto cambia. Si modificano, insieme ai naturali mutamenti fisiologici, i bisogni, le situazioni, le esigenze, le preferenze, le condizioni di vita, le richieste sociali e culturali esterne. Solo se sei consapevole dei cambiamenti interni ed esterni puoi concretamente e realmente occuparti del tuo benessere adattandoti alle situazioni mutevoli. Puoi così essere in grado di operare scelte convenienti e comprendere quali compromessi siano, di volta in volta, realisticamente fattibili e utili.

Alcune cose dipendono da te e puoi perciò modificarle. Altre situazioni le puoi governare solo in parte e possono cambiare se ci sono, insieme a un tuo impegno, condizioni favorevoli. Altre realtà ancora, per quanto sgradevoli e fastidiose, non sono sotto il tuo controllo e sono articolate in modo tale che non puoi che accettarle.

Puoi vivere positivamente quando, di fronte a una frustrazione, a un ostacolo, comprendi che cosa puoi realisticamente cambiare e che cosa no. In presenza di ciò che non puoi proprio modificare, invece di agitarti e stressarti, puoi decidere di metterti il cuore in pace e di startene tranquillo accettando serenamente la situazione.

E anche possibile che, soprattutto negli anni in cui si è formata la tua personalità, non ti sia sentito accolto, benvoluto, apprezzato, stimato. Puoi non avere vissuto positiva-mente determinate esperienze, soprattutto affettive, che sono alla base della formazione di una personalità “sana”. Non è certo una tua colpa aver vissuto in un clima poco favorevole né è una tua responsabilità se ancora ti trascini fastidiosi problemi psicologici.

Il passato però “è passato”. Tu vivi oggi e hai “ora” la possibilità di costruire la benevolenza, il rispetto, la tolleranza che senti di non avere ricevuto.

Prenditi Cura di Te

Guida pratica per sviluppare accettazione, rispetto, comprensione e amorevolezza verso se stessi - I consigli dello psicologo

Antonio Tosi

(1)

Un libro scritto dallo psicologo Antonio Tosi, per imparare ad accettarti e a fare scelte che ti facciano davvero sentire bene e realizzato Perché acquistare questo libro Per sviluppare la capacità di prendersi cura di sé...

€ 12,90 € 10,97 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Antonio Tosi

Antonio Tosi è psicologo clinico, psicoterapeuta, è docente e supervisore A.I.A.M.C. (Associazione Italiana Analisi e Modificazione del Comportamento) e Professore a contratto presso l'Università degli Studi Bicocca di Milano. È autore di numerose pubblicazioni su tematiche relative alla...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Puoi scegliere di volerti bene - Estratto da "Prenditi Cura di Te"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.