+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Prigioni e illusioni - Estratto da "AAA Cercasi Guru Disperatamente"

di Camilla Ripani 5 mesi fa


Prigioni e illusioni - Estratto da "AAA Cercasi Guru Disperatamente"

Leggi un estratto dal libro di Camilla Ripani e scopri come mettere davvero in moto la tua vita senza aspettare che qualcuno ti salvi

C'è in giro un virus molto pericoloso di cui pochi sono a conoscenza. Può essere trasmesso da individuo a individuo attraverso le parole, i pensieri e le emozioni, oppure collettivamente attraverso i mass media come giornali, programmi televisivi e Internet. Purtroppo, il virus è talmente diffuso che le persone considerano normali i suoi sintomi e guardano con sospetto chi non li ha. Anch’io in passato ne sono stata contagiata e ho impiegato molto tempo per individuarlo ed estirparlo.

Stai leggendo un estratto da questo libro:

AAA Cercasi Guru Disperatamente

Come salvarsi l’anima, il portafogli e le mutande - Manuale pratico di sopravvivenza spirituale

Camilla Ripani

(3)

Puoi innamorarti di un “guru” e far dipendere da lui le tue scelte, o innamorarti di te e realizzare che l’unica vera persona che cambierà la tua vita sei tu. Nel primo caso butta via questo libro, non ti servirà. Nel...

€ 24,00 € 20,40 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Indice dei contenuti:

Un virus pericoloso

Il virus di cui sto parlando si chiama SDES, che è l'acronimo di Speranza Di Essere Salvati. Lo SDES installa nella tua mente la credenza che la tua vita può cambiare solo se qualcuno o qualcosa all’esterno di te interviene per salvarti dalle tue difficoltà. A seconda delle sue forme più o meno aggressive, può distruggere la capacità di guidare il tuo destino, dando luogo a gravi infezioni energetiche quali un cronico stato di passività o il lamento quotidiano.

La speranza trasmessa dallo SDES non ha niente a che fare con il sentimento di fiducia che prova chi sa di essere parte di un universo fatto di amore e colmo di infinite possibilità. Chi è infettato dallo SDES ha una speranza diversa, la speranza di un colpo di fortuna, di un salvatore, di un accadimento improvviso o esterno che gli cambi la vita e per questo non si impegna mai veramente a prendere in mano il suo destino.

Il virus si innesta nelle regioni più nascoste della tua struttura psichica al punto che puoi esserne infettato senza esserne cosciente, ci sono però dei sintomi precisi che possono aiutarti a riconoscere la sua infezione.

Un primo sintomo del contagio è perdere tempo in continuazione: rimandi ogni azione che potrebbe condurti a un cambiamento e procrastini tutto quello che potresti fare per migliorare la tua esistenza. Ti permetti il lusso di buttare via il tuo tempo perché sei nell’attesa e nella speranza che qualcosa, prima o poi, cambierà.

Se tu fossi libero dal virus, avresti la consapevolezza che niente e nessuno potrà cambiare la tua condizione attuale: un partner che ti ami, un biglietto della lotteria, un socio in affari, lo Stato, il guru del momento, gli alieni... e nemmeno l’Onnipotente in persona poiché, come dice il detto, «aiutati che Dio t’aiuta», cioè Dio ti aiuta ma solo dopo che tu aiuti te stesso.

Senza lo SDES, non accetteresti di sprecare un solo giorno aspettando o sperando che qualcuno o qualcosa ti porti il cambiamento, ma cercheresti di innescarlo tu stesso perché sapresti che dipende solo da te.

Un altro sintomo dell’aver preso il virus è sentirti depresso, credere che il tuo destino non cambierà più e che non disponi di vie d’uscita.

Questa condizione si presenta quando il virus è installato da così tanto tempo da produrre, paradossalmente, effetti opposti. Dopo molti anni, chi è infettato dal virus della Speranza Di Essere Salvato si trova a fare i conti con i fatti: dato che niente e nessuno si è presentato a tirarlo fuori dai guai, comincia a credere che in effetti tale speranza non si realizzerà mai, pensa che tutto sia finito, si sente con le spalle al muro e privo di qualunque risorsa, che ha sempre cercato ovunque tranne che in se stesso. Non gli rimane che fare la vittima e buttare la spugna. Non vede futuro, e senza futuro non trova le forze.

Come puoi liberarti dallo SDES?

Innanzitutto, devi riconoscerne i sintomi e accettare che il tuo modo di pensare cinico e disfattista sia il segnale della sua presenza.

Poi, indipendentemente dai tuoi pensieri e dal tuo stato d’animo, devi decidere di passare all’azione, di non buttare più il tuo tempo ma impegnarti strenuamente con te stesso per crescere, evolverti e migliorare in ogni aspetto della tua esistenza.

Per aiutarti, ogni mattina vai davanti allo specchio e afferma:

La cosa più preziosa di cui dispongo è il mio tempo. Scelgo di usarlo saggiamente.

L’unico vero salvatore in grado di cambiare la mia vita sono io.

Se persisterai e lavorerai per scovare ogni possibilità di miglioramento, il virus si indebolirà e alla fine morirà.

Persuasione o manipolazione?

In qualche modo tutti noi cerchiamo di influenzare gli altri, ma non per questo possiamo definirci dei manipolatori. Tra persuasione e manipolazione non sempre vi è un confine netto, tuttavia possiamo individuare alcune differenze principali.

Il persuasore tende a favorire la sua causa cercando di influenzare gli altri per farli sentire coinvolti.

Il manipolatore vuole portare acqua al suo mulino, ma lo fa a scapito delle altre persone, spesso ingannandole. Il manipolatore non ha alcun riguardo per le esigenze altrui, tanto che le sue parole e i suoi atteggiamenti possono essere molto lontani dalla verità; il suo obiettivo è solo ottenere quello che vuole, nella totale indifferenza di ciò che gli altri pensano, provano o di cui necessitano.

Se non ottiene quello che vuole, il persuasore se ne fa una ragione, rispetta le scelte altrui e convive serenamente con il fatto di non essere riuscito a convincere gli altri.

Il manipolatore, invece, avendo una percezione distorta di sé, non tollera che altri la pensino diversamente da lui. Nell’incapacità di rapportarsi con il proprio disagio interiore, non esita a far sentire in difetto l’altra persona e a instillarle sensi di colpa anche in situazioni dove è lui a essere dalla parte del torto.

Alcuni individui sono particolarmente esposti ai manipolatori perché si amano poco e cercano l’approvazione altrui. Chi tende a colpevolizzare se stesso, o ha difficoltà a metabolizzare gli aspetti negativi della realtà, non sa riconoscere la natura distruttiva di un’altra persona e si espone alle sue manipolazioni.

Facilmente manipolabili sono tutti coloro che hanno un atteggiamento passivo, si comportano come vittime, non sanno essere autonomi nelle decisioni, hanno bisogno di essere accettati dagli altri e mettono tale bisogno al di sopra di ogni consapevolezza.

Smettere di colpevolizzare te stesso, di idealizzare gli altri o di cercare l’approvazione di un pubblico ti offre la miglior difesa contro i manipolatori.

Il bisogno di sentirsi speciali

Il bisogno di essere considerati come qualcuno di speciale o differente dagli altri è il frutto di una cultura moderna dove l’individualismo assume toni estremi e porta le persone a competere fra di loro invece che a seguire la propria autenticità.

Tutti noi nasciamo con l’istinto di fluire nella vita attraverso la nostra natura autentica e i nostri desideri, ma crescendo veniamo sopraffatti dalle credenze altrui, dagli ostacoli e dalle delusioni, al punto tale che perdiamo fiducia in quello che siamo davvero. Abbandoniamo i nostri talenti e rinunciamo all’ascolto della nostra unicità, e così facendo creiamo un vuoto dentro di noi che proveremo a colmare attraverso il riconoscimento esterno, ma ciò non accadrà mai.

Solo se rispetti e curi i tuoi talenti, invece di elemosinare l’attenzione degli altri, puoi trovare quell’appagamento profondo che ti fa percepire di essere parte attiva di un mondo vibrante, in continua evoluzione, dove tutte le unicità si incontrano.

Finché sei lontano dalla tua unicità, paradossalmente sei molto sensibile a chi ti dice che sei unico e speciale. Di fronte a chi ti fa tali complimenti, diventi subito contento, ti compiaci, senti che finalmente sei visto e tutto assume un sapore più dolce. Attenzione, è una trappola: il tuo bisogno di riconoscimento viene preso all’amo e, senza che tu ne sia consapevole, viene usato contro di te da chi intende manipolarti.

La via d’uscita è riconoscere il tuo bisogno di sentirti speciale e accorgerti da dove nasce, ossia dal fatto che hai abbandonato l’unica via che poteva farti sentire speciale davvero: seguire la tua natura autentica e assecondare i tuoi talenti.

Ascolta bene, tu sei speciale, tu sei un tassello dell’universo, e ogni tassello ha il suo posto, il suo senso, il suo percorso, la sua unicità. Il tuo cammino è solo tuo: non ha bisogno dell’approvazione o del riconoscimento altrui, ma ha bisogno di te. Tu sei speciale non perché diverso o superiore agli altri, ma perché sei unico e hai un modo unico di attraversare la vita e di metterti al suo servizio.

Da oggi in poi esprimi l’intento di seguire i tuoi talenti e i tuoi desideri. Puoi aiutarti con la seguente affermazione:

Riconosco e coltivo i desideri autentici che custodisco in me. Seguo con fiducia il percorso della mia unicità. Metto i miei talenti al servizio della vita. Creo tutto questo. Così ho scelto.

AAA Cercasi Guru Disperatamente

Come salvarsi l’anima, il portafogli e le mutande - Manuale pratico di sopravvivenza spirituale

Camilla Ripani

(3)

Puoi innamorarti di un “guru” e far dipendere da lui le tue scelte, o innamorarti di te e realizzare che l’unica vera persona che cambierà la tua vita sei tu. Nel primo caso butta via questo libro, non ti servirà. Nel...

€ 24,00 € 20,40 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Camilla Ripani

Camilla Ripani è ricercatrice indipendente nel campo della spiritualità e della crescita personale. È appassionata di metodi per educare la mente e trasmutare il dialogo interiore. Ha frequentato diverse scuole per apprendere la meditazione e la guarigione esoterica,...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Ultimo commento su Prigioni e illusioni - Estratto da "AAA Cercasi Guru Disperatamente"

icona

cristina

Cattura l'attenzione

Un modo di scrivere accattivante, che stimola il desiderio di leggere oltre! L'argomento è già stato sviscerato ma qui viene proposto in una chiave pratica, liberata dalle filosofie e adattata alle situazioni quotidiane. Resta solo l'impegno dell'applicazione individuale!

Recensione utile? (0 )

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.