800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Premessa - Pulisco, Vedo e Agisco - Libro di SaYa

di SaYa 5 mesi fa


Premessa - Pulisco, Vedo e Agisco - Libro di SaYa

Leggi un estratto dal libro di SaYa "Pulisco, Vedo e Agisco"

«Lo scopo principale di questo processo è quello di scoprire la Divinità dentro di sé. Ho’oponopono è un dono profondo che permette di sviluppare una relazione attiva con la Divinità interiore imparando a chiedere che, in ogni momento, i nostri nodi energetici nel pensiero, parola, atto o azione siano purificati. Il processo è essenzialmente libertà, la completa libertà dal passato»
Morrnah Nalamaku Simeona

Libertà significa non delegare più nessuno nel decidere cosa pensare, cosa scegliere e cosa fare con la responsabilità al 100% della propria vita, sia dentro che fuori di noi. Libertà è mettere in atto eticamente ciò che si è compreso seguendo le indicazioni del proprio sentire quando esso è collegato alla sorgente. Quando si è diretti verso il bene e per il bene soggettivo e collettivo, in trasparenza e senza fini personali, ciò è bene, è… Pono.

La “pulizia” con Ho’oponopono ci ha donato un’insperata libertà sia interiore che esteriore. Interiore perché attraverso la pulizia senza filtri né dogmi ora possiamo riconoscere ed esprimere i talenti della nostra naturale essenza. Esteriore perché abbiamo reso concretamente manifesta la nostra autodeterminazione individuale – la facoltà di operare scelte autonome – riconosciuta e sancita dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e ratificata da leggi sovranazionali che mettono al centro del diritto la Persona Umana. Volutamente senza ordine né bussola orientiamo noi e chi ci legge nel desiderio – e nel nostro dovere di esseri umani – di condividere cosa e dove ci ha portati Ho’oponopono, come ci ha scritto la cara amica Oriana Leonella Moschini:

«Ho’oponopono non significa accettare tutto in maniera gioiosamente acritica ma assumersene la responsabilità, sapendo che anche ciò che non ci piace fa parte del tutto ed ha un suo preciso compito, quello di scegliere e quindi di “mettere le cose a posto”, qualunque sia la scelta fatta».

Proprio in questo intento sappiamo che tantissimi esseri umani sono ormai consapevoli dell’enorme potenzialità che viene dal non delegare più nessuno al di fuori di sé e molti di noi sono già attivi nella manifestazione di una nuova visione, ovvero nella messa in pratica di una vita migliore per noi stessi, per le nostre famiglie e a favore di tutta l’umanità del nostro amato pianeta. Abbiamo scritto questo testo per condividere delle informazioni importanti che abbiamo scoperto in questo ultimo periodo, esprimendoci in modo semplice quali siamo e soprattutto cercando di farlo nella massima trasparenza e coerenza, lasciando a chi legge le proprie doverose ricerche, sia percettive che pratiche.

Ho’oponopono è un dono all’umanità, è uno strumento di liberazione dalle memorie che influenzano le nostre convinzioni, i nostri pensieri e le nostre azioni. Mettendo in pratica questo meraviglioso processo di pulizia interiore, originario delle isole Hawaii, accediamo all’opportunità di “vedere” con i nostri occhi il mondo e quello che accade, perché se non ci fosse necessità di sistemare le cose non avremmo nemmeno bisogno di “pulire”. Se tutto fosse già Pono potremmo semplicemente “essere”, gioendo di tutta la bellezza e l’abbondanza che ci vengono spontaneamente donate da nostra madre Terra.

Come disse Ralph Waldo Emerson:

«La preghiera pensata come un mezzo per realizzare un fine personale è una meschinità, è un furto. Suppone un dualismo e non una unità in natura e nella coscienza. Non appena l’uomo sarà tutt’uno con Dio, non pregherà più. Vedrà la preghiera in ogni atto».

Se non riusciamo a pulire vuol dire che siamo affezionati alle memorie che ci hanno trasmesso e che preferiamo continuare a delegare. Se non riusciamo a lasciare andare probabilmente abbiamo paura di quello che accadrebbe senza più nessuno che ci dica cosa pensare e cosa fare; abbiamo cioè paura di perderci senza l’ausilio di dogmi, teorie, partiti o religioni che tanto rassicurano l’essere umano.

Se pratichiamo con costanza l’Ho’oponopono possiamo davvero togliere l’offuscamento fra noi e la realtà: l’unico presupposto è quello di decidere di assumerci la responsabilità al 100% di tutto quello che è. Perché pulendo ristabiliamo una connessione fra noi e il Divino e il corso degli eventi si svilupperà in un’energia diversa, una consapevole e amorevole energia Pono. La delega è solo una scusa per non assumerci la responsabilità di quello che sentiamo con il nostro cuore e che vediamo con i nostri occhi.

Quando si inizia a praticare Ho’oponopono costantemente potrebbe sorgere la paura di perdere qualcosa, tante certezze possono iniziare a vacillare portando il timore che il nostro castello di carta (bollata) fatto di anni di abitudini, convinzioni e sacrifici possa crollare. In effetti è così… pulendo ci liberiamo dall’immondizia interiore che limita la nostra essenza e ci ritroviamo nel famoso Punto Zero dove tutto è possibile.

Per azzerare ancor di più “convinzioni e certezze” è stata fondamentale un’esperienza che inizialmente ci ha… capovolti, realizzando che quello che credevamo fosse il nostro dovere di “buoni cittadini” in realtà si è rivelata una colossale manipolazione. Grazie a un gruppo di studio con il quale stiamo collaborando attivamente è stato messo a disposizione un percorso per correggere (!) le storture di un sistema non certamente Pono insieme a un progetto per focalizzare la messa in opera di una nuova economia: la “Nuova Economia dei Diritti Umani che cambia il mondo”.

Siamo oltre la metà di un periodo (2011-2019) che molte correnti spirituali definiscono come il momento storico di cambiamento per l’intera umanità, a favore della liberazione del potenziale umano e della manifestazione di un’abbondanza etica e consapevole per tutti gli esseri viventi.

Solo la fiduciosa apertura alla manifestazione Divina ci permette di rapportarci con quello che crediamo di sapere, avendo il coraggio di mettere da parte noi stessi, le nostre personali opinioni e le memorie, insieme al desiderio di riconoscimento (consenso e applausi) insito in ogni essere umano.

Per ciò che ci riguarda l’unico senso che riusciamo a dare a questa incarnazione, ammesso ce ne siano altre, è essere presenti con gli occhi e con il cuore e onorare il prezioso tempo che abbiamo a disposizione in questa vita pulendo le memorie condizionanti, come ci insegna Ho’oponopono, per far spazio al sempre nuovo che, come acqua fresca di sorgente, possa fluire liberamente. Tutto questo accorgerci ci è stato portato dalla pulizia e dalla pratica di Ho’oponopono, un vero e proprio ponte che ci ha condotto a quello che noi consideriamo il nostro personale risveglio.

Nel nostro viaggio vedremo insieme alcuni argomenti che interessano e riguardano tutti gli esseri umani, immaginando di essere un fiume collegato alla sorgente, composto da quell’infinità di ruscelli cristallini che si dirigono tutti verso l’oceano. Perché Ho’oponopono significa letteralmente “correggere” e “mettere le cose al posto giusto”, sia dentro sia fuori di noi. Occuparsi di correggere e mettere a posto il fuori non vuol dire che non siamo più spirituali, ma che iniziamo a capire che la via è interdipendente. Come dentro così fuori, come fuori così dentro.

Grazie di esserci, amiamoci e partiamo!

Tratto dal libro

Pulisco, Vedo e Agisco

Ho'oponopono

SaYa

In questo libro scoprirai:

  • Come la pulizia delle memorie crea un punto di partenza dal quale possiamo agire senza condizioni.
  • Che ogni essere umano ha le potenzialità per agire senza delegare più nessuno.
  • Che siamo liberi di scegliere di non accettare quello che ci è stato detto finora da ogni fonte.
  • Che con onestà, gratitudine e amore possiamo ristabilire i veri valori umani e il benessere personale, della nostra famiglia e di tutti gli esseri.
Vai alla scheda

SaYa è lo pseudonimo di Sandro Flora e Silvia Paola Mussini, ottenuto con le lettere iniziali di Sandro e con quelle finali di Silvia. In lingua giapponese Saya è il fodero della spada, uno strumento che protegge e che accoglie. Siamo ricercatori autonomi, i primi ad aver diffuso...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Premessa - Pulisco, Vedo e Agisco - Libro di SaYa

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste