800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Prefazione - La Legge di Attrazione di Wallace D. Wattles

di Wallace Delois Wattles 4 anni fa


Prefazione - La Legge di Attrazione di Wallace D. Wattles

Accade spesso di sentire ripetere la nota asserzione della scienza mentale, “I pensieri sono cose”, e pronunciamo queste parole a nostra volta senza realizzare consapevolmente quale sia il significato di tale affermazione.

Se noi comprendessimo pienamente la verità di questa asserzione e le naturali conseguenze della verità che vi è insita, allora comprenderemmo anche molte cose che fino ad ora ci sono apparse oscure, e saremmo in grado di fare uso di quel grande potere, la Forza del Pensiero, nello stesso modo in cui usiamo ogni altra manifestazione di Energia.

Come ho già detto, quando pensiamo noi mettiamo in moto vibrazioni di altissimo grado, che sono altrettanto reali delle vibrazioni luminose, termiche, sonore ed elettriche. E comprendendo le leggi che governano la produzione e la trasmissione di queste vibrazioni saremo in grado di farne uso nella nostra vita quotidiana, così come facciamo uso delle forme di energia più conosciute.

Il fatto che non possiamo vedere, pesare o misurare queste vibrazioni non è una prova del fatto che esse non esistano.

Vi sono onde sonore che nessun orecchio umano è in grado di udire, nonostante alcune di esse siano invece senza alcun dubbio percepite dalle orecchie di alcuni inssetti, mentre altre sono registrate da strumenti scientifici particolarmente sensibili inventati dall’uomo; tuttavia vi è un ampio divario tra i suoni registrati dallo strumento più sensibile e il limite che la mente umana, ragionando per analogia, riconosce essere la linea di confine tra le onde sonore e altre forme di vibrazione.
E vi sono onde luminose che l’occhio umano non registra, alcune delle quali possono essere percepite da strumenti più sensibili, e molte altre ancora sono talmente fini che non è ancora stato inventato uno strumento in grado di registrarle, benché ogni anno si facciano molti passi in avanti e il campo da esplorare si riduca gradualmente.

Via via che vengono creati nuovi strumenti, si registrano nuove vibrazioni, che tuttavia erano reali tanto prima quanto dopo l’invenzione dello strumento stesso.

Immaginiamo di non possedere alcuno strumento in grado di registrare il magnetismo: si potrebbe essere giustificati nel negare l’esistenza di quella forza potente, in quanto essa non potrebbe essere né sentita, né odorata, né udita, né vista, né gustata, né pesata o misurata. E ciononostante quella potente calamita emetterebbe, comunque, delle onde di forza sufficienti ad attrarre a sé pezzi metallici del peso di centinaia di chili.

Ogni forma di vibrazione richiede un tipo peculiare di strumento per essere registrata.

Attualmente il cervello umano sembra esser il solo strumento in grado di registrare le onde del pensiero, benché gli occultisti affermino che in questo secolo gli scienziati inventeranno dei dispositivi abbastanza sensibili da captare e registrare questo genere di fenomeni, e tutto fa pensare che una simile invenzione possa fare la sua comparsa da un momento all’altro: la richiesta esiste e sarà senza dubbio presto soddisfatta.
Ma coloro che hanno fatto esperienze nell’ambito della telepatia pratica non necessitano di alcuna altra prova oltre ai risultati dei propri esperimenti.

Noi inviamo continuamente verso l’esterno pensieri di maggiore o minore intensità
e raccogliamo i risultati di quei pensieri.

Non solo le onde dei nostri pensieri influenzano noi stessi e gli altri, ma essi hanno inoltre un potere attrattivo: attirano verso di noi i pensieri altrui, e anche cose, situazioni, persone o “fortuna”, a seconda del carattere del pensiero che nella nostra mente è dominante. I Pensieri d’Amore attireranno verso di noi l’Amore degli Altri, circostanze e condizioni in accordo col pensiero e persone dal pensiero affine.
Pensieri di Rabbia, Odio, Invidia, Malignità e Gelosia attireranno verso di noi un’orribile schiera di pensieri simili emanati dalle menti degli altri, circostanze nelle quali saremo chiamati a manifestare questi vili pensieri e, a nostra volta, li riceveremo da parte degli altri; persone che manifesteranno mancanza di armonia, e così via.

Un pensiero forte, o un pensiero prolungato, faranno di noi il centro di attrazione delle corrispondenti onde di pensiero degli altri.

I simili si attraggono, nel Mondo del Pensiero – si raccoglie ciò che si è seminato.
Il simile ama il suo simile, nel Mondo del Pensiero – e anche le disgrazie non vengono mai sole. L’uomo o la donna che sono pieni d’Amore vedono Amore intorno a sé, e attirano l’Amore degli altri. L’uomo il cui cuore è pieno di odio riceverà tanto Odio quanto è in grado di sopportare. L’uomo con pensieri di Lotta, in generale, si imbatte in tutta la Lotta di cui ha bisogno per potere andare avanti.
Ed è così che va, ognuno riceve quello che richiede attraverso la telegrafia senza filo della Mente.

La questione dell’Attrazione del Pensiero è della massima importanza.

Quando vi fermerete a riflettere su di essa comprenderete che l’uomo è davvero l’artefice di ciò che lo circonda, per quanto tenda a scaricarne la responsabilità sugli altri.

Ti consigliamo...


Wallace D. Wattles è uno dei principali ispiratori del Nuovo Pensiero. Con i suoi scritti ha influenzato le idee e la letteratura New Age e motivazionale degli ultimi cent'anni. Nato negli Stati Uniti poco dopo la guerra di secessione, dopo aver sperimentato in gioventù molti...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Prefazione - La Legge di Attrazione di Wallace D. Wattles

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste