+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

Pratiche di morbidezza per il corpo e per il cuore

di Giulia Calligaro 17 giorni fa


Pratiche di morbidezza per il corpo e per il cuore

Leggi un estratto dal libro "Esercizi d'Amore" di Giulia Calligaro e lascia entrare la gioia e la comprensione nella tua vita

Tutti vogliamo trovare l’amore: vogliamo amare ed essere amati. Potremmo dire che il mondo intero è mosso da questa ricerca.

Eppure i grandi Maestri ci insegnano che non c’è bisogno di cercare tanto lontano: noi stessi siamo fatti d’amore. Ma quanti capitoli di vita (di vite!) dobbiamo attraversare prima di ricongiungerci con la nostra essenza.

Considero questo libro, allora, come il capitolo più recente del mio viaggio verso l’amore. È nato da esperienze che si sono depositate in parole durante e dopo la pubblicazione di Esercizi di felicità, di cui si può considerare l’ideale proseguimento. Sono pensieri e stati dell’animo che hanno un valore autonomo, ma che seguono alcune tappe attraversate nel primo volume.

Provo qui a riassumerle, poiché si tratta probabilmente di un percorso comune a molti.

Stai leggendo un estratto da questo libro:

Esercizi d'Amore

Pratiche di morbidezza per il corpo e il cuore

Giulia Calligaro

Un sillabario di 85 esercizi che declinano diversi stati d’animo dell’amore, dall’addio alla gentilezza, al perdono e alla tenerezza. Ogni esercizio si compone di due parti: una parte di scrittura intima, che racconta esperienze umane,...

€ 19,00 € 18,05 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Indice dei contenuti:

Amore familiare

Mia madre che ride e mangia un altro dolce, buonissimo perché è arrivato dalle mie mani, dalla città.

Mio padre che infila gli occhiali per non chiedermi subito quanto ti fermi, dove vai questa volta. I muri con le fotografie di quando si partiva insieme e si faceva a gara a chi contava più luci, per far scorrere l’impazienza.

Intorno il profumo di abeti e la nostalgia di una nonna mal capita, di cui mi sono trovata nel cuore la poesia contadina. E lo stupore che non si esaurisce mai di essere nata proprio su queste montagne.

A tavola, per il pudore antico di una terra, non si dice: ma oggi siamo stati felici.

Ho le prove: ogni volta che amiamo è primavera, e lì dove appoggiamo l’amore, la vita fa i fiori. Amando siamo Dei, creiamo mondi.

Un esercizio per far sbocciare il fiore dell’amore e della gioia familiare: SALABHASANA, la Locusta

In questo asana hai la possibilità di espandere il lato anteriore del corpo, quello che proteggiamo quando ci chiudiamo in noi stessi: cerca di praticarlo godendo della gioia che viene dall’apertura e dall’amore per le cose di ogni giorno.

Mettiti in posizione prona, con le braccia lungo il corpo e i palmi delle mani rivolti alle gambe, la fronte abbassata. Tieni il pube premuto a terra, i glutei attivi. Inspirando, allungati e solleva gambe, braccia e petto, controllando di tenere il collo sulla stessa linea della spina dorsale. Respirando naturalmente, senti l’allungamento anteriore e allungati anche dalla cima del capo, dai piedi e dalle braccia, come fossi un’ala leggera. Ascolta la gioia sprizzare da questa grande apertura e afferma: «Mi innalzo su ali di gioia!». Inspira ancora ed esci con l’espirazione, scendendo lentamente.

Per andare più dentro all’asana, puoi applicare il “principio della Ricarica”, un altro fondamento dell’Ananda Yoga. Yogananda spiegò che, dal primo all’ultimo respiro della nostra vita, l’energia cosmica entra in noi dal midollo allungato: lo chiamava la “Bocca di Dio”. Ed è possibile ricaricarsi di questa energia anche volontariamente con alcune tecniche che sono alla base degli Esercizi di ricarica (alcuni li incontreremo più avanti).

Lo stesso principio può essere portato negli asana. Quando inspiri, concentrati sul midollo allungato e senti che non stai respirando solo gioia terrena, ma la gioia che viene da questa energia d’amore perfetta, espandila nell’allungamento e senti come da questa forza ogni cosa fiorisca e come sia l’amore il motore di ogni atto creativo.

Presente

Non sognare troppo lontano, oggi c’è abbastanza bellezza nell’azzurro del cielo, il sole è steso sui campi e la primavera è appoggiata ai rami dei meli.

Non scappare con il cuore in cose già state o che non lo sono ancora. Non scrivere finali di fantasia, lascia fare alla vita. Affidati, solleva le unghie da quello che sta passando. Respira, accogli, lascia andare.

Ma l’hai vista la luce nel verde dell’erba novella? Allora non spingere via l’amore con i pensieri: raccoglilo, stringilo nel pugno di quello che c’è. Intingilo nel bianco delle margherite.

Un esercizio d’amore per portare attenzione alla gioia che c’è in questo momento: SIDDHASANA, la posizione Perfetta

Ananda significa “Gioia”, ed è una tua qualità innata. Quando i pensieri ti spostano dal momento presente su cose che non puoi cambiare, o di cui non hai il controllo, pratica questo asana, molto potente, per sintonizzarti nuovamente con la tua gioia interiore, che arde proprio in questo momento.

Siediti con le gambe estese e leggermente aperte. Piega il ginocchio sinistro, portando il tallone sinistro al pube, e fallo scendere a terra dall’anca. Ora il tallone preme sul pube. Piega anche il ginocchio destro e sistema il piede destro sopra il sinistro, quindi fai scendere il ginocchio destro a terra, sempre ruotando dall’anca. Metti la caviglia destra vicino a quella sinistra e inserisci il piede destro tra il polpaccio e la coscia dell’altra gamba. Con la mano, solleva il piede sinistro tra il polpaccio e la coscia della gamba destra. Con le mani fai Gyana Mudra, unendo pollice e indice ed estendendo le altre tre dita, e appoggiale sulle ginocchia, con i palmi in alto.

In posizione, respira in modo naturale, sentendo come la pressione del tallone sinistro spinga in alto l’energia nella spina dorsale. Con lo sguardo appoggiato con concentrazione al centro tra le sopracciglia, magnetizza questo flusso verso l’alto. Senti come questa forza vigorosa dentro di te sollevi immediatamente anche i pensieri e ti connetta a una gioia che c’è ora e sempre. Afferma: «Ardo nel fuoco della gioia interiore». Per uscire dall’asana, sciogli le gambe e resta in una posizione comoda. Ascolta la nuova gioiosa centratura e lascia andare le rimuginazioni mentali sul passato e sul futuro. Ripeti la posizione dall’altro lato.

Tenerezza per l'altro

E poi quella sensazione di tenerezza per le cose di te che ho detestato. Non le cose forti in cui sei come ogni altro: per quelle fragili in cui sei solo tu. Quei fori di vulnerabilità da cui risali con bracciate di forza, come andando controcorrente, per paura di essere visto cadere.

Credo succeda questo: accogliendo le proprie ferite, si accolgono anche quelle degli altri. Si vede in trasparenza la storia umana di vittorie e di sconfitte che fanno di noi oggi quel che siamo. Il dolore da cui si dipanano l’amore o la rabbia. E si fa più chiara in queste debolezze la ragione ultima di ogni incontro: aiutarsi a crescere, prendendosi per un po’ cura l’uno dell’altro.

Un esercizio d’amore per accogliere la vulnerabilità dell’altro: SITALI PRANAYAMA, il Respiro rinfrescante

Quando l’altro ti presenta un suo lato fragile hai due possibilità: respingere la realtà, desiderando che sia diversa da com’è, oppure amare proprio le cose così come sono e vedere in ognuno un’anima in cammino per ritornare a casa. Prova a rinfrescare le tue emozioni nei confronti della fragilità dell’altro distendendo il sistema nervoso e l’emotività con Sitali Pranayama.

Mettiti in una posizione comoda, con la schiena dritta. Porta la lingua tra le labbra e forma un tubo, arrotolandone all’insù i due lati. Inspira attraverso questo tubo, concentrandoti sulla freschezza che arriva nella parte superiore della gola. Riporta indietro la lingua, chiudi le labbra e trattieni il respiro. Mantenendo le labbra chiuse, espira dal naso e distribuisci la sensazione di freschezza nel corpo, nei nervi, nel cervello. Inspira, trattieni ed espira per una durata uguale, che può essere di 8 conteggi. Ripeti per 6 o 12 volte.

Al termine concentrati sull’effetto rinfrescante e senti come la tenerezza possa ora scorrere al posto di ogni reattività.

Per un effetto più potente, pensando a questi lati fragili, inspirando afferma mentalmente «Accolgo», trattenendo «con amore», espirando «ogni cosa».

Esercizi d'Amore

Pratiche di morbidezza per il corpo e il cuore

Giulia Calligaro

Un sillabario di 85 esercizi che declinano diversi stati d’animo dell’amore, dall’addio alla gentilezza, al perdono e alla tenerezza. Ogni esercizio si compone di due parti: una parte di scrittura intima, che racconta esperienze umane,...

€ 19,00 € 18,05 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Non ci sono ancora commenti su Pratiche di morbidezza per il corpo e per il cuore

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.