800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Perché dovremmo bere succhi e frullati?

di Mahiya Zoè Matthews 1 mese fa


Perché dovremmo bere succhi e frullati?

Leggi un estratto dal libro "Frullati di Gioia" di Mahiya Zoé Matthews per scoprire i benefici che succhi e frullati possono apportare alla tua vita!

Questo libro non parla solo di ricette di succhi e frullati buoni da gustare (anche se è certamente essenziale!), ma anche di come tali succhi e frullati possono farti sentire, e come possono diventare parte di un nuovo stile di vita che ti porterà una trasformazione a tutti i livelli.

Detto semplicemente, i succhi e i frullati sono una delle migliori e più semplici abitudini che puoi introdurre nella tua cucina e che ti farà sentire meglio con te stesso e col mondo che ti circonda.

Ti starai chiedendo: «Come può un bicchiere di banane frullate e carote liquide fare tutto ciò?». Continua a leggere e lo scoprirai...

Indice dei contenuti:

Una notizia sensazionale per lo spirito

In India, l’idea che il cibo abbia un’influenza diretta sui pensieri e sulla coscienza è convinzione condivisa. Questa conoscenza è menzionata in scritture che risalgono a migliaia di anni fa. In Occidente siamo piuttosto lenti nel recepire concetti sottili come questo, e ci affidiamo più che altro alle prove scientifiche. Ciononostante, negli ultimi anni, molti studi scientifici hanno iniziato a dimostrare alla più analitica mente occidentale che esiste effettivamente una relazione tra i nostri pensieri, gli stati d’animo e il mondo che ci circonda.

Gli esperimenti con i cristalli d’acqua di Emoto Masaru ce ne offrono un esempio eccezionale. Questi esperimenti mostrano chiaramente che i pensieri umani, e persino le parole scritte, possono modificare drasticamente la struttura dei cristalli d’acqua. Quando si proiettano pensieri positivi, si formano composizioni di cristalli di grande bellezza e armonia mentre, quando si proiettano pensieri negativi, si formano cristalli sgraziati e disarmonici. Gli esperimenti di Dorothy Retallack, autrice del libro The Sound of Music and Plants (Il suono della musica e delle piante) mostrano come le piante reagiscono ai diversi tipi di musica, poiché la musica è un’estensione delle emozioni e della coscienza umana. Quando veniva riprodotta musica rock, le piante crescevano allontanandosi dagli altoparlanti; quando invece veniva riprodotta musica classica o rilassante, le piante crescevano avvicinandosi agli altoparlanti.

Per verificare questa correlazione dall’altra prospettiva, pensa se ti è mai accaduto di entrare in una stanza, o in un edificio, e provare una sensazione inspiegabile che ti ha fatto desiderare di andartene subito. Ti è mai capitato, invece, di entrare in una chiesa o in un luogo sacro e sentirti subito più elevato, più leggero? Pensa alla scienza del Feng-Shui e all’effetto profondo che lo spostamento di mobili e oggetti della tua casa può avere sui tuoi cicli di sonno e sui tuoi stati d’animo. Per quanto riguarda le persone, ti è mai capitato di incontrare qualcuno dal quale ti sei sentito istantaneamente attratto, anche senza aver scambiato una parola? Al contrario, hai mai incontrato qualcuno che ha suscitato in te una repulsione immediata?

Tutte queste riflessioni suggeriscono che esiste indubbiamente una realtà che agisce al di là dei limiti delle nostre percezioni. Gli insegnamenti dello yoga affermano che i luoghi, gli oggetti, e tutto ciò che ci circonda, sono effettivamente portatori di vibrazioni di coscienza. Per la maggior parte del tempo interagiamo con il mondo intorno a noi, a livello vibrazionale, in modo inconscio. La musica che ascoltiamo, i libri che leggiamo, i luoghi che frequentiamo, i film che guardiamo, i colori che indossiamo... tutto ciò influenza il nostro comportamento e il modo in cui ci sentiamo e pensiamo. Divenire coscienti di queste vibrazioni sottili ci mette nella condizione non solo di scegliere le influenze che vogliamo nella nostra vita, ma anche di essere la persona che vogliamo essere.

Anche il cibo ci influenza con le sue sottili vibrazioni di coscienza. Alcuni alimenti (chiamati SATTWici) elevano la coscienza e suscitano pensieri positivi, fatti di leggerezza e di calma; altri (rajasici) la stimolano e generano pensieri agitati, irrequieti e nervosi; altri ancora (tamasici) ci trascinano verso il basso e ci portano ad avere pensieri negativi, deprimenti e dominati dai problemi. In generale, la frutta, la verdura e gli alimenti naturali (cereali integrali, germogli, frutta secca, semi, legumi, miele, soia, alghe, erbe…) hanno un effetto elevante sulla nostra coscienza. Inserendo frutta o ortaggi nella tua dieta sotto forma di succhi e frullati, ti sentirai più felice e interiormente più calmo e più forte.

Un interessante studio condotto recentemente dalle università di Warwick e del Queensland dimostra esattamente questo. La ricerca ha coinvolto circa 12.000 persone alle quali è stato chiesto di tenere un diario dettagliato delle loro abitudini alimentari, prestando particolare attenzione alla quantità di frutta e verdura che consumavano e ai loro stati d’animo. I soggetti che mangiavano fino a otto porzioni di frutta e verdura al giorno hanno visto aumentare la loro felicità e il loro benessere psicologico in proporzione alla quantità di frutta e verdura consumate.

In particolare, Yogananda attribuiva una qualità unica e ben precisa a numerosi alimenti, soprattutto ai frutti e agli ortaggi. Secondo lui, ad esempio, le ciliegie portano allegria, le arance entusiasmo, i pomodori coraggio e la lattuga ci dà la calma. L’elenco è affascinante e lo puoi trovare per intero alla fine di questa sezione del libro. Nella sezione dedicata alle ricette, faccio riferimento alle qualità di certi ingredienti citando le parole di Yogananda e Kriyananda e usando le fotografie per trasmettere meglio queste qualità.

Un aneddoto interessante: negli anni Settanta, Swami Kriyananda chiese a Lila Devi, membro di Ananda da molti anni, di produrre una linea di essenze floreali basate sulle qualità spirituali degli alimenti. I fiori delle piante possono essere utilizzati per produrre essenze ricche di vibrazioni elevate, che stimolano la qualità che si desidera sviluppare. Questa linea di essenze si chiama Essenze “Spirit in Nature” e su internet puoi trovare una quantità di informazioni sull’argomento.

Per riassumere la “notizia sensazionale” per lo spirito, prima di passare ai vantaggi per la salute: i succhi e i frullati servono per sentirsi bene fisicamente, mentalmente, emotivamente e spiritualmente. Di fatto, è probabile che, bevendo succhi e frullati per un po’ di tempo, i cibi poco naturali non ti attirino più come prima, e questo perché essi non risuonano più con il nuovo te!

Suddivisione degli alimenti in base alla loro influenza psicologica

SATTWICI - elevano i pensieri

  • Frutta fresca e essiccata
  • Verdure
  • Noci di vario tipo
  • Noce di cocco
  • Semi
  • Germogli
  • Soia
  • Cereali integrali
  • Latticini (tutti in piccole quantità e provenienti da mucche allevate con amore e saggezza)
  • Legumi
  • Oli spremuti a freddo
  • Alghe
  • Dolcificanti naturali
  • Carruba
  • Acqua naturale

RAJASICI - agitano i pensieri

  • Pollame
  • Carne di agnello
  • Pesce
  • Uova
  • Zucchero di canna
  • Cioccolato
  • Spezie piccanti
  • Pepe
  • Cipolla
  • Aglio
  • Tè nero
  • Caffè

TAMASICI - oscurano i pensieri

  • Carne di manzo
  • Carne di vitello
  • Carne di maiale
  • Cibo da “fast food”
  • Cibo artificiale
  • Cibo devitalizzato
  • Cibo fritto
  • Bibite gassate
  • Formaggi stagionati
  • Zucchero bianco
  • Funghi

Benefici sorprendenti per la salute

La frutta e la verdura sono fonti concentrate di vitamine e minerali, essenziali per la nostra salute... ma non si tratta solo di questo. La frutta e la verdura contengono anche i fitonutrienti. I fitonutrienti (dal greco phytòn = pianta) sono composti contenuti nelle piante che agiscono come protettori dai danni ambientali che la pianta può subire (insetti, germi, raggi ultravioletti, inquinamento, tossine, ecc.) e, quando consumiamo cibi o bevande ricchi di fitonutrienti, questi composti ci danno la stessa protezione. I fitonutrienti sono raccomandati soprattutto per le loro proprietà antiossidanti (poiché proteggono le cellule dai danni causati dai radicali liberi) e per le loro proprietà antinfiammatorie. Inoltre, contribuiscono a:

  • rafforzare il nostro sistema immunitario
  • migliorare la comunicazione tra le cellule
  • riparare il DNA danneggiato dall’esposizione alle tossine
  • detossificare dagli agenti cancerogeni
  • proteggere dai disturbi cardiaci e dal diabete.

Cosa dici, vale la pena berli? Direi proprio di sì! I fitonutrienti sono i pigmenti che danno ai frutti e agli ortaggi i loro colori brillanti: il giallo e l’arancio delle zucche, dei peperoni, dei meloni e delle carote; il rosso e il rosa dei pomodori, delle angurie, delle melagrane e delle fragole; il verde dei broccoli, degli spinaci, dei kiwi e degli avocado; e il viola intenso delle more, delle melanzane, dell’uva e delle prugne. Potrai così trasformare i succhi e i frullati che preparerai in un tripudio di colori! Ti potrai divertire includendo l’intero spettro di questi gruppi di colori in tutti i tuoi pasti (non solo nei succhi e nei frullati), così da assumere tutti i diversi fitonutrienti che contengono. Nel frattempo, potrai godere della piacevole sensazione di sentirti meglio: più giovane, più forte e quasi immune ai batteri e ai virus in circolazione.

La massima efficienza…

Hai mai sentito il detto: “Bevi quello che mangi e mangia quello che bevi”? Il cibo poco masticato tende a passare attraverso l’apparato digerente senza che i suoi nutrienti vengano assimilati. I succhi e i frullati, invece, sono stati “pre- masticati” dal frullatore, dall’estrattore o dalla centrifuga, dunque i nutrienti che contengono vengono assorbiti in percentuale ben più elevata rispetto a quando consumiamo lo stesso alimento intero. Infatti, la ricerca ha dimostrato che, mediamente, solo il 17% dei nutrienti di un cibo intero viene assimilato, mentre nei succhi se ne può assimilare fino al 68%! Non è forse un modo per dare più valore al tuo tempo e al tuo denaro?

Inoltre, i nutrienti sono assorbiti molto più rapidamente se sono liquidi, rispetto agli alimenti solidi. Il corpo impiega solo 10-15 minuti per assorbire completamente e trarre beneficio dalle proprietà di un bicchiere di succo di frutta o di verdura, mentre per i cibi interi ci vogliono diverse ore. Questo fa dei succhi un ottimo mezzo per sentirsi bene quasi all’istante.

E c’è dell’altro! I succhi, in particolare, sono estremamente efficienti in termini di energia. I cibi solidi contengono le fibre. È proprio il processo di frazione di queste fibre, per poterne estrarre gli elementi nutritivi, che richiede così tanta energia durante la digestione. Buona parte dell’energia che ricaviamo dal cibo viene utilizzata per spezzarlo e digerirlo. Invece, i succhi (essendo privi di fibre) e i frullati (nei quali le fibre sono già state spezzate) forniscono il nutrimento in tempi rapidi con un dispendio di energia minimo; così tutto ciò che di buono vi è contenuto è destinato solo a te!

...con estrema praticità!

Chi tra voi ha già letto il mio primo libro, Il gusto della gioia, ricorderà che l’equilibrio raccomandato tra i diversi gruppi di alimenti (secondo Paramhansa Yogananda) è: 60% di frutta e ortaggi, 20% di carboidrati e 20% di proteine. Bere succhi e frullati è uno dei modi più pratici per raggiungere l’obiettivo del 60% di frutta e verdura. Un bicchiere di succo di carote contiene circa quattro o cinque carote. Avresti la pazienza, o il tempo, di sgranocchiare tutte quelle carote in una volta sola? Come minimo ti annoieresti, o ti ritroveresti con la mandibola indolenzita! In ogni caso, probabilmente non vorresti più vedere carote per un bel pezzo. Ma un bicchiere di succo di carote... è tutta un’altra storia. Con i succhi e i frullati, tutta la bontà del frutto o dell’ortaggio interi è concentrata in un solo bicchiere di liquido, squisito e pronto da bere. Potresti pensare a un sistema più pratico?

Felicemente alcalini

I succhi e i frullati contribuiscono anche a mantenere alcalino il tuo corpo. Se la tua dieta è molto ricca di cereali raffinati, zuccheri, proteine animali, alimenti elaborati e grassi, si crea una quantità eccessiva di acidi che il corpo fatica a gestire e a smaltire. Questo accumulo di acidi ha effetto su ogni aspetto della tua salute e può generare squilibri quali stitichezza, mal di testa, stanchezza, tensione nervosa, rigidità articolare, letargia o insonnia. Può condurre anche a malattie croniche, al cancro, a disturbi cardiaci, osteoporosi, artrite e diabete. Per riuscire a mantenere il corpo in condizioni di alcalinità, almeno l’80% della dieta dovrebbe essere costituita da alimenti alcalinizzanti. Tutta la frutta e tutti gli ortaggi sono alcalinizzanti, alcuni lo sono in modo particolare (come i limoni e le verdure a foglia verde) e inserirli nella dieta attraverso i succhi e i frullati è il modo migliore (perlomeno il migliore che io abbia trovato) per aiutare l’organismo a mantenersi felicemente alcalino!

Energia "nuda e cruda"

Assumere succhi e frullati è uno dei modi migliori per aumentare la quantità di cibi crudi nella tua dieta. Sebbene una dieta composta al 100% da alimenti crudi non sia adatta alla maggior parte delle persone (se non per un periodo limitato), puntare a una dieta crudista almeno al 50% è una scelta sana. La cottura distrugge fino all’85% dei nutrienti, tutti gli enzimi e buona parte della forza vitale presente nel cibo. Questa forza vitale è essenziale per la tua salute, persino più delle vitamine, dei minerali, delle proteine e dei fitonutrienti. Gli esperimenti fatti dallo scienziato francese André Simoneton dimostrano che, se il livello della forza vitale scende sotto un certo limite, ci si ammala. Anche se è vero che assorbiamo la forza vitale dal sole e dall’ossigeno, il cibo gioca un ruolo fondamentale.

La frutta e la verdura crude, e i succhi che se ne ricavano, sono alimenti che contengono un livello di forza vitale tra i più alti. I succhi pastorizzati come quelli che troviamo sugli scaffali dei supermercati, invece, ne sono praticamente privi. Infatti, se ti è capitato di assaggiare un succo di mela appena estratto, ti sarai accorto che non c’è paragone. Passando ai succhi e ai frullati freschi sarai presto in grado di sopravvivere senza la fatidica tazza di caffè del risveglio e anche quella di salvataggio di metà mattina (e chissà quante altre!). L’energia che puoi ricavare bevendo quotidianamente succhi e frullati è più che sufficiente per sostenerti durante il giorno!

Dodici motivi per amare i succhi e i frullati

  1. Hanno un sapore fantastico!
  2. Sono belli da vedere!
  3. Hanno un effetto positivo sui tuoi pensieri e sulla tua disposizione d’animo!
  4. Sono un concentrato di nutrimento in un bicchiere!
  5. Aiutano a mantenere il tuo corpo felicemente alcalino!
  6. Vengono digeriti e assorbiti facilmente e rapidamente!
  7. Semplificano la pratica del digiuno!
  8. Ti danno energia!
  9. Ti aiutano a raggiungere il traguardo quotidiano del 60% di frutta e ortaggi!
  10. Ti aiutano a modificare le tue abitudini alimentari!
  11. Sono rapidi e semplici da preparare!
  12. Sono un modo creativo per condividere momenti con la tua famiglia e con i tuoi amici!

Frùllati di Gioia

Ama te stesso con leggerezza

Mahiya Zoè Matthews

Deliziose ricette per avere sempre a tavola i tuoi frullati freschi! Includendo più cibo crudo nella tua dieta, succhi freschi e frullati, comincerai a sentire un senso di energia e leggerezza a tutti i livelli del tuo...

€ 19,90 € 16,92 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda
 


Mahiya Zoè Matthews

Mahiya Zoé Matthews, esperta di arte culinaria multiculturale, vegetariana e vegana, è uno dei cuochi principali del centro Ananda Assisi, dove coordina le attività della cucina e forma con ispirazione nuovi cuochi. Tiene regolarmente corsi e workshop di cucina vegetariana e naturale ad...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Perché dovremmo bere succhi e frullati?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste