800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Panem et Circenses: adesso tocca a noi!

  6 mesi fa


Panem et Circenses: adesso tocca a noi!

Dai, in fondo se state leggendo questo articolo, è perché avete deciso di fare il grande salto nel mondo della consapevolezza. Un pochino tutti noi ci sentiamo eroi.

Se siamo qui invece di essere davanti alla tv a guardare la De Filippi o la finale di Champions League significa che qualche domanda in più ce la siamo fatta.  Bene, molto bene: ma la risposta a quella domanda è poi arrivata?

Spesso, troppo spesso si cade nel tranello tessuto in una tela dorata, dove le bellissime scoperte che stiamo facendo abbagliano talmente tanto da togliere la vista dalla meta finale, che dovrebbe essere la nostra crescita personale. E attraverso di essa quella di tutti gli altri. Si, proprio quegli altri che cerchiamo di “evangelizzare” non appena ne abbiamo occasione.

Non vi è mai capitato, durante le cene di natale con i parenti, di sentire per sbaglio qualcuno dire “ieri ho portato mia figlia a vacin..” e senza nemmeno fargli finire la frase vi alzate sulla sedia elencando tutti i punti uno per uno delle controindicazioni dei vaccini? E se per caso qualcuno azzardasse a dire cose come “il nonno ha il diabete perché è la genetica che conta”, beh, in quel caso il corso base sulle 5 Leggi biologiche del Dottor Hamer non glielo toglierebbe nessuno neppure durante le estrazioni dei numeri della tombola.

E come praticamente sempre in questi casi poi accade, nessuno mai si piega anche solo al possibilismo di fronte alle nostre spiegazioni e dimostrazioni, anche le più inconfutabili ed ovvie. Perché? Semplicemente perché, senza nemmeno che ce ne rendiamo conto, un alone di misticismo misto ad una superiorità esoterica aleggia sulle nostre parole mentre ci lasciamo immergere nel mondo che oramai abbiamo conosciuto.

Ma in fondo è normale così: avessero detto a me anche solo 8 anni fa che è la personalità a farci ammalare e non altre cose, probabilmente avrei fatto riaprire la santa inquisizione. E sarei stato meno clemente di quanto in passato la chiesa è stata.

Ora riesco a comprendere una cosa: proprio perché sto cominciando ad intuire il potere incredibile che la mente ha sul corpo, capisco anche che la via d'accesso alla conoscenza del mondo olistico non può essere uguale per tutti perché, tante sono le personalità, tanti saranno i differenti interessi che ci permetteranno di far breccia nelle certezze autoimposte degli altri.

Parlare di neuroplasticità e chakra a chi fino a 5 minuti prima non si era occupato d'altro che di trovare qualcuno per fare il doppio di tennis non avrebbe senso. Non perché non potrebbero capire, ma perché mancherebbe il punto di contatto.

Ora il punto di contatto è arrivato.

Siamo in Italia e l'80% della popolazione mette lo sport come primo interesse. Sia che venga praticato o solamente visto e seguito. Perfetto, perché i segreti che permettono ad uno sportivo di eccellere nella sua disciplina e farla diventare entusiasmante e ipnoticamente interessante sono gli stessi che possono permetterci la salute radiosa, l'incredibile ricchezza e la creazione di una vita meravigliosa.

Credete che non sia così? E come avrebbe mai potuto un bambino cresciuto nelle favelas alzare di lì a poco la coppa del mondo? Come avrebbe mai potuto uno abituato a correre a 300 km all'ora accontentarsi di spingere le ruote di una carrozzina e trionfare anche lì? Come è possibile che mentre tutti gli altri tengono il volto concentrato sul traguardo dopo anni di duri allenamenti, un tizio arrivato dalla spiaggia se la rida seminandoli tutti e permettendosi pure di rallentare, tanto nessuno lo prenderà mai?

Il potere è sempre tutto nella nostra mente: essa è la casa della personalità.

Imparare a conoscere come i grandi dello sport grazie alle loro caratteristiche sono riusciti a diventare ciò che sono, permetterà a tutti di intuire che qualcosa in più rispetto a quanto ci hanno raccontato sul potere latente in noi, davvero esiste.

E da quel momento non dovremo più essere noi ad andare a spiegare alle persone il nostro mondo perché saranno loro a venircelo a chiedere! E questo solo perché un semplice libro di storie di sport diventato magia sarà stato il cavallo di Troia capace di entrare nel cuore di chi nel cuore porta la passione per qualcosa che a noi sembra tanto lontano ma che è manifestazione di quel potere infinito dell'uomo che cerchiamo di raggiungere.

Forse per la prima volta un libro riuscirà a farci tendere la mano verso tutti! E capiremo che sarebbe sempre stato semplice farlo: sarebbe bastato osservare ciò che io mondo vuole. È lo stesso che vogliamo noi, ossia una storia meravigliosa da ascoltare, imitare e migliorare: era ora!

L'Enneagramma nello Sport

Strategie per vincenti

Andrea Arpili, Andrea Giannini

Se senti l’esigenza di raggiungere importanti traguardi nella tua vita o nello sport, questo libro fa per te. I luoghi comuni ti chiedono di comportarti in una certa maniera per essere vincente scimmiottando atteggiamenti...

€ 18,00 € 15,30 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Alla base della nascita di Dudit Edizioni c'è un semplice e rivoluzionario concetto: l'essere umano può raggiungere il potere dell'immortalità. Lo studio dell’alimentazione, della biologia molecolare, della fisica contemporanea, dell’arte, delle 5 leggi...
Leggi di più...

Dello stesso editore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Panem et Circenses: adesso tocca a noi!

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste