800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Olio essenziale di lavanda e riflessologia plantare

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 3 mesi fa


Olio essenziale di lavanda e riflessologia plantare

Utilizzare la lavanda in riflessologia

Riflessologia plantare e olio essenziale di lavanda: ecco come si sposano e quali grandi benefici si possono ottenere.

Indice dei contenuti:

Olio essenziale di lavanda: proprietà

In medicina alternativa, ogni rimedio naturale può essere utilizzato per migliorare e accrescere le potenzialità di una pratica o di un trattamento. Un esempio calzante è l’utilizzo di oli essenziali durante la pratica di riflessologia plantare.

Gli oli essenziali sono ottenuti estraendo la parte più pura della pianta, con alte quantità di principio attivo. Sappiamo che è proprio all’interno del principio attivo che troviamo l’azione benefica della pianta stessa.

L’olio essenziale di lavanda, molto conosciuto e utilizzato da secoli, è versatile e può essere impiegato per usi domestici, per l’igiene personale e come rimedio naturale.

Le sue proprietà più spiccate sono:

  • antisettico
  • antinfiammatorio
  • tonico
  • sedativo
  • cicatrizzante
  • antispasmodico

Si utilizza sulla pelle diluendolo con un altro olio neutro, come quello di mandorla, di jojoba, di calendula o simili.

La sua azione è immediata ed è indicato anche nei casi di febbre e mal di testa, rispettivamente per far scendere la temperatura e per alleviare il dolore.

Riflessologia plantare e olio essenziale di lavanda

La riflessologia plantare è una pratica antica quanto l’utilizzo degli oli essenziali delle piante. Unire le forze di questi due potenti strumenti naturali dà vita a una pratica completa: massaggio riflesso e terapia con prodotti naturali.

Perché fa bene la riflessologia plantare? La pianta dei nostri piedi è un vero e proprio cruscotto in cui si riflettono tutti gli organi e gli apparati del corpo. Stimolando i punti giusti, a seconda delle condizioni della persona, è possibile aiutare il lavoro degli organi interni.

Incredibile vero? Eppure il nostro corpo è stato programmato in maniera perfetta e nulla è stato lasciato al caso. Imparare a leggere i segnali che il corpo ci manda è utilissimo per comprendere il nostro stato di salute e sapere come correggerlo.

La riflessologia diventa così una pratica importante per massaggiare l’interno del corpo senza bisogno di toccarlo direttamente. Se insorge un disturbo, possiamo trattare la parte corrispondente e agevolare il processo di guarigione.

Come abbinarle

Abbiamo visto quanto siano di beneficio per l’organismo sia la riflessologia plantare che l’olio essenziale di lavanda. Se usati contemporaneamente, è possibile ottenere un ottimo risultato.

Come fare? Uno degli utilizzi più mirati è in casi di febbre. Quando la temperatura del corpo si alza, è consigliato massaggiare olio essenziale di lavanda sotto la pianta dei piedi, più volte al giorno. Questo processo non blocca la febbre, anzi stimola l’organismo a risolvere il problema in minor tempo.

Ancora, durante il massaggio plantare, è possibile applicare una goccia di olio di lavanda in punti specifici come quello del fegato, per stimolare la sua funzione oppure nella zona genitale in caso di disturbi del ciclo o dolori correlati.

L’olio essenziale di lavanda diventa un prezioso alleato per chi ama e pratica la riflessologia plantare.


Non ci sono ancora commenti su Olio essenziale di lavanda e riflessologia plantare

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste