+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Ogni bambino ha un talento

di Francesca Valla 4 mesi fa


Ogni bambino ha un talento

Leggi un estratto da "Libera i Talenti del tuo Bambino" di Francesca Valla e scopri come valorizzare l'unicità di tuo figlio

Ogni bambino è unico, irripetibile e quindi speciale. Ognuno a modo suo.

Il compito di noi adulti che assistiamo ai suoi primi passi sulla strada della vita è quello di aiutarlo a esprimere in piena libertà se stesso e i suoi talenti.

Stai leggendo un brano tratto da

Libera i Talenti del tuo Bambino

Riconosci e valorizza l'unicità di tuo figlio

Francesca Valla

Abilità, passioni, interessi: scopri come potenziare le doti dei bambini Ogni bambino è unico e speciale. Ognuno a modo suo. Come riconoscere i talenti di nostro figlio o nostra figlia? Come possiamo fare per aiutarli a...

€ 16,00 € 13,60 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Noi genitori desideriamo il meglio per nostro figlio o nostra figlia, ma a volte rischiamo di scivolare nell'equivoco che quello che noi desideriamo o che avremmo voluto realizzare sia davvero il meglio anche per lui o per lei. Oppure crediamo che un futuro luminoso sia solo quello in cui avrà successo, in cui raggiungerà la fama o farà un lavoro economicamente remunerativo.

Il futuro è dei nostri figli, noi possiamo solo esserci, accompagnarli lungo il percorso non facendo mancare loro il nostro supporto, ma poi dobbiamo lasciarli liberi di scegliere e anche di sbagliare.

Sforziamoci, dunque, di orientare senza imporci e di far riflettere senza prendere le decisioni per loro. Le nostre aspettative, invece, creano gabbie che incrinano il rapporto perché si rischia di rimanere delusi se nostro figlio ha aspirazioni differenti dalle nostre.

L'esperienza deve guidarci nella direzione del rispetto di ciò che lui è e diventerà e di gioire insieme a lui quando si dedica con entusiasmo a un'attività che ha scelto. Questo non vuol dire annullarci e non coinvolgerlo nelle nostre passioni, ma amarlo significa accettare che abbia pensieri, sguardi, aspirazioni diversi dai nostri.

Un buon educatore sa che l'obiettivo è quello di crescere un bambino sereno e soddisfatto di sé, insegnargli a perseguire le sue aspirazioni sfruttando al meglio le proprie attitudini e guidarlo all'esplorazione e alla comprensione delle sue peculiarità.

Per raggiungere lo scopo è necessario ascoltarlo, accettarlo, osservarlo, sostenerlo, incoraggiarlo e talvolta stare in silenzio affinché la sua vera natura si manifesti in totale libertà e autonomia.

In questi anni la nuova generazione di genitori, insegnanti, educatori, allenatori, animatori e volontari sta prendendo il proprio compito educativo con grande impegno e serietà.

Noi mamme e papà «contemporanei» siamo sempre più disponibili a dedicare tempo, risorse ed energie per informarci e documentarci, abbiamo voglia di metterci in gioco in prima persona per crescere insieme ai nostri bambini. Ci rendiamo conto che educare è estremamente impegnativo, ma nonostante il nostro zelo tante volte ci sembra che la situazione ci sfugga di mano, che gli strumenti non siano mai abbastanza per stare al passo con le esigenze in continuo divenire dei nostri piccoli.

Lo psicanalista austriaco Bruno Bettelheim, riprendendo un famoso pensiero di Cartesio («Il dubbio è l'inizio della conoscenza»), sosteneva che nella vita di un genitore ci sono poche certezze, e decisamente più domande che risposte. Ma anche questo, secondo lui, è un valore che possiamo trasmettere ai nostri bambini: «Anche se talvolta dubiterà di se stesso (solo gli sciocchi arroganti non hanno dubbi su di sé), chi ha ricevuto una giusta educazione possiede una vita interiore ricca e gratificante, che lo fa sentire soddisfatto di sé, qualunque cosa gli succeda nella vita».

Non c'è istante in cui noi genitori non ci chiediamo: «Starò facendo bene?» Siamo assillati da dubbi e incertezze, ma porsi domande è l'unico modo per ricercare la «giusta educazione».

Prima di diventare mamma avevo moltissime certezze, poi è arrivata lei, mia figlia, a rivoluzionare e ad arricchire la mia vita tanto da insegnarmi a convivere con i dubbi e con nuovi sguardi.

Sì, perché il dubbio aiuta a capire e a prendere in considerazione opzioni e punti di vista nuovi. Aiuta ad approfondire, a conoscersi e a conoscere.

Il mestiere di genitore è tanto complesso quanto meraviglioso ed essere genitori efficaci prevede un forte investimento educativo.

Nessuno può dire di aver imparato tutto quello che c'è da sapere sull'educazione dei più piccoli, anche le mamme e i papà che hanno tanti figli. Perché ogni bambino è unico, noi cambiamo e il nostro stile educativo deve adeguarsi alle unicità di ciascuno.

I talenti dei nostri bambini sono come bellissimi fiori che vediamo sbocciare un giorno dopo l'altro, osservandoli e coltivandoli con pazienza e amore.

Spesso, però, quando il semino che credevamo di conoscere arriva alla sua piena fioritura, riesce a spiazzarci, perché non sempre i suoi colori sono quelli che ci aspettavamo e quasi mai ci assomiglia.

Luciana Littizzetto, in un bellissimo monologo che condivido in pieno, ha detto: «Tu non conosci mai completamente i tuoi figli. La cosa bella è che i ragazzi sono sempre inaspettati: tu semini tulipani e crescono narcisi. E ti chiedi: 'Ma come? Ho seminato i tulipani'. Però poi, a ben pensarci, ti rendi conto che anche i narcisi non sono male, anzi, forse sono fin meglio dei tulipani».

Le loro doti e la loro personalità si esprimono in mille direzioni: se riusciamo ad ascoltarli, ad accettarli e a essere presenti nel modo adeguato, vedremo nascere un giardino variopinto e in armonia, dove ognuno trova il suo posto e concorre alla costruzione della bellezza del creato.

Nelle prossime pagine desidero compiere un percorso insieme a voi.

Il mio intento non è quello di dare indicazioni su cosa fare o non fare, ma proporre occasioni che possano aiutarci a trovare la strada per diventare «allenatori emotivi», come definisce i genitori lo psicologo John Gottman.

Amare il proprio figlio richiede la capacità di lasciarlo libero senza condizioni, nella reciprocità che si fa scambio, contaminazione, riconoscimento per essere una cosa sola nelle differenze dell'alterità.

Da quasi trent'anni lavoro in mezzo a bambini e a genitori e ho conosciuto e ascoltato tante storie: gli esempi che leggerete in questo libro sono tutte vicende che in qualche modo mi hanno toccata in qualità di insegnante, di donna, di madre e oggi di counselor.

L'esperienza mi insegna che per costruire sane e solide relazioni non c'è nulla che sia sempre «giusto» o sempre «sbagliato»: noi genitori dobbiamo imparare a osservare e a interrogarci, contemplando anche l'errore come occasione di crescita, sfruttandolo come un'opportunità per riflettere.

È proprio da simili riflessioni che è nato in me il desiderio di scrivere questo libro, per condividere gli stimoli che aprano nuovi sguardi verso un viaggio promettente che ci porterà, con pazienza e amore, a immergerci in ciò che risiede dentro di noi e a realizzare un'educazione che sia una crescita congiunta.

L'obiettivo è che tutti i passi che faremo insieme ai nostri bambini possano consegnare al mondo di domani donne e uomini felici, capaci e consapevoli dei propri talenti.

Il libro è strutturato per una lettura a più livelli, dalla prima all'ultima pagina. Ogni capitolo tratta un tema e contiene box di approfondimento per recuperare riferimenti e indicazioni dei focus di attenzione, che insieme alle storie e agli esempi cercano di dare un contesto oltre a momenti di confronto.

Un libro da leggere e da sfogliare per un utilizzo flessibile, per aprire possibili spunti di riflessione e per rileggere la propria esperienza.

Buona lettura.

Libera i Talenti del tuo Bambino

Riconosci e valorizza l'unicità di tuo figlio

Francesca Valla

Abilità, passioni, interessi: scopri come potenziare le doti dei bambini Ogni bambino è unico e speciale. Ognuno a modo suo. Come riconoscere i talenti di nostro figlio o nostra figlia? Come possiamo fare per aiutarli a...

€ 16,00 € 13,60 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Francesca Valla

Francesca Valla inizia il suo percorso professionale occupandosi dei bambini (come baby sitter, tata ed educatrice) e capisce che il mondo dell'infanzia è la sua vita. Si diploma all'Istituto Magistrale e insegna per sette anni presso la scuola dell'infanzia e primaria Montessori di Bergamo....
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Ogni bambino ha un talento

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.