800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Medicina cellulare: nuova frontiera?

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 27 giorni fa


Medicina cellulare: nuova frontiera?

Scopriamo cosa ci insegna la medicina cellulare

Medicina cellulare e focus generale: cosa fa questo approccio? Sposta la visione dal singolo elemento ad una sinergia di elementi che cooperano fra loro. E il mondo cellulare ne è un chiaro esempio.

Indice dei contenuti:

Medicina cellulare: di cosa si tratta?

Siamo abituati a pensare e ragionare in maniera settoriale, soprattutto quando pensiamo alla medicina. Se abbiamo un problema e ci rechiamo all’ospedale, la medicina ufficiale indaga le origini del sintomo nella zona in cui esso si è manifestato.

Facciamo un esempio: se soffriamo di mal di schiena, l’azione sarà su questa zona del corpo, attraverso ecografie, massaggi, trattamenti specifici. Oppure ancora per il mal di testa, per un problema al cuore o allo stomaco: si prende in analisi solo la zona che presenta il sintomo senza considerare che il corpo è un tutto unico e indivisibile e ogni parte è collegata all’altra.

La medicina cellulare sposta il focus della sua visione, rendendola più ampia: non si focalizza su un singolo organo ma su milioni di cellule che lo compongono.

Se il nostro organismo è composto da una miriade di cellule e se ognuna è in interconnessione con l’altra, allora possiamo immaginarci che nel momento in cui compare un sintomo, più distretti siano coinvolti e che la causa va ricercata utilizzando un ampio spettro.

Come funziona la medicina cellulare?

Il paradigma su cui si basa identifica nello squilibrio del metabolismo cellulare la causa diretta della malattia. Si parte dal presupposto che la salute ha origine nello stato di salute delle cellule stesse.

Diverse malattie hanno spesso un’origine comune. La medicina cellulare identifica questa origine nella mancanza di nutrienti che portano ad una disfunzione del metabolismo con conseguente comparsa di malattia.

Come fare per mantenere le cellule in salute? È necessario nutrirle correttamente.

Qualunque cellula, sia essa del cuore o dell’apparato gastrointestinale, si nutre di due fattori:

  • macronutrienti: proteine, carboidrati, grassi
  • micronutrienti: vitamine, minerali, aminoacidi

Quando qualcuno di questi elementi diventano carenti o vengono a mancare, la cellula inizia a sentire delle mancanze e non può più svolgere correttamente il suo compito.

Bisogna quindi introdurre grandi quantità di questi elementi? Assolutamente no. Per ottenere un beneficio massimo, non serve assumere singole quantità di questi nutrienti. La medicina cellulare utilizza il principio dell’effetto sinergico: speciali combinazioni che agiscono a livello metabolico, ottenendo la massima utilità con un dosaggio minimo.

Vitamine, aminoacidi, minerali: pane quotidiano per la medicina cellulare

Ognuno di questi tre elementi svolge una loro importante funzione nel metabolismo cellulare.

Le vitamine sono implicate in molte reazioni dell’organismo come:

  • eliminare le tossine
  • prevenire malattie cardiovascolari
  • proteggere le cellule dai radicali liberi
  • rafforzare il sistema immunitario

Gli aminoacidi sono molecole che legandosi fra loro, vengono utilizzati dal nostro organismo per produzione di proteine. Si dividono in aminoacidi essenziali e non essenziali.

Elementi come calcio, magnesio, fosforo, rame, selenio, ferro, potassio, manganese sono indispensabili, se pur in minime quantità, per sostenere il lavoro delle cellule.

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Medicina cellulare: nuova frontiera?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste