800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

La verità su questa ghiandola - Estratto da "Guarire la Tiroide"

di Anthony William 2 mesi fa


La verità su questa ghiandola - Estratto da "Guarire la Tiroide"

Leggi in anteprima un capitolo tratto dal libro di Anthony William e scopri tutto ciò che c'è da sapere riguardo alla tiroide e alle sue malattie

È il grande giorno e ti svegli presto. Ti vesti con cura, fai una colazione abbondante e lasci un messaggio al tuo datore di lavoro per ricordargli che oggi arriverai tardi. Mentre ti rechi dal medico, nutri un barlume di speranza al pensiero che al ritorno avrai un maggiore controllo sulla tua vita.

Indice dei contenuti:

Come è possibile?

Forse finalmente scoprirai perché non riesci a dormire, hai problemi di peso, ti senti confuso, ti cadono i capelli o sei sempre stanco. Pensi che avrai una spiegazione per le vampate di calore, le mani e i piedi freddi, la fragilità delle unghie, la secchezza della pelle, il battito irregolare del cuore, le gambe senza riposo, la diminuzione della memoria, le mosche volanti agli occhi, la debolezza muscolare, le fluttuazioni ormonali, le vertigini, il formicolio e l'intorpidimento, il fischio o il ronzio nelle orecchie, i dolori, l’ansia e la depressione. In sala d’attesa, riesci a malapena a concentrarti sulla rivista che stai sfogliando mentre aspetti di essere chiamato.

Il momento è arrivato. Vieni condotto nella stanza degli esami, dove ti siedi e cerchi di respirare lentamente. Qualche minuto più tardi arriva il medico e, dopo aver scambiato due chiacchiere, emette il verdetto: “Lei ha la tiroidite di Hashimoto.’’

È un sollievo dare un nome alla malattia che ti affligge... però quel nome non ti aiuta molto a capire quale sia il problema. “Che cos’è?” gli chiedi.

“Le analisi del sangue mostrano un aumento degli anticorpi tiroidei. Insieme agli elevati livelli dell’ormone tireostimolante (TSH), all’ingrossamento della tiroide rilevato nell’ultimo esame e ai sintomi dì ipotiroidismo che manifesta, tutto indica che il suo sistema immunitario è confuso. Si chiama risposta autoimmune; significa che il suo organismo sta attaccando la tiroide come se fosse un corpo estraneo. Sta infiammando la ghiandola e la sta distruggendo un po’ alla volta, rìducendo poco a poco la funzionalità tiroidea.”

Il sollievo svanisce mentre immagini questa piccola ghiandola innocente nel tuo collo che viene attaccata dal tuo stesso sistema immunitario. Vorresti quasi che la diagnosi fosse come un paio di scarpe ordinate su internet che puoi restituire quando ti rendi conto che ti vanno strette. Così saresti libero di trovarne un altro paio che ti va bene. Invece, cerchi di affrontare la realtà. “Com’è successo?”.

“Può darsi che lei abbia una predisposizione genetica all’autoimmunità, innescata da fattori ambientali come i batteri, l’alimentazione o lo stress.”

Ma perché mai l’organismo attacca se stesso?”.

“Be’” risponde il medico, “la causa precisa delle malattie autoimmuni è ancora sconosciuta, ma la ricerca fa progressi ogni giorno. Adesso parliamo dei farmaci da assumere."

Mentre esci dall’ufficio del medico, ti sembra di non avere più controllo sulla tua vita, ti senti tradito. Come ha potuto il tuo corpo deluderti così? Cos’hai fatto di male per meritare un sistema immunitario impazzito? Non sai più di chi fidarti se neanche il sistema immunitario è dalla tua parte.

Magari questo scenario non descrive esattamente la storia dei tuoi problemi con la tiroide. Forse ti è stata diagnosticata la malattia di Graves, un disturbo autoimmune, come direbbe il medico, che colpisce la tiroide.

Oppure ti hanno detto che soffri di ipotiroidismo primario, ossia una produzione insufficiente di ormoni tiroidei, rivelata da un esame del sangue o intuita da un esperto di medicina funzionale che ne riconosce i segni. Forse ti hanno detto che hai un nodulo nella tiroide, una cisti o persino un tumore. Se ne chiedi la ragione, il tuo medico risponde che forse stai invecchiando prematuramente; un messaggio preoccupante, soprattutto se hai solo venti o trent’anni.

Può darsi che il medico non si fermi alla diagnosi sulla tiroide. Oltre alla malattia di Flashimoto o di Graves o all’ipotiroidismo o all’ipertìroidismo o alla tiroidite o ai noduli, ti dice che hai la malattia di Lyme, l’artrite reumatoide, la fibromialgia, o, se sei una donna, che stai entrando in peri-menopausa o in menopausa. Altri potrebbero considerarti un ipocondriaco, e questo ti fa male perché in realtà non vorresti altro che stare bene. Potresti sentirti incompreso.

Forse, quando sei andato per la prima volta dal dottore, i tuoi esami non mostravano nessun problema. Poi hai consultato un medico dopo l’altro in cerca di risposte, ma non le hai trovate. Hai cominciato a perdere fiducia nei medici e in te stesso. Ti sei convinto per un po’ che i sintomi fossero tutti nella tua testa, poi ti sei informato e ti sei fatto una tua idea su cosa ti sta succedendo. Hai cercato di cambiare alimentazione e hai provato un po’ di sollievo, ma ogni giorno è una lotta e non ti senti ancora bene.

Può darsi invece che tu non abbia avuto voglia di andare dal medico per la stanchezza, l’ansia, l’annebbiamento mentale e le vertigini. Hai letto un paio di articoli sulla tiroide e ti sei chiesto se possa essere la causa dei tuoi problemi.

Altrimenti, potresti essere un familiare o un amico di qualcuno che presenta sintomi inspiegabili o con un problema alla tiroide già identificato, e vuoi fare qualcosa per aiutarlo.

O magari sei un medico a cui si spezza il cuore nel vedere un paziente dopo l’altro soffrire di malattie croniche. Tieni d’occhio le nuove teorie sull’autoimmunità e sui disturbi della tiroide. Leggi tra le righe dei sintomi, non ti accontenti degli esami del sangue, offri ai pazienti gli strumenti più avanzati per gestire le patologie croniche e osservi quando i farmaci non servono, aspettando la scoperta decisiva che risolva una volta per tutte I misteri della tiroide.

Se la tua esperienza è simile a uno degli scenari che ho appena elencato, non sei solo: sei uno dei milioni di individui che affrontano i misteriosi sintomi che le comunità mediche hanno cominciato a collegare ai disturbi della tiroide. Ogni storia è diversa dall’altra, ma siamo tutti uniti nella ricerca della verità.

Nonostante le difficoltà della tua esperienza individuale, vai avanti. Non importa quante volte tu abbia sentito che la malattia autoimmune è “il corpo che attacca se stesso”, non importa quante autorità mediche dicano che i problemi alla tiroide sono genetici, non importa quanto spesso gli altri abbiano messo in dubbio la tua sofferenza, o tu stesso l’abbia fatto, o ti sia domandato se ti stai impegnando abbastanza.

Sei spinto dalla forte sensazione che qualcosa non torni.

Perché il tuo organismo dovrebbe attaccare se stesso? Se i problemi alla tiroide sono di origine genetica, perché si sono diffusi solo nelle ultime generazioni? Com'è possibile che tutta la sofferenza fisica sia solo nella tua testa, o che sia una specie di punizione cosmica?

Pensi che debba esserci un’altra spiegazione. Lo senti nel tuo cuore.

E hai ragione.

Il gioco della colpa

Stai tranquillo, i tuoi sintomi e la tua malattia non sono colpa tua.

Hai capito? Lo dirò ancora, perché il condizionamento nel senso opposto è molto forte: i tuoi sintomi e la tua malattia non sono colpa tua.

Non hai creato tu la malattia. Non l’hai attratta o manifestata. Non l’hai immaginata. Non sei malato perché sei pazzo, pigro, senza forza di volontà, difettoso o annoiato. Non hai attirato i sintomi formulando i pensieri sbagliati o fissandoti troppo sulla paura. Non l’hai ereditata dalla tua famiglia. Non ti impedisci di guarire a livello subconscio perché segretamente desideri essere malato per stare al centro dell’attenzione. La tua sofferenza non è una punizione di Dio o dell'Universo, e neanche il karma per qualcosa che hai fatto in questa o in un'altra vita.

Allo stesso modo, il corpo non ti ha abbandonato. Le malattie della tiroide non significano che il tuo organismo si sta ribellando contro di te. Non ti tradirebbe mai. Il corpo lavora giorno e notte per sostenerti, perché ti ama incondizionatamente.

Le informazioni più avanzate sulla tiroide continuano a non tener conto di queste verità fondamentali. Come mai? Perché viviamo in una società basata sulla colpa. Come esseri umani, cerchiamo sempre una risposta per tutto. Una cosa sono i misteri dell’Universo: se non abbiamo le risposte sullo spazio e sul tempo, possiamo tranquillamente farcene una ragione. Ma quando invece non sappiamo qualcosa che riguarda la nostra vita quotidiana, per esempio la causa del nostro malessere, l’assenza di risposte tende ad angosciarci.

Così, quando qualcosa va male, vogliamo una spiegazione il più presto possibile. Per esempio, se un incarico di lavoro viene svolto In modo errato, tutti vogliono sapere subito di chi è la colpa. Questo si basa su nobili principi: responsabilità e affidabilità. Quanto prima abbiamo le risposte, tanto meglio possiamo prevenire un disastro simile in futuro.

Ma che succede se diamo la colpa alla cosa o alla persona sbagliata? E, se nella fretta di capire perché i dati siano distorti, un manager pensa che sia stato tu, l’amministratore delegato, a dare le istruzioni errate? E se d’ora in avanti nessuno si fidasse più di te, nemmeno tu? Tutti si sentono meglio se hanno qualcuno o qualcosa a cui dare la colpa.

Ma se non fosse la risposta giusta? E se la verità fosse che le tue istruzioni erano perfette e che lo staff avrebbe dovuto prendersi il tempo per capire che il problema era un virus nel computer?

Così è il mondo delle malattie della tiroide al momento. L'idea di non aver trovato una spiegazione per il dolore cronico di buona parte della popolazione contrasta con l’immagine autorevole che il sistema medico sente il dovere di mantenere. E quindi, in assenza di risposte, la ricerca sviluppa teorie come l'autoimmunità che danno la colpa al nostro organismo. Queste idee mediche sbagliate sono i “Grandi Errori” delle malattie croniche, che esamineremo in dettaglio nella seconda parte del libro.

Sono errori in buona fede: la scienza medica vuole fornirti una ragione per cui soffri d’insonnia, ingrassi o sei sempre stanco.

Il problema è che spesso queste teorie nascono e prendono piede rapidamente, e quando una teoria viene ripetuta in continuazione, viene scambiata per un fatto. Perciò la ricerca medica opera sull’assunto che la teoria dell’autoimmunità sia corretta, e va avanti a esplorare le diverse ragioni per cui il sistema immunitario dovrebbe attaccare la tiroide. Questo non porterà a nessuna risposta, perché una malattia autoimmune non è l’organismo che attacca se stesso, né i disturbi della tiroide sono una semplice questione di invecchiamento, genetica, pensieri sbagliati, fissazione su certe emozioni o cibi che provocano infiammazione.

Ricevere una diagnosi di una malattia della tiroide è difficile a qualsiasi età. Riceverne diverse e sentirsi un disastro è un peso gravoso. Lo è anche affrontare sintomi misteriosi senza poter dare un nome a ciò che succede alla mente e al corpo.

Se sei anziano, ti sembra un’ingiustizia. Proprio quando hai meno obblighi e dovresti avere la possibilità di goderti la vita, ecco che arrivano questi sintomi a ostacolarti.

Se sei sulla trentina, sulla quarantina o sulla cinquantina, un problema alla tiroide ti fa sentire come se stessi invecchiando prima del tempo. All’improvviso ti sembra che tutta la tua vita possa andare in pezzi.

E se stai appena diventando adulto, la comparsa dei sintomi ti sembra una condanna a vita. In così giovane età, ti senti improvvisamente fuori gioco e ti domandi come farai a mantenerti o a iniziare una relazione e a portarla avanti.

In qualsiasi fase della vita, devi già sopportare fin troppo. L’ultima cosa di cui hai bisogno è pensare che la malattia sia colpa tua, soprattutto perché non è la verità. Quindi cerchiamo di eliminare fin da subito il senso di colpa. Parliamo delle vere cause dei disturbi della tiroide, così potrai finalmente scoprire la soluzione per guarire.

Il virus della tiroide

Si spera che tra due o tre decenni le comunità mediche avranno gli esami e le risposte per aiutarti. Ma se stai soffrendo adesso, dubito che tu possa aspettare venti o trent’anni. Hai già aspettato abbastanza. Hai già lottato abbastanza. Sei stato già abbastanza paziente. È finalmente venuto il momento di conoscere la verità sul tuo malessere.

Se hai ricevuto una diagnosi di tiroidite di Hashimoto, ipotiroidismo o qualsiasi altro disturbo della tiroide, è estremamente probabile che tu non stia seguendo il trattamento più efficace, perché senza conoscere le vere cause delle malattie della tiroide, le comunità mediche non sono ancora in grado di offrire rimedi per risolvere il problema di fondo.

E se gli esami della tiroide sono risultati nella norma, potresti comunque avere una tiroide iperattiva o poco attiva e non saperlo, perché i test per la tiroide non sono ancora molto precisi.

Alcuni medici illuminati stanno iniziando a capire questo secondo punto. Hanno visitato così tanti pazienti con i classici sintomi dell’ipotiroidismo che, nonostante gli esami non abbiano rilevato alcuna anomalia, sono giunti alla giusta conclusione che i problemi alla tiroide sono molto più diffusi di quanto gli strumenti diagnostici tradizionali ci inducano a credere. Hanno compreso che quella delle malattie della tiroide è un’epidemia.

Sfortunatamente, oggi anche le informazioni più avanzate sulla tiroide non sono sufficienti. Non solo: la maggior parte è sbagliata.

Dal momento che le malattie della tiroide sono spesso incomprese, persino i libri più recenti sull’argomento sono superati, prima ancora di arrivare nei negozi. Gli esperti intervistati nei programmi televisivi continuano a diffondere teorie che dovrebbero essere considerate antiquate.

Vorrei che le risposte fossero già a tua disposizione, ma non lo sono: devi saperlo, così non perderai tempo a esaminare le risorse attualmente disponibili, basate su teorie che ormai dovrebbero essere considerate superate. Se un libro ti dice che le malattie di Hashimoto e di Graves si verificano perché l’organismo attacca se stesso (è questo che trovi nelle ultime pubblicazioni), puoi benissimo considerarlo antico. Queste teorie sono pezzi di antiquariato e non sono d'aiuto nel momento presente.

Anche se le informazioni che trovi altrove mirano ad aiutarti, ti portano fuori strada. Come mai, se finalmente si concentrano sulla tiroide? Per due ragioni:

  1. queste fonti operano in base alla premessa che le malattie autoimmuni siano l’organismo che attacca se stesso, il che è lontano dalla verità;
  2. più ci si concentra sulla tiroide, meno le persone sono inclini a fare un passo indietro e ad avere una prospettiva più ampia.

Le teorie odierne considerano solo l’esca, come un’anatra di legno posta da un cacciatore in uno stagno per attirare uno stormo di anatre. Quest’esca, la falsa idea che la tiroide sia la responsabile di innumerevoli malattie, è una distrazione. Se ci spostiamo più in alto, troveremo un rifugio sicuro per gli uccelli che sanno cercarlo, così come tu puoi salvare te stesso e chi ami cercando il posto in cui si trova la verità sulla tiroide.

La tiroide è sotto attacco? Sì. La tiroide è un aspetto importante della salute? Sì. Più di quanto si creda. Una tiroide danneggiata è il motivo per cui milioni di persone si ammalano? No.

Ecco la verità fondamentale che passa inosservata nelle riviste mediche, su internet e nella letteratura più recente: un problema alla tiroide non è la ragione ultima della malattia di una persona, ma è solo un altro sintomo.

Le patologie tiroidee sono molto più grandi di questa piccola ghiandola posizionata nel collo e non spiegano la miriade di sintomi che un soggetto può presentare. C’è qualcosa di molto più pervasivo nell’organismo, qualcosa di invasivo, che è responsabile della lunga lista di sintomi attribuiti alle malattie della tiroide: il virus della tiroide.

Chi ha questo comune virus soffre già di problemi alla tiroide. Ma il virus non attacca solo la tiroide. Quando arriva alla ghiandola, il virus ha già raggiunto il terzo stadio e ha già causato problemi negli stadi precedenti, che tu te ne sia accorto o no. Il virus causa molti altri sintomi oltre a quelli associati alla tiroide, e quindi tutti i tuoi problemi di salute potrebbero derivare da questa singola causa. Giunto nella tiroide, il virus non si ferma. Il suo obiettivo è spingersi oltre e compromettere il sistema nervoso, causando dozzine di sintomi misteriosi e aggravando la tua salute.

Ma adesso che hai accesso alla verità contenuta in questo libro, hai il potere di fermarlo.

Nella prima parte, parleremo in maniera dettagliata del virus della tiroide: come funziona, come provoca i sintomi e cosa devi sapere se hai fatto degli esami per la tiroide o hai assunto farmaci per curarla. Nella seconda parte esamineremo le idee sbagliate, sulle malattie e sui sintomi cronici, che ostacolano la guarigione. Nella terza parte scoprirai gli strumenti per guarire. Vedremo cosa devi sapere se ti è stata rimossa la tiroide o parte di essa, come fermare il virus e i segreti per riportare la tiroide e il resto del corpo alla salute e alla vitalità. Questo include una riabilitazione della tiroide in 90 giorni, oltre a ricette mirate alla guarigione della tiroide.

Infine, nella quarta parte ti aiuteremo a venire a capo dei problemi di sonno, se fatichi ad addormentarti, ti svegli durante la notte o non ti senti riposato al mattino. L’insonnia è spesso considerata un sintomo dei disturbi tiroidei, ma in realtà è molto di più. Il sonno è ancora un mistero per le comunità mediche ed è un elemento fondamentale della guarigione dal virus della tiroide e della salvaguardia della tua salute, perciò avrà una sezione dedicata. Meritiamo tutti di dormire bene e a lungo.

Il nuovo esperto di tiroide: sei tu

In questo libro troverai le rispose definitive che aspetti da tanto tempo sulle cause del tuo malessere e su come puoi cambiare tutto. Sei già sulla strada verso la guarigione. Conoscere la verità è il primo grande passo.

Quando sarai arrivato all'ultima pagina, avrai una grande consapevolezza della tiroide, che soppianta anche le teorie più recenti. Sarai più informato sulla tiroide di chiunque altro. Dopotutto, chi è esperto di tiroide? Chi conosce le ipotesi? O chi sa la verità? Tra poco scoprirai veramente cosa succede alla tua tiroide e al resto dell’organismo, e sarai in grado di utilizzare queste conoscenze per guarire. Sarai tu l’esperto della tiroide.

E non finisce qui. Altri saranno testimoni della tua trasformazione e ti domanderanno i tuoi segreti. Al supermercato, in libreria, su internet, o tra amici e familiari, sarai in grado di condurre altre persone alla verità sulla tiroide. Contribuirai a un vero e proprio movimento di guarigione. La tua competenza aiuterà molta più gente di quanto immagini.

Adesso cominciamo.

Medical Medium - Guarire la Tiroide

La verità sulle malattie di Hashimoto e Graves, su insonnia, ipotiroidismo, noduli e virus di Epstein-Barr

Anthony William

La verità sulle epidemie più discusse e meno comprese di oggi Di generazione in generazione ci sentiamo dire che la causa ultima dell’affaticamento cronico, dell’aumento di peso, dei problemi di memoria, di dolori e...

€ 17,90 € 15,22 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Non ci sono ancora commenti su La verità su questa ghiandola - Estratto da "Guarire la Tiroide"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste