+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

La ricerca delle tracce dell'acufene

di Eberhard J. Wormer 3 settimane fa


La ricerca delle tracce dell'acufene

Leggi un estratto da "Curare gli Acufeni" di Eberhard J. Wormer e scopri di più sul tinnito

Il tinnito, il "ronzio alle orecchie", rappresenta sempre un sintomo. L'origine del suono inquietante, percepito solo dalla persona colpita, non è facile da determinare. Quello che è certo è che alcune persone ne soffrono gravemente e il numero di vittime dell'acufene è in continuo aumento.

Il tinnito può manifestarsi spontaneamente a prescindere dalla causa, scomparire spontaneamente o fissarsi, causando grande sofferenza e gravi problemi psicologici.

In questi casi i metodi di terapia olistica si sono dimostrati molto efficaci.

Stai leggendo un estratto da...

Curare gli Acufeni

Sintomi, cause e rimedi per il tinnito (fischi alle orecchie)

Eberhard J. Wormer

Sono penetranti, incessanti e di solito insopportabili. Sono fischi, ronzii, fruscii, sibili, scricchiolii, crepitii, colpi e altri disturbi alle orecchie che ci seguono a ogni passo come un’installazione sonora nella testa, fastidiosa e stancante....

€ 6,90 € 6,56 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Indice dei contenuti:

Che cosa si intende con acufene?

Il tinnito è un sintomo di alterazioni o disturbi della percezione acustica. I rumori anomali nelle orecchie sono di solito percepiti soggettivamente e solo da chi ne è colpito. Non vi è alcun riferimento a una sorgente sonora esterna. Si sentono rumori diversi: ronzii, fischi, sibili, fruscii, scricchiolii, colpi ecc. come un tono continuo o pulsante in modo ritmico.

Si fa una distinzione tra rumori uditivi soggettivi e oggettivi, acufeni con e senza perdita dell'udito, acuti e cronici, con e senza stress psicologico.

Il sintomo del tinnito ha valore di malattia se le persone colpite ne soffrono in modo cronico e si aggiungono disturbi psicosociali (ansia, depressione, disturbi del sonno, inabilità al lavoro). In questo senso, il ronzio nelle orecchie è paragonabile al dolore cronico: il sintomo di dolore percepito soggettivamente si trasforma in un disturbo doloroso cronico (fibromialgia).

Ronzio oggettivo

I ronzii percepiti dal soggetto in questione e da estranei esistono davvero. Si verificano molto raramente, ne è colpito solo lo 0,01 per cento delle persone! I normali suoni organici (respirazione, battito cardiaco, deglutizione) non vengono notati perché sono classificati e filtrati dall'orecchio come suoni noti/ non pericolosi.

I suoni di tinnito sono molto variabili: battono, frusciano, sibilano, fischiano..

In un ambiente assolutamente tranquillo o in uno stato di crisi è possibile sentire il proprio battito cardiaco. Occasionalmente, anche alterazioni vascolari patologiche (stenosi, aneurismi) causano rumori udibili del flusso sanguigno. Quando la tromba di Eustachio si apre, si sentono suoni come un click o uno schiocco. Si tratta di una normale percezione uditiva. Raramente i ticchettii ritmici dei muscoli dell'orecchio medio producono un suono che viene percepito anche dagli esterni.

Il fenomeno sonoro avviene solitamente unilateralmente, ha una frequenza di circa 1000 Hz ed è verificato con un'apposita procedura.

Ronzio soggettivo

Di norma, l'acufene non può essere sentito dall'esterno ed è quindi un fenomeno sonoro soggettivo. Come il dolore, il ronzio soggettivo nelle orecchie non è un'illusione, ma una percezione da prendere sul serio.

Finora non è stato possibile misurare elettrofisiologicamente l'eccitazione dell'acufene direttamente sul nervo acustico. Tuttavia, vi è evidenza di un aumento dell'attività spontanea nei pazienti.

È noto che il rumore effettivo dell'orecchio non supera mai di oltre 5-10 dB la soglia uditiva.

Come il dolore, anche l'acufene mostra un difetto stigmatizzante di soggettività. Organizzazioni di auto-aiuto come la Deutsche Tinnitus-Liga (DTL) hanno contribuito a una percezione pubblica più positiva dell'acufene.

Acufene e riduzione dell'udito

Molto spesso l'acufene e la perdita dell'udito sono presenti contemporaneamente. È raro che una persona colpita abbia un udito normale.

Ciò significa che l'acufene di solito si presenta quando l'udito è compromesso, nell'intervallo di frequenza della perdita uditiva maggiore. In senso figurato, l'acufene sarebbe quindi il "marchio" permanente nella banda di frequenza della perdita uditiva.

Rumori uditivi acuti sono spesso il sintomo di una perdita uditiva ad alta frequenza. Nelle persone con udito del tutto normale, l'acufene è visto come iperattività o errore di elaborazione nel percorso uditivo centrale.

Acufene acuto e cronico

Se il ronzio dura al massimo tre mesi, si parla di acufene acuto. Se dura più di tre mesi, si parla di acufene cronico, soprattutto se associato a stress psicologico. Un acufene acuto iniziale spesso scompare spontaneamente o dopo una terapia tempestiva.

L'intensità soggettiva della sofferenza serve per determinare se un acufene debba essere trattato o meno. Molti malati sono in grado di "venire a patti" con i loro ronzii. Ciononostante, in tanti l'acufene è ancora profondamente radicato a livello emotivo, cosa che a lungo andare crea tensioni psicologiche e mina l'autonomia individuale: l'acufene prende il controllo della vita.

La "sofferenza da acufene" è quindi in primo piano, indipendentemente dalla causa.

Chi è colpito da acufene?

Secondo i risultati di uno studio del 1999, tutti abbiamo provato l'acufene almeno una volta nell'arco di dieci anni. Per fare un esempio, quasi in dieci milioni hanno riferito di rumori all'orecchio che durano più di cinque minuti. Quasi tre milioni (il quattro per cento della popolazione totale) avevano avuto al momento della visita un problema di acufene. Di questi, il 91% (2,7 milioni) soffriva di acufene cronico.

La metà delle persone colpite soffriva di acufene da moderato a molto grave; presentava inoltre una perdita dell'udito e aveva bisogno di cure. Ogni anno compaiono 270.000 nuovi casi di acufene cronico.

Solo un paziente su cinque con acufene e perdita uditiva è stato dotato di un apparecchio acustico. Due terzi degli intervistati non sono soddisfatti dell'assistenza medica, completamente inadeguata!

Non vi sono prove che l'acufene si verifichi unilateralmente o più frequentemente in un sesso.

Quasi la metà delle persone colpite ha segnalato una spiccata sensibilità al rumore (iperacusia). Un recente studio (2014) ha inoltre dimostrato che i musicisti professionisti soffrono di danni all'udito quasi quattro volte di più e sono particolarmente predisposti all'acufene.

Le cause dell'acufene

I rumori uditivi hanno molte cause; possono essere generati nelle zone periferiche o durante l'elaborazione centrale dei segnali audio.

Il tinnito si verifica più frequentemente nella coclea o all'interno della via uditiva centrale. Nove pazienti con acufeni su dieci presentano anche una perdita uditiva nella coclea, dove l'acufene risulta più pronunciato.

Secondo una rappresentazione con modello inizialmente si verifica un cambiamento dell'attività spontanea del nervo acustico, che porta alla formazione di un modello di acufene nel percorso uditivo centrale. Dopo la regressione della disfunzione cocleare, tale modello può quindi causare la percezione persistente di rumori uditivi, la cosiddetta "sofferenza da tinnito".

Curare gli Acufeni

Sintomi, cause e rimedi per il tinnito (fischi alle orecchie)

Eberhard J. Wormer

Sono penetranti, incessanti e di solito insopportabili. Sono fischi, ronzii, fruscii, sibili, scricchiolii, crepitii, colpi e altri disturbi alle orecchie che ci seguono a ogni passo come un’installazione sonora nella testa, fastidiosa e stancante....

€ 6,90 € 6,56 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Non ci sono ancora commenti su La ricerca delle tracce dell'acufene

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.