Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La gioia nel respiro

di Manuela Maria Mancini 2 anni fa



Respirare non è solo un modo per rimanere vivi; respirare è anche un modo per gioire …

Volete gioire spesso?
Sentirvi allegri , leggeri e spensierati?

Allora imparate a respirare!

Il nostro respiro, infatti, reso consapevole e gestito volontariamente, può renderci più gioiosi, vitali e leggeri.

Esistono quattro forme di energia vitale di cui ci nutriamo noi esseri umani: mangiare, bere, dormire e respirare.

E di queste, quella di cui abbiamo bisogno più spesso, è il respiro.
Infatti, possiamo stare senza mangiare anche trenta/quaranta giorni, senza dormire o bere anche due giorni (48 ore), ma se non respiriamo per più di tre/quattro minuti, moriamo.

Ippocrate, il primo medico dell’Antichità, diceva che “il respiro è il primo alimento” e non solo perché inspirando riceviamo energia, prana, ki, ossigeno, ma anche perché il nutrimento emotivo, quindi la gioia, nasce dall’ossigeno e dal Respiro.

Un modo di respirare reso consapevole, infatti, in cui espandiamo l’inspirazione volontariamente e rilassiamo l’espirazione, porta più ossigeno alle nostre cellule e va a nutrire le nostre endorfine, gli ormoni del benessere attivatori della gioia, che sono collegati alla quantità di ossigeno che riceviamo. Ecco perché dopo una bella corsa o una danza, quando abbiamo il fiatone e il respiro è più veloce e attivato, ci sentiamo più allegri e gioiosi.

L’atto dell’inspirazione è infatti simbolicamente collegato alla quantità di bene/vitalità che ci permettiamo di ricevere e portare dentro di noi; inspiriamo non solo ossigeno ma anche nutrimento, energia in tutte le sue forme: amore, pace, prosperità, abbondanza, gioia … quindi, più apriamo e rendiamo profondo il nostro respiro, più il Nuovo e il Bene entrano in noi ….

L’espirazione, invece, è collegata al lasciar andare, quindi a far uscire, il Vecchio e le tossine fisiche (anidride carbonica, sostanze di scarto dei processi cellulari, anaboliti, cataboliti …) ed emozionali, intendendo ciò che per noi è “pesante” (preferisco usare questo termine al posto di “negativo”, chiamando “leggero” ciò che verrebbe definito “positivo”).

Ecco perché, quando siamo in una situazione di stress o di rabbia, sbuffiamo … soffiando fuori la pesantezza. Scacciamo ciò che ci infastidisce, senza sapere che, combattendolo, gli stiamo dando energia, lo stiamo amplificando e lo stiamo trattenendo …

Se invece ci permettiamo di espirare senza sforzo, morbidamente, in un atto di fiducia, donando all’universo quello che prima era parte di noi, ecco che l’aria può uscire dalla nostra bocca come quella di un palloncino che si sgonfia da solo, senza spingere, lasciando che sia …

Un’espirazione morbida e rilassata – come un dolce sospiro di sollievo: “Ah, che giornata!” - calma i nostri pensieri, acquieta le emozioni e ci ri-centra nel nostro corpo, mettendoci in contatto con la nostra gioia innata.

E se respiriamo così per almeno 10-20 volte collegando un respiro all’altro senza pause … Il gioco è fatto!

Vai ai libri sul REBIRTHING  Vai agli eventi
di MANUELA MARIA MANCINI

Ti consigliamo...


Manuela Maria Mancini, laureata in Filosofia con indirizzo psicologico all'Università Cattolica di Milano, è apprezzata autrice di libri per l'evoluzione interiore e giornalista pubblicista tra le più esperte nell'ambito della crescita personale e della medicina energetica. Da svariati anni...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su La gioia nel respiro

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste